Archive for maggio, 2011

maggio 31, 2011

She Loves You – The beatles – Buonanotte compagni

John Lennon e Paul McCartney iniziarono a scrivere She Loves You immediatamente dopo un concerto alla Majestic Ballroom di Newcastle, sul furgone a bordo del quale si spostavano durante la tournée del 1963 insieme a Roy Orbison e Gerry & The Pace-makers. L’ispirazione, dichiarata, arrivava da All Shook Up di Elvis Presley (e in parte da Twist and Shout degli Isley Brothers), mentre il trucchetto di iniziare il pezzo direttamente con il ritornello fu un’idea del produttore George Martin. Nel Regno Unito la canzone generò parecchie controversie per l’uso, nel ritornello, di una forma gergale come “yeah, yeah, yeah”. Alcuni opinionisti scrissero addirittura che – il fatto che la Bbc avesse acconsentito a trasmetterlo – fosse l’evidente segno dell’imminente “collasso della società civile”. Più modestamente il signor James McCartney – padre di Paul – commentò: «Figliolo, già siamo invasi da tanti americanismi. Non potevate cantare “yes, yes, yes”, almeno voi?». A cui pare che l’allora 21enne Paul rispose: «Ma babbo, non capisci, non funzionerebbe allo stesso modo».

maggio 31, 2011

Chiarimento fra la Moratti e berlusconi.

maggio 31, 2011

Una prece per Mastella.

maggio 31, 2011

100 di questi pareggi!

maggio 31, 2011

felice come un bambino con l’aquilone.

maggio 31, 2011

facili entusiasmi.

www.nirvanacomix.com il sito di Nirvana di Roberto Totaro

maggio 31, 2011

Tumori al seno: con una specifica mutazione genetica 90% di possibilità svilupparlo

Le donne che hanno nel proprio genetico versioni mutate dei o corrono un rischio maggiore dal 20 al 50% di sviluppare il alle e dall’80 al 90% di sviluppare il alla .

 

e’ quanto affermano, in uno studio pubblicato sul Deutsches Arzteblatt International, i ricercatori del Klinikum rechts der Isar di Monaco (Germania), secondo cui un altro gene importante per la predisposizione alle due forme tumorali e’ il RAD51C che, come e , occupa un ruolo fondamentale nella riparazione del Dna ed e’ presente dall’1,5% al 4% delle famiglie colpite dalle due forme tumorali. La ricerca e’ stata condotta sui dati raccolti dal Consorzio tedesco per i tumori ereditari del seno e delle .

maggio 31, 2011

Angiogenesi della retina: un meccanismo che la blocca

Il cammino molecolare per la regolazione dell’ stimolata dalla proteina può offire un’opportunità per influenzare il decorso delle patologie della

 

Un nuovo cammino molecolare per sopprimere lo sviluppo di nuovi vasi sangugni durante la formazione della è stato scoperto dai ricercatori del Visual Systems Group della Divisione di oftalmologia del Cincinnati Children’s Hospital Medical Center, che ne danno un resoconto sulla rivista Nature.

 

Secondo quanto si legge nel rapporto, questo cammino moleclare verrebbe utilizzato dai mielociti del sistema immunitario per guidare l’ e può essere invertito artificialmente per accelerare la crescita degli stessi vasi secondo un procedimento che potrebbe risultare estremamente utile per la riparazione dei tessuti daneggiati.

maggio 31, 2011

Aprofruit fotovoltaico taglia Co2 pari a 1200 auto

Fotovoltaico sui tetti stabilimento Longiano di Apofruit Fotovoltaico sui tetti stabilimento Longiano di Apofruit
Apofruit punta sempre piu’ sull’energia pulita. Dopo gli impianti fotovoltaici installati lo scorso anno negli stabilimenti di Scanzano (provincia di Matera) e ad Aprilia (provincia di Latina), sono stati inaugurati in questi giorni altri quattro impianti a energia solare, realizzati sui tetti degli stabilimenti di lavorazione della maxi-cooperativa ortofrutticola a Vignola, San Pietro in Vincoli, Cesena e Longiano. L’installazione ha consentito la bonifica dei 20.000 mq di amianto presenti nelle strutture.

maggio 31, 2011

La Micronesia fa causa alla rep. Ceca.

SYDNEY – Il piccolo stato-arcipelago della Micronesia, 100 mila abitanti in piu’ di 600 isole, tra le nazioni piu’ immediatamente minacciate dal sollevamento dei mari, ha montato una sfida legale senza precedenti ai piani della Repubblica Ceca di espandere una centrale a carbone a 11 mila km di distanza, affermando che il danno ambientale causato minaccia la sua sopravvivenza.

Il caso potra’ stabilire un precedente nel diritto internazionale, man mano che i paesi esposti al cambiamento climatico decidono di agire contro i maggiori responsabili delle emissioni di CO2. ”Questo passo davanti alla giustizia internazionale mostra che i paesi minacciati come il nostro hanno ormai il sostegno del diritto internazionale, per pesare in modo piu’ efficace sulle scelte energetiche”, dichiara in un comunicato il ministro della Giustizia della Micronesia, Maketo Robert.