Archive for gennaio 19th, 2013

gennaio 19, 2013

Riscalda la casa senza sprechi di energia e di denaro!

Buona parte degli edifici in Italia si trova in pessime condizioni dal punto di vista energetico. Questo oltre ad incidere negativamente sul bilancio di chi vi abita, incide negativamente anche sul clima. Al solo settore residenziale va imputato dal 12 al 15% di gas serra prodotti nel mondo. Le ultime stime sulla questione sono evidenti e indicano che, intervenendo sugli edifici esistenti in tutta Europa, si arriverebbe a un risparmio annuale di 260 miliardi di euro in termini di energia. E a un miglioramento della vita in casa nei mesi invernali: visto i costi lievitati del gas spesso, infatti, si riscalda meno di quello che si dovrebbe pur di risparmiare sulle bollette, senza però soddisfare i reali fabbisogni familiari.  … Leggi di più

gennaio 19, 2013

Riciclo estremo.

Si chiama Tom Szaky e di lui ne ho scritto nel 2009 ed è in grado di riciclare praticamente tutto, inclusi i mozziconi di sigaretta, le penne biro, i tubetti di dentifricio e le salviette umide. Ma Szaky non si limita a raccoglierli ma li trasforma e li reinventa rendendoli prodotti nuovi tanto che sono venduti negli Stati uniti da Wal-Mart. E ha appena iniziato la conquista dei rifiuti in Europa.

Lo avevo lasciato con l’associazione TerraCycle negli Usa e lo ritrovo con una multinazionale che produce plastica riciclabile e oggetti da rifiuti riciclati nella migliore tradizione (ora industriale) dell’upcycle. Infatti Tom Szaky che si è laureato a Princeton nel 2001 ha messo su un vero e proprio impero del riciclo e dagli Stati Uniti sta approdando inesorabilmente in Europa.

Continua a leggere: L’uomo che ricicla tutto (ma proprio tutto) quello che noi gettiamo

gennaio 19, 2013

Ecco i 1000 pionieri del riciclo e della creatività ambientale.

In Francia è in atto un progetto particolare: Shamengo ovvero i 1000 pionieri di un nuovo mondo. In sostanza attraverso il web si fanno veicolare nomi e invenzioni capaci, se non di rivoluzionare il mondo, di cambiarlo in meglio. E le invenzioni presentate portano tutte verso l’unica direzione del rispetto dell’ambiente e della tutela degli ecosistemi. Esempi? C’è chi propone la cucina ecologica con forno solare; chi ha inventato pannelli solari flessibili oppure chi combatte per salvare i gorilla.

Il progetto nasce per volontà di Catherine Berthillier (nella foto dopo il salto) autrice di reportage per France 2, France 3, M6, TF1, ARTE. Insomma dopo aver denunciato per anni i sistemi malati che inquinano il Pianeta ha deciso di cambiare punto di visione ed è passata a diffondere il lavoro di chi invece cerca di migliorare la vita sulla Terra rispettandone l’ambiente. Ecco nascere Shamengo luogo di scambio di esperienze e idee piuttosto che di semplice informazione. Peraltro il progetto è già stato presentato in India con l’obiettivo di estendersi in Asia.

Continua a leggere: Ecco i 1000 pionieri del riciclo e della creatività ambientale

 

gennaio 19, 2013

Quando la legge diventa spazzatura.

Il ministro Clini in una foto d'archivio Il ministro Clini in una foto d’archivio

ROMA – Il ministro per l’Ambiente Corrado Clini, durante il Consiglio dei ministri ”ha confermato l’impegno per la piena attuazione della legge 231 del 24 dicembre per accelerare il risanamento ambientale” sull’Ilva. Lo riferisca la nota diffusa da palazzo Chigi al termine della riunione. Il Ministro ha informato il Consiglio del programma di incontri previsti il 23 gennaio a Taranto con l’azienda, le rappresentanze dei lavoratori e i rappresentanti delle autorità e istituzioni locali.

gennaio 19, 2013

Figlia del berlusconismo.

La reazione è di sbigottimento ma anche “di pena e di disprezzo”: i Familiari delle Vittime della Casa dello Studente dell’Aquila sono sotto choc per l’intercettazione in cui l’ex prefetto della città, Giovanna Maria Iurato, dice di aver riso pensando alla sua finta commozione durante la visita, appena nominata prefetto, proprio davanti allo studentato dove morirono 8 ragazzi nel sisma del 2009. “Se questi sono gli uomini dello Stato bisogna trovarne altri. Questi soggetti rappresentano solo fame di potere. Non sono rappresentanti delle istituzioni”, afferma Antonietta Centofanti, rappresentante dei Familiari delle Vittime della Casa dello Studente.