Archive for gennaio 29th, 2013

gennaio 29, 2013

Italiani brava gente. Ma non è vero!

Il cattivo tedesco e il bravo italiano
Filippo Focardi
Il cattivo tedesco e il bravo italiano
La rimozione delle colpe della seconda guerra mondialeCattivo tedesco. Barbaro, sanguinario, imbevuto di ideologia razzista e pronto a eseguire gli ordini con brutalità. Al contrario, bravo italiano. Pacifico, empatico, contrario alla guerra, cordiale e generoso anche quando vestiva i panni dell’occupante.

Sono i due stereotipi che hanno segnato la memoria pubblica nazionale e consentito il formarsi di una zona d’ombra: non fare i conti con gli aspetti aggressivi e criminali della guerra combattuta dall’Italia monarchico-fascista a fianco del Terzo Reich. A distinguere fra Italia e Germania era stata innanzitutto la propaganda degli Alleati: la responsabilità della guerra non gravava sul popolo italiano ma su Mussolini e sul regime, che avevano messo il destino del paese nelle mani del sanguinario camerata germanico. Gli italiani non avevano colpe e il vero nemico della nazione era il Tedesco. Gli argomenti furono ripresi e rilanciati dopo l’8 settembre dal re e da Badoglio e da tutte le forze dell’antifascismo, prima impegnati a mobilitare la nazione contro l’‘oppressore tedesco e il traditore fascista’, poi a rivendicare per il paese sconfitto una pace non punitiva. La giusta esaltazione dei meriti guadagnati nella guerra di Liberazione ha finito così per oscurare le responsabilità italiane ed è prevalsa un’immagine autoassolutoria che ha addossato sui tedeschi il peso esclusivo dei crimini dell’Asse, non senza l’interessato beneplacito e l’impegno attivo di uomini e istituzioni che avevano sostenuto la tragica avventura del fascismo.

gennaio 29, 2013

Grandi fotografi contemporanei:Hiroh Kika.

Hiroh Kikai è nato a Yamagata, in Giappone il 18 marzo del 1945.  Dopo aver studiato filosofia presso  la Hosei University di Tokyo, lavora per due anni come camionista e per altri due in un cantiere navale. Nel frattempo, rimasto in contatto con il suo professore di filosofia, Sadayoshi Fukuda, trova lavoro nella redazione della rivista Camera Mainichi.
gennaio 29, 2013

CE N’EST QU’UN DÉBUT CONTINUONS LE COMBAT

ELEZIONI POLITICHE 2013: VINCEREMO? PERDEREMO? ……… Vale ancora 45 anni dopo:
LE VOTE NE CHANGE RIEN LA LUTTE CONTINUE
CE N’EST QU’UN DÉBUT CONTINUONS LE COMBAT
Era un martedì mattina, quando, verso le 10,30, scoppiò il sessantotto.
Il giorno dopo più niente fu uguale.

Se portate i capelli lunghi, se andate a lavorare in Jeans o senza cravatta, se portate la minigonna o i pantaloni al posto della gonna, se non usate il reggiseno, se d’ estate prendete il sole nudi, se ballate il rock & roll, se avete un lavoro creativo, se siete vegetariani, se fate yoga o comico terapia, Se ci sono in giro più barbe, orecchini, magliette con scritte e disegni, ponci, strani berretti, abiti colorati, jeans bucati, zaini, scarpe a punta larga e infradito e potete baciarvi per strada
DOVETE RINGRAZIARE IL ’68!

gennaio 29, 2013

Sondaggio elettorale Bidimedia – 28 Gennaio 2013 –

 Il distacco fra Italie Bene Comune e il centrodestra si riduce a 8,5 punti. In calo Pd e Rivoluzione Civile. In crescita La Destra e Fratelli d’Italia.

 

Sondaggio elettorale Bidimedia – 28 Gennaio 2013 – Il distacco fra Italie Bene Comune e il centrodestra si riduce a 8,5 punti. In calo Pd e Rivoluzione Civile. In crescita La Destra e Fratelli d’Italia.

 NOTA: La proiezione dei seggi non include i deputati esteri (12) e della Valle d’Aosta (1)

gennaio 29, 2013

Ripensando il capitalismo.

Nel suo libro “Ripensando il capitalismo. La crisi economica e il futuro della sinistra” Salvatore Biasco ricostruisce i cambiamenti indotti dalla globalizzazione e dal primato della finanza nei rapporti fra economia e democrazia. E propone una nuova agenda per la sinistra: dal socialismo al comunitarismo.

di Lanfranco Turci

continua: http://temi.repubblica.it/micromega-online/come-riformare-il-capitalismo-2/

gennaio 29, 2013

Giustizia è fatta.

ustica-sentenza-testimone

Ieri la sentenza: “E’ stato un missile“. Lo Stato condannato al risarcimento delle vittime.
Oggi la vignetta su il manifesto.

gennaio 29, 2013

Predappio 2

gennaio 29, 2013

Quasi centenaria operata di tumore a Roma.

QUASI CENTENARIA OPERATA DI TUMORE A ROMA, BENE INTERVENTO QUASI CENTENARIA OPERATA DI TUMORE A ROMA, BENE INTERVENTO

Anche a quasi cento anni di eta’ e’ possibile subire un delicato intervento chirurgico per la rimozione di un tumore. E’ successo a Margaret Elizabeth Abercrombie, cittadina britannica che compira’ 100 anni il prossimo 15 ottobre, operata al Policlinico Umberto I di Roma dall’equipe diretta da Fabio Procacciante.

”La paziente – spiega Procacciante – era affetta da un voluminoso tumore del colon che si era complicato con un vasto ascesso addominale ”.

L’operazione, durante la quale e’ stato rimosso il segmento di colon affetto dal tumore ha avuto luogo lo scorso venerdi’, e dopo una notte in terapia intensiva la donna e’ stata portata in reparto: ”La paziente – prosegue Procacciante – si e’ ben risvegliata dopo l’anestesia e si e’ subito informata se la massa addominale era stata asportata e se il ricongiungimento intestinale era stato fatto a regola d’arte in modo da consentirle di bere”.

gennaio 29, 2013

Una dieta ‘colorata’ riduce del 25% il rischio di Sclerosi.

Negli spinaci non solo ferro, protettivi anche contro Sla Negli spinaci non solo ferro, protettivi anche contro Sla

Seguire un’alimentazione ‘colorata’ di rosso e sfumature intense, cioe’ ricca di verdure che contengono carotenoidi, ritarda e rallenta l’esordio della sclerosi laterale amiotrofica (sla) riducendo il rischio di questa malattia.

Lo rivela uno studio della Harvard University di Boston condotto dall’italiano Alberto Ascherio e pubblicato sulla rivista Annals of Neurology.

Gli esperti hanno guardato a un enorme set di dati relativi a oltre un milione di soggetti; nel corso della ricerca oltre 1000 individui si sono ammalati di Sla. Ebbene, incrociando i dati sull’alimentazione degli individui con quelli sulle diagnosi di Sla e’ emerso che chi adotta una dieta ricca di verdure contenenti carotenoidi ha un rischio ridotto di Sla.

”Il risultato principale dello studio – spiega Ascherio all’Ansa – e’ che il consumo di cibi ricchi di carotenoidi, in particolare luteina e beta-carotene, e’ associato a un rischio ridotto di SLA. La luteina e il beta-carotene si trovano soprattutto in verdure di colore intenso, come gli spinaci, bietole, carote, etc. La riduzione del rischio osservata e’ del 25% confrontando i livelli piu’ alti di consumo con quelli piu’ bassi nella popolazione studiata”.

gennaio 29, 2013

Sarà un futuro d’inferno.

Nel 2006 Sir Nicholas Stern, economista ambientale alla London School of Economics, presentò un ormai celebre rapporto sui cambiamenti climatici commissionato dal governo britannico.

La conclusione del rapporto non lasciava adito a dubbi: i benefici di un’azione energica e immediata per limitare e mitigare il global warming superano di gran lunga il costo economico del non agire.

Le raccomandazioni di Stern non furono prese in considerazione dall’allora governo Blair-Brown e men che meno oggi dal governo “ultrafossile” di Cameron.

In margine ai lavori del Word Economic Forum di Davos, Stern ritorna sull’argomento con polemica e rammarico. Riconosce di avere sottostimato i rischi posti dal global warming e di non essere stato abbastanza netto nel delineare la minaccia posta dal clima: oceani ed ecosistemi assorbono meno carbonio del previsto e le emissioni aumentano, per cui stiamo viaggiando abbastanza spediti verso i 4-5 °C di aumento a fine secolo.

Continua a leggere: Nicholas Stern – sul Global Warming mi sono sbagliato: è molto, molto peggio