Archive for gennaio, 2013

gennaio 30, 2013

il fotovoltaico a coni rotanti e super efficiente presto realtà?

Spin cellNonostante molte promesse del fotovoltaico sembrano essere andate nel dimenticatoio, quelle di Spin Cell della V3Solar, coni solari rotanti, sembrano aver catturato maggiormente l’attenzione degli esperti.

Molte promesse di rivoluzione, per non dire di miracolo, sono state poi disattese e non sembrano trovare spazio nell’attuazione pratica, spesso perché molti prototipi di laboratorio non sono poi stati replicati su scala industriale.  http://www.greenbiz.it/ricerca-a-innovazione/energia/6214

Annunci
gennaio 30, 2013

Marx, Keynes, Friedman e Fritz Schumacher a Davos.

wef-marx-keynes-friedman-shumacher
Larry Elliot, capo redattore economico del Guardian, ha scritto un interessante dibattito immaginario tra Marx, Keynes, Friedman e Fritz Schumacher, intervistati dal capo del Fondo Monetario Internazionale Christine Lagarde al World Economic Forum di Davos. Lo abbiamo tradotto per voi.

Continua a leggere »

gennaio 30, 2013

Salute: studio, dieta vegetariana riduce 32% rischio malattie cardiache.

Salute: studio, dieta vegetariana riduce 32% rischio malattie cardiache

(ASCA) – Roma, 30 gen – Una dieta vegetariana puo’ ridurre del 32% il rischio di malattie cardiache. E’ quanto emerge da uno studio effettuato su oltre 44.500 persone, controllate lungo l’arco di undici anni. Nella fascia d’eta’ fra i 50 e i 70, il 6,8% fra coloro che mangiavano carne o pesce hanno subito un ricovero ospedaliero o sono morti per colpa di malattie cardiache, contro il 4,6% dei vegetariani.

”Riteniamo che questo sia dovuto al basso livello di colesterolo e della pressione sanguigna”, ha commentato interpellata dall’AFP la direttrice delle ricerche, Francesca Crowe, del Centro epidemiologico dell’Universita’ di Oxford.

gennaio 30, 2013

Sindrome di Down, annuncio dagli Usa: “Terzo cromosoma rimosso da una cellula”

Sindrome di Down, annuncio dagli Usa: "Terzo cromosoma rimosso da una cellula"

Per i genetisti si tratta di un evento storico: i ricercatori della Washington University di Seattle sono riusciti a rimuovere il terzo cromosoma da una cellula umana affetta da trisomia 21, più nota come Sindrome di Down.

La trisomia 21 è una condizione che interessa circa sei milioni di persone a livello planetario e secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), i nuovi casi hanno un’incidenza dell’uno per mille sul totale delle nuove nascite. La causa della sindrome è nella presenza di una terza copia del cromosoma 21 all’interno del nucleo della cellula (le cellule normali ne contengono solo due) e tale alterazione genetica è responsabile di disabilità cognitive che possono essere moderate o significative, e si accompagna talvolta anche a malformazioni cardiache, propensione più marcata della media alla leucemia ed all’Alzheimer, ai disturbi della vista e del sistema muscolo-scheletrale. In assoluto, poi causa un’aspettativa di vita inferiore alla media.

http://www.repubblica.it/salute/ricerca/2013/01/29/news/terzo_cromosoma_rimosso_da_cellula_down-51456477/

gennaio 30, 2013

Sottostimata mortalita’ foreste tropicali nel bilancio CO2.

Sottostimata mortalita' foreste tropicali nel bilancio CO2 Sottostimata mortalita’ foreste tropicali nel bilancio CO2

ROMA – L’attuale bilancio dell’anidride carbonica (CO2) nell’atmosfera sottostima la mortalita’ degli alberi delle foreste tropicali fino al 17%: nel cuore dell’Amazzonia, per esempio, ogni anno cadono mezzo milione di alberi che non vengono tenuti in conto, insieme a tutta la CO2 che non possono piu’ assorbire oltre a quella che a loro volta liberano nell’aria durante la decomposizione.

Lo dimostrano i dati raccolti dai ricercatori californiani del Lawrence Berkeley National Laboratory, pubblicati sulla rivista dell’Accademia americana delle scienze Pnas. Dunque non e’ sempre vero che fa piu’ rumore un albero che cade che una foresta che cresce, specie quando si parla di calcoli che servono a valutare il ruolo dei polmoni verdi del pianeta nel bilancio della CO2. I ricercatori del Berkeley Lab lo hanno dimostrato studiando un’area di oltre 2.500 kmq intorno alla citta’ brasiliana di Manaus, nel cuore dell’Amazzonia centrale.

gennaio 30, 2013

Agricoltura: nel 2012 boom di start up al femminile.

 

In controtendenza con i dati sull’imprenditoria italiana crescono le aziende guidate da donne. Nel 2012 sono nate 102.391 imprese al femminile che hanno fatto salire a 1.424.743 il numero complessivo nei più disparati settori produttivi. L’analisi condotta da Coldiretti sui dati Unioncamere al 31 dicembre 2012 evidenzia come il 16% delle imprese femminili operi nell’agricoltura, nei servizi di alloggio e ristorazione.

Si tratta di un dato molto interessante specialmente se si considera che in ambito giovanile (under 35) il 2013 è iniziato con 22.373 imprese in meno rispetto a dodici mesi prima, pari a un -3%: la quota delle imprese giovanili in agricoltura è scesa all’11,4% del totale.

Continua a leggere: Agricoltura: nel 2012 boom di start up al femminile

gennaio 30, 2013

Ilva di Taranto: “prescrizioni Aia completate al 65%, a breve la copertura dei parchi minerari”

In una relazione redatta dai tecnici Ilva ed inviata al Ministero dell’Ambiente ed all’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), l’azienda sostiene di aver già ottemperato a 61 delle 94 prescrizioni dell’Aia, rilasciata dal ministero solo il 26 ottobre scorso e divenuta legge con il provvedimento cosiddetto “salva-Ilva”.

Secondo quanto riportato da La Gazzetta del Mezzogiorno infatti la relazione, circa 45 pagine, dimostrerebbe, secondo Ilva, come il 65% delle prescrizioni Aia sia già stato completato, mostrando un’azienda forte e determinata a risolvere gli annosi e critici problemi, cronicizzatisi ormai nel territorio tarantino.

Continua a leggere: Ilva di Taranto: “prescrizioni Aia completate al 65%, a breve la copertura dei parchi minerari”

gennaio 30, 2013

Mahatma Gandhi. Una grande anima da ricordare.

Mohandas Karamchard Gandhi, detto il Mahatma (soprannome datogli dal poeta indiano R.Tagore che in sanscrito significa “Grande Anima”), è il fondatore della nonviolenza e il padre dell’indipendenza indiana.Grazie alle sue battaglie pacifiste il 15 agosto 1947 l’India conquista l’indipendenza. Gandhi, però, vive questo momento con dolore, pregando e digiunando. Il subcontinente indiano è diviso in due stati, India e Pakistan, la cui creazione sancisce la separazione fra indù e musulmani e culmina in una violenta guerra civile che costa, alla fine del 1947, quasi un milione di morti e sei milioni di profughi.

L’atteggiamento moderato di Gandhi sul problema della divisione del paese suscita l’odio di un fanatico indù che lo uccide il 30 gennaio 1948, durante un incontro di preghiera.

 

gennaio 29, 2013

Italiani brava gente. Ma non è vero!

Il cattivo tedesco e il bravo italiano
Filippo Focardi
Il cattivo tedesco e il bravo italiano
La rimozione delle colpe della seconda guerra mondialeCattivo tedesco. Barbaro, sanguinario, imbevuto di ideologia razzista e pronto a eseguire gli ordini con brutalità. Al contrario, bravo italiano. Pacifico, empatico, contrario alla guerra, cordiale e generoso anche quando vestiva i panni dell’occupante.

Sono i due stereotipi che hanno segnato la memoria pubblica nazionale e consentito il formarsi di una zona d’ombra: non fare i conti con gli aspetti aggressivi e criminali della guerra combattuta dall’Italia monarchico-fascista a fianco del Terzo Reich. A distinguere fra Italia e Germania era stata innanzitutto la propaganda degli Alleati: la responsabilità della guerra non gravava sul popolo italiano ma su Mussolini e sul regime, che avevano messo il destino del paese nelle mani del sanguinario camerata germanico. Gli italiani non avevano colpe e il vero nemico della nazione era il Tedesco. Gli argomenti furono ripresi e rilanciati dopo l’8 settembre dal re e da Badoglio e da tutte le forze dell’antifascismo, prima impegnati a mobilitare la nazione contro l’‘oppressore tedesco e il traditore fascista’, poi a rivendicare per il paese sconfitto una pace non punitiva. La giusta esaltazione dei meriti guadagnati nella guerra di Liberazione ha finito così per oscurare le responsabilità italiane ed è prevalsa un’immagine autoassolutoria che ha addossato sui tedeschi il peso esclusivo dei crimini dell’Asse, non senza l’interessato beneplacito e l’impegno attivo di uomini e istituzioni che avevano sostenuto la tragica avventura del fascismo.

gennaio 29, 2013

Grandi fotografi contemporanei:Hiroh Kika.

Hiroh Kikai è nato a Yamagata, in Giappone il 18 marzo del 1945.  Dopo aver studiato filosofia presso  la Hosei University di Tokyo, lavora per due anni come camionista e per altri due in un cantiere navale. Nel frattempo, rimasto in contatto con il suo professore di filosofia, Sadayoshi Fukuda, trova lavoro nella redazione della rivista Camera Mainichi.