Archive for novembre, 2009

novembre 30, 2009

Buonanotte compagno Presidente.

Il socialismo può vincere. Buonanotte compagno Presidente!

Annunci
novembre 30, 2009

Berlusconi ha deciso: Cetto la Qualunque al posto di Cosentino

Dopo un approfondito esame della situazione in Campania, con il consenso di tutte le forze della coalizione Berlusconi ha designato il Prossimo candidato alla presidenza della Regione Campania. Sarà Cetto La Qualunque a guidare la squadra del PDL. Grande soddisfazione di Fini e della Lega che hanno visto prevalere un cadidato al di sopra delle parti e sicuramente il più rappresentativo che in questo momento si potesse scegliere. L’On.le Cosentino si è dichiarato soddisfatto di aver fatto un passo indietro, visto il peso di un candidato così rappresentativo.

novembre 30, 2009

Fermiamoli finchè siamo in tempo.

Mercoledi’ al Senato, la Lega presentera’ una proposta per consentire anche in Italia un referendum come quello in Svizzera. Lo annuncia il ministro Calderoli: ‘il referendum svizzero e’ un segnale schiacciante, un si’ ai campanili e un no ai minareti; da un lato il rispetto per la liberta’ di religione e dall’altro la necessita’ di mettere un freno agli aspetti politici e propagandistici legati all’Islam”. Nel dibattito sulle riforme ‘la Lega presentera’ questa proposta”.

Fermiamo questa deriva fascista prima che sia troppo tardi.

Il referendum in Italia è solo abrogativo. O mi sbaglio?

novembre 30, 2009

Auguri Compagno presidente!

“Né vincitori né vinti”: il primo discorso di José ‘Pepe’ Mujica dopo l’annuncio della sua vittoria nelle elezioni presidenziali uruguayane si è svolto nel segno dell’unità nazionale e dell’appello all’opposizione perché collabori con il prossimo governo, il secondo in mano alla coalizione di centro sinistra del Frente Amplio nella storia del paese sudamericano.

Le prime proiezioni in base ai risultati parziali del ballottaggio confermano i dati dei sondaggi exit-poll: Mujica ha ottenuto il 51,7% dei voti, e lo sfidante conservatore, Luis Alberto Lacalle il 44,1%, con un 4,2% di schede bianche ed astensioni, e una partecipazione superiore all’80%. Sotto una pioggia battente, decina mi migliaia di sostenitori del Frente Amplio si sono riuniti sulla “rambla”, il lungomare che affaccia Montevideo alle acque del Rio della Plata per festeggiare l’annunciata vittoria del ‘Pepe’, 74 anni, che anche in questa occasione è stato fedele al suo stile informale e popolare.

“Popolo, dovresti essere tu qua sopra, e noi lì sotto ad applaudirti”, ha detto il presidente eletto, circondato dall’ex ministro dell’Economia e vicepresidente eletto,. E se il discorso dell’ex guerrigliero Tupamaro degli anni ’60 – ”il potere è nel cuore delle grandi masse, ci ho messo una vita ad impararlo”

novembre 30, 2009

Turchia feriti tre ragazzi.

I  manifestanti festeggiavano il 31′ anniversario della fondazione del Pkk

Durante il trentunesimo anniversario della fondazione del partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) in varie località della Turchia meridionale si sono registrati diversi incidenti. Tre adolescenti sono rimasti feriti, uno in modo grave, e un numero imprecisato di persone è stato fermato.
Secondo quanto riportato dai media turchi gli episodi più gravi si sono registrati nel quartiere Akdeniz di Mersin, sulla costa mediterranea. Durante le ore serali circa quattrocento persone hanno assalito una stazione di polizia, lanciando bottiglie incendiarie, pietre e petardi e dando fuoco ad alcuni negozi. La polizia per disperdere i manifestanti ha esploso candelotti lacrimogeni ed ha aperto il fuoco. Un ragazzo di soli sedici anni è stato colpito al petto e le sue condizioni sono molto gravi. A Dyiarbakir, invece, la sede del partito islamico Giustizia e Sviluppo del premier Tayyip Erdogan è stata attaccata da due giovani di diciassette anni. I due ragazzi sono stati feriti dai colpi di arma da fuoco esplosi dagli agenti chiamati a presidiare l’edificio.

novembre 30, 2009

Il crocefisso sulla bandiera!….. e poi?

La proposta della Lega di mettere il crocifisso nella bandiera italiana ‘e’ suggestiva’, secondo il ministro degli Esteri Franco Frattini. Ma la questione continua a far discutere. ‘Basta poco per capire che si tratta della solita provocazione’, sostiene Fare Futuro, la fondazione presieduta da Gianfranco Fini: ‘e’ solo la scusa per lanciare un segnale politico’. ‘La bandiera e’ una cosa, il crocifisso un’altra’, tuona invece il leader Idv Antonio Di Pietro.

La Lega come al solito fa  a gara con Berlusconi a chi la spara più grossa. Perchè non  indire una crociata e partire tutti a cavallo a conquistare Gerusalemme? Il problema e che le cazzate della lega si concretizzano in una azione politico istituzionale che divide il Paese,  e mina le istituzioni dal loro interno.

Questi signori perseguono i loro scopi avendo in mano il potente ministero dell’economia con Giulio Tremonti e il ministero degli Interni con Maroni. Allora quello che dice la Lega non sono più cazzate.

. Bisogna aprile gli occhi e reagire. Più di tutti debbono prendere coscienza della gravità della situazione è la gente del Nord, gli unici che possono respingere il progetto eversivo leghista, negandogli quel consenso che li porterà alla rovina.

novembre 30, 2009

Il Referendum svizzero: un alibi nei confronti dell’Islam.

È probabile che si dica che la Svizzera è un caso speciale senza molta attinenza al resto dell’Europa.  Anche se è vero che il paese ha una    forma particolare di  democrazia popolare – e che vi sono  soltanto 320,000 musulmani, tra 4% e 5% della popolazione, è pur vero che non è solo in Svizzera che la presenza delle comunità musulmane crea crescenti attenzioni da parte dell’opinione pubblica.

Una serie di controversie a partire dall’affare Rushdie che risale a venti anni fa, fino  alla più recente polemica  sulle vignette danesi su Maometto hanno determinato un crescente disagio che molti europei sentono nei confronti della   presenza musulmana in Europa. Questo disagio non è limitato  ad alcuni giornali o alcune manifastazioni di destra e xenofobe o alle esternazioni della lega in Italia.  È un’ Islamophobia determinata da una serie di fattori.

Fin dagli attacchi di 9/11 negli Stati Uniti, ed agli attentati a Madrid e Londra, i musulmani sono stati spesso considerati una minaccia alla sicurezza.  Loro non sono visti solo come gente che resiste  all’integrazione, ma che hanno deciso di imporre i loro valori sulla società Europea  cristiana o post-Cristiana.

Per governi ansiosi di mantenere l’armonia sociale in patria e le buone relazioni con i governi musulmani, questa situazione  pone un serie di dilemmi difficilmente risolvibili.  E per molti dei governi Europa Occidentale, che hanno un problema di 15 milioni di islamici in casa loro, il voto svizzero sarà considerato come un  segnale positivo perché ognuno, indipendentemente dal colore politico, potrà dire semplicemente che loro (i mussulmani) non sono benvenuti.

novembre 30, 2009

Quei bravi ragazzi.

Questi giudici comunisti non ce l’hanno solo con Mister Berlusconi, ma adesso se la prendono anche con i suoi bravi collaboratori. Una faccia da bravo ragazzo come quella di Cosentino può mai essere accusato di:

contribuire, sin dagli anni ’90 a rafforzare vertici e attività del gruppo camorrista facente capo alle famiglie di Bidognetti e Schiavone”

 E ancora:

“riceveva puntuale sostegno elettorale in occasione alle elezioni a cui Cosentino partecipava quale candidato diventando consigliere provinciale di Caserta nel 1990, consigliere regionale della Campania nel 1995, deputato per la lista Forza Italia nel 1996 e, quindi, assumendo gli incarichi politici prima di vice coordinatore e poi di coordinatore del partito di Forza Italia in Campania, anche dopo aver terminato il mandato parlamentare del 2001”.

Sono veramente contento che rimanga come sottosegretario all’economia.

Finalmente con la riforma del processo queste persone per bene non verranno più infangate dai giudici comunisti. Mi raccomando non vi dimenticate di fare una norma per Dell’Utri…….visto che ci siete.

novembre 30, 2009

Il 5 dicembre è vicino.

Cartoline divertenti by Magnaromagna.it

novembre 30, 2009

Usare internet fa bene.

Usare internet e i motori di ricerca contribuisce a prevenire la demenza senile. Secondo una ricerca, condotta da un gruppo di psichiatri e neurologi dell’università di Los Angeles in California, cercare informazioni con Google e allenare la mente a cercare nuovi collegamenti tra concetti sono operazioni che possono rallentare il declino mentale.

Lo studio ha analizzato l’attività cerebrale di 24 persone, tutte di età compresa tra i 55 e 78 anni, a cui è stato chiesto di fare ricerche con Google. Durante l’utilizzo del motore di ricerca è stata monitorata la circolazione del sangue nel cervello del campione analizzato. Dopo 15 giorni e dopo aver utilizzato costantemente i motori di ricerca, i soggetti sono stati sottoposti di nuovo al test, e gli studiosi hanno rivelato che i miglioramenti del funzionamento cerebrale riscontrati in alcune parti del cervello durante il primo test, si erano ‘propagati’ anche a altre aree in seguito all’esercizio mentale.

In altre parole la ricerca ha dimostrato che la stimolazione che induce l’attività di ricerca online può influenzare l’efficienza dei processi cognitivi ed è in grado di modificare il modo in cui il cervello decodifica le informazioni nuove. “I risultati dello studio – spiegano i ricercatori – mostrano come l’attività cerebrale di un anziano possa subire un’accelerazione grazie all’uso dei motori di ricerca, anche in poco tempo”. E così, internet può essere usato per otto ore al giorno in maniera sana, quindi allenando la mente e migliorando l’elasticità mentale, ma allo stesso tempo può diventare un pericolo per chi si abbandona allo strumento senza spiritico critico e lo usa come surrogato di una vita reale. (canali.kataweb.it)