Posts tagged ‘Vasco errani’

maggio 31, 2012

Pertini, il nostro Presidente.

Il presidente dell’Emilia-Romagna Vasco Errani ha annunciato che ”il presidente Napolitano fara’ visita giovedi’ 7 giugno ai territori terremotati”. Errani aveva preannunciato, uscendo dal Quirinale, ”una bella notizia”.

marzo 17, 2012

Anche lui!!!!!

Va bene, non è una novità, direte voi. Perché dovremmo indignarci per cose che sappiamo benissimo? Dov’è la “notizia”? Be’, la notizia è questa: il presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, che ha ricevuto un avviso di fine indagine, vale a dire un preludio certo al rinvio a giudizio, si è dichiarato, sentite un po’, “una persona onesta”. Lui è “innocente”. Non ha mai favorito nessuno, tanto meno il fratello (per un finanziamento illecito di un milione di euro concesso alla cooperativa di quest’ultimo). E chiarirà al più presto la sua posizione. La “correttezza del suo operato” non è in discussione, la “verità” verrà fuori.

Speriamo!

aprile 3, 2011

Quarto conto energia: la bozza dei nuovi incentivi al fotovoltaico ancora non arriva alle Regioni

Presenteremo i nostri emendamenti al decreto attuativo del Decreto Romani non appena vedremo la bozza che è stata preparata, la stiamo attendendo“. Così si è epresso ieri Vasco Errani, Presidente della Conferenza delle Regioni, al termine dellincontro di ieri.

Abbiamo già visto le opinioni emerse e le problematiche di alcune Regioni, legate al settore delle energie rinnovabili. E’ evidente , dunque, che il Governo, pur avendo promesso di presentare quanto prima il testo alle Regioni, si trovi adesso in ritardo e speriamo, comunque, che il testo del Quarto Conto Energia sia approvato, come promesso dal Ministro Prestigiacomo, entro il 10 Aprile. Anche il Ministro Romani ha assicurato che il Governo sta lavorando alacremente per rispettare le scadenze. Ce lo auguriamo anche noi e, senza dubbio, anche gli imprenditori dellle energie rinnovabili e del fotovoltaico in particolare, fortemente penalizzati dal protrarsi di un periodo di incertezza normativa dopo l’approvazione del decreto Romani.

dicembre 1, 2010

Emergenza rifiuti in Campania: le Regioni solidali danno una mano ed evitano la catastrofe

 

Le regioni italiane hanno detto sì alla richiesta del governo italiano di aiutare la Campania a smaltire i rifiuti che hanno invaso Napoli e provincia; e si sono impegnate a ricevere 600.000 tonnellate al giorno di immondizia per un periodo di tre mesi. I ritmi e le modalità, così come la quantità di rifiuti che ogni regione sosterrà verrà stabilito da un piano tecnico.

L’unica regione a sottrarsi alle proprie responsabilità (visto che anche il nord ha sversato rifiuti al sud per anni e continua a farlo) è il Veneto, guidato da Luca Zaia, l’unico a sconfessare la compattezza unanime del fronte solidale.
Alla fine, comunque, a vincere questa battaglia è la maggioranza delle regioni solidali; in primis la Puglia:
“Di fronte a qualunque crisi, le Regioni fanno la loro parte e questo è un motivo di orgoglio. – ha commentato Nichi Vendola, che ha firmato anche l’accordo per il Piano di rientro sanitario 2010-2012 della sua Regione – La riunione di oggi, che è stata così veloce, dice che le Regioni hanno amor di patria. Napoli è una risorsa per il Paese, se piange devono sentire tutti questo dolore” .

Intanto, Vasco Errani, presidente della Conferenza delle Regioni, ha evidenziato come sia “indispensabile – da parte delle Regioni – la dichiarazione dello stato di emergenza per dare una risposta strutturale e definitiva alla questione”.

marzo 26, 2010

Emilia-romagna quattro candidati presidente.

Sono quattro i candidati alla carica di presidente della Regione Emilia Romagna per le prossime elezioni. Si tratta di Vasco Errani, governatore uscente, candidato per il centrosinistra e sostenuto da un vasto schieramento che va dal Pd a Di Pietro, da Rifondazione Comunista ai Comunisti italiani.
  Per il centrodestra la candidata e’ Anna Maria Bernini, deputato Pdl, sostenuta dal Pdl, dalla Lega Nord e da La Destra-Autonomia.
  Gli altri candidati sono Gian Luca Galletti, deputato Udc sostenuto dal suo partito; e Giovanni Favia, per il Movimento Beppegrillo.it . Domenica e lunedi’ prossimi in Emilia Romagna sono chiamati alle urne 3.469.944 elettori. (AGI) Forza Giovanni.

gennaio 12, 2010

Le ultime sui candidati alla presidenza per le elezioni regionali di marzo.

 

Il quadro dei candidati alla presidenza delle regioni interessate al rinnovo del consiglio  comincia a delinearsi, pur lasciando delle incertezze in alcune regioni come la Campania e la Puglia. Vediamo quindi un aggiornamento

PIEMONTE – il Pd sembra ormai certo che il presidente uscente, Mercedes Bresso sia ricandidata. Si fa strada anche la candidatura del sindaco di Torino Chiamparino gradito dall’UDC nel caso decidesse di entrare nella coalizione di centrosinistra.  Il Pdl dall’altro versante è intenzionato a  indicare il nome dell’attuale sottosegretario alla Difesa, Guido Crosetto, in corsa anche l’esponenete leghista Roberto Coda o anche Enzo Ghigo.

LOMBARDIA – Roberto Formigoni sarà sicuramente ricandidato per il centrodestra, nonostante la lega di Bossi faccia  i nomi di  Giorgetti. Il centro sinistra potrebbe dal suo lato nominare come candidato Pietro Ichino, oppure l’ex presidente della Provincia, Filippo Penati. Bruno Tabacci potrebbe scendere in campo per l’UDC.

LIGURIA- nessuna sorpresa per la ricandidatura dell’attuale presidente Claudio Burlando, mentre il centro destra sarebbe intenzionato a schierare Sandro Biasotti.

EMILIA-ROMAGNA – Di nuovo per il centro sinistra la candidatura per la terza volta di Vasco Errani, mentre il centrodestra schiererebbe Giancarlo Mazzucca o in alternativa a la deputata Isabella Bertolini. L’UDC, che dovrebbe correre da solo dovrebbe schierare Gian Luca Galletti.

TOSCANA – Non riconfermato per la terza volta invece Claudio Martini del Pd per cui può essere sostituito dal candidato Enrico Rossi.  Il Pdl potrebbe fornire come nome invece, Denis Verdini. L’UDC dovrebbe correre da solo mentre i Radicali schierano il fotografo Oliviero Toscani.

UMBRIA – Anche in questa regione terza candidatura l’uscente Rita Lorenzetti del partito democratico, che sfiderà alle primarie del 17 gennaio Mauro Agostini. Il centro destra potrebbe candidare  Luisa Todini o Fiammetta Modena o il sindaco di Assisi Claudio Ricci.

MARCHE – Si schiera di nuovo il presidente uscente Gian Mario Spacca del centro sinistra, che pare potrà contare anche sull’appoggio dell’UDC.  Contro di lui Mario Baldassarri  del centro destra, ma si fanno anche i nomi di Stefano Aguzzi, sindaco di Fano e di Remigio Ceroni e  Carlo Ciccioli.

LAZIO – Quasi certa la candidatura di Emma Bonino per il centro sinistra che ha ricevuto l’OK di bersani, di Ignazio Marino e Michele Meta.  Renata Polverini del sindacato UGL, corra per il centrodestra col probabile appoggio dell’UDC

CAMPANIA –Dovrebbero sfidarsi alle primarie per il centrosinistra  Vincenzo De Luca e dell’assessore ai Trasporti della Regione, Cascetta.  Il Pdl dopo la caduta della candidatura di  Nicola Cosentino sembra orientato a candidare Stefano Caldoro o in subordine il presidente degli industriali napoletani Gianni Lettieri. Sembra definitivamente tramontata la candidatura di Gianfranco Rotondi. L’UDC non ha ancora assunto nessuna decisione. Potrebbe correre da solo. Intanto il PSI ha ufficializzato la sua adesione al cartello del centrosinistra.

PUGLIA – Ancora incerta la ricandidatura del governatore Nichi Vendola che comporterebbe la rinuncia all’alleanza con l’Udc.  Sembra farsi strada l’ipotesi delle primarie che vedrebbe i due candidati del centrosinistra  Vendola e Francesco Boccia. Il Pdl candida Stefano Dambruoso, che metterebbe in discussione la candidata Adriana Poli Bortone. In corsa per il PDL anche Antoni Distaso.L’UDC disponibile all’intesa con il PD se il candidato presidente dovesse essere Boccia.

BASILICATA – Per il centro sinistra si ricandida il governatore uscente Di Filippo col probabile accordo con l’UDC. Il centrodestra candida invece Attilio Martorano.

CALABRIA –Incerta anche la posizione del presidente uscente Agazio Loiero in quanto alcuni del Pd vorrebbe sostituirlo con Marco Minniti.Le primarie sono già convocate per il 17 gennaio. Anche il centrista Occhiuto si candida. Il centrodestra mette in campo invece Giuseppe Scopelliti. Pippo Callippo si candida per Idv e movimenti della società civile.

VENETO – Quasi certa la corsa in solitario per il centrodestra di Luca Zaia in sostituzione del governatore uscente Galan. Prende piede l’alleanza antilega che conprende tra le file del centrosinistra anche l’UDC, in tal caso il candidato dovrebbe essere il centrista Antonio De Poli.