Archive for gennaio 15th, 2013

gennaio 15, 2013

manifesti al posto giusto.

iorgia Meloni, “Fratelli d’Italia”, manifesti elettorali abusivi, su avvisi funebri.

 

[via Blitz Quotidiano / Roma fa schifo (blog) – grazie a @scacorte]
gennaio 15, 2013

Che coppia di mascalzoni.

Riformisti italiani“. Lei candidata Premier, lui alla Camera dei Deputati, in tutta Italia. Insieme vogliono “rottamare la Costituzione“. Già lo sapevamo, ma vederli assieme, in questa prima foto ufficiale, è tutt’altra storia.
[via]

. 20 * COMMENTI in:

gennaio 15, 2013

Produttività, torniamo ai classici attraverso Sylos Labini.

sylos labini

Paolo Sylos Labini

di Paolo Palazzi

Sulla produttività che non cresce – e sulle politiche necessarie – occorre chiarire molti equivoci, ripartendo dai concetti di base dell’economia e dalle analisi di Paolo Sylos Labini

Continua a leggere »

gennaio 15, 2013

250 esperti in cambiamenti climatici inTasmania per stilare nuovo rapporto

Il presidente del foro scientifico di esperti Ipcc, Rajendra Pachauri Il presidente del foro scientifico di esperti Ipcc, Rajendra Pachauri

SYDNEY – Proprio mentre l’Australia e’ in preda a una devastante ondata di incendi e di temperature record, oltre 250 dei maggiori esperti di clima sono riuniti da oggi a Hobart in Tasmania per rivedere e aggiornare l’ultima bozza del prossimo rapporto di valutazione del Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (IPCC), il quinto della serie. Con la promessa di presentare conclusioni ”scientificamente difensibili”, quando il rapporto sara’ pubblicato il prossimo settembre. L’IPCC, il foro scientifico formato nel 1988 da due organismi delle Nazioni Unite, l’Organizzazione meteorologica mondiale (WMO) ed il Programma per l’Ambiente (UNEP), e’ l’organizzazione leader nel mondo per la valutazione del cambiamento climatico. I suoi rapporti, pubblicati ogni sei anni, espongono in dettaglio lo stato corrente delle conoscenze in materia. Questo quinto rapporto e’ gia’ oggetto di controversie, dopo che una sua bozza top secret e’ stata divulgata da siti internet di ‘scettici del clima’ lo scorso anno. E la riunione di Hobart raccoglie gli scienziati che presiedono la prima e la piu’ dibattuta sezione del rapporto: ‘Cambiamento climatico 2013: la scienza fisica’.

gennaio 15, 2013

In calo investimenti per rinnovabili, -11% nel 2012.

ROMA – Nel 2012 gli investimenti nelle energie rinnovabili nel mondo sono diminuiti dell’11% a causa del taglio agli incentivi deciso praticamente da tutte i Paesi piu’ sviluppati. E’ quanto riferisce il Bloomberg New Energy Finance, che registra per l’Italia una flessione del 51% a 14,7 miliardi di dollari. Secondo lo studio, lo scorso anno l’industria dell’energia verde ha stanziato 268,7 miliardi di dollari (poco piu’ di 200 miliardi di euro), contro il record di 302 miliardi del 2011. Malgrado il calo, il dato del 2012 e’ comunque il secondo della storia e vale cinque volte quello registrato nel 2004. ”Sapevamo – ha commentato il dirigente del Bnef Michel Liebreich – che il 2012 sarebbe stato al di sotto del livello del 2011, ma le voci sulla morte degli investimenti nell’energia pulita sono state comunque fortemente esagerate”.

gennaio 15, 2013

Ci risiamo col voto utile.

– “Non facciamo nessun patto, ma voglio dire una cosa che va nelle diverse direzioni. Oltre alla politica, c’é la matematica della legge elettorale. Chi non sostiene il Pd, in particolare al Senato e in alcune regioni, fa un regalo a Berlusconi”. Lo ha detto Pier Luigi Bersani. “Tradotto in politica – ha aggiunto – vuol dire che il Pd e i progressisti reggono la sfida alla destra di Berlusconi e della Lega. Questo è l’oggetto della campagna elettorale e bisogna che tutti facciano una riflessione. Ognuno si deve assumere le proprie responsabilità, non davanti a Bersani, ma davanti al Paese. Non facciamo alcun accordo con posizioni politiche che non possono dar luogo a patti”.

gennaio 15, 2013

Elezioni: bocciate liste civetta. Salvi Monti, Ingroia e M5S.

Su un totale di 219 simboli presentati, 169 sono stati ammessi e 34 sono stati ricusati, ovvero i depositanti sono invitati a sostituirli entro 48 ore. Altri 16 simboli non hanno i requisiti necessari per partecipare alla competizione elettorale per carenza di documentazione. E’ quanto rende noto il Viminale.

In sostanza, il Viminale ha invitato i depositanti dei 34 simboli ricusati a sostituirli con altri entro 48 ore. Il depositante può presentare opposizione entro 48 ore, sul quale decide, nelle successive 48 ore, l’Ufficio centrale nazionale. I depositanti di un altro contrassegno possono presentare opposizione contro la decisione del ministero dell’Interno di accettare un contrassegno che ritengano facilmente confondibile con il proprio; sulla opposizione, che deve essere presentata entro 48 ore dalla decisione, delibera l’Ufficio nazionale centrale.

VIMINALE RICUSA ‘SIMBOLO CIVETTA’ GRILLO – Il ministero dell’Interno ha deciso di ricusare il “simbolo civetta” clone di quello del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, che era stato depositato dall’ex grillino Danilo Foti. Ora, Foti ha 48 ore di tempo per modificare il suo contrassegno.