Posts tagged ‘vanity fair’

dicembre 28, 2011

Su Marco travaglio avevo ragione.

 

MARCO TRAVAGLIO/ Intervista di Vanity Fair: Sono di destra e filoisraeliano

MARCO TRAVAGLIO INTERVISTA VANITY FAIR – La rivista Vanity Fair mette in copertina oggi il giornalista Marco Travaglio. All’interno servizio fotografico e intervista. In cui Travaglio dice di essere politicamente conservatore, ma non riesce a riconoscersi nella destra italiana.

Fosse all’estero allora sì. Gli elettori di destra italiani sono uguali ai politici di destra, all’estero sono meglio, Invece gli elettori di sinistra sono meglio della classe dirigente di sinistra, sono più aperti. Nel centro sinistra però ha trovato qualche politico che rappresentava i valori della destra in cui lui crede: ad esempio Prodi. Se avesse fatto il 68, dice ancora, non ha dubbi: si sarebbe schierato dalla parte della polizia contro i contestatori. Odia i radical chic dice. Va pazzo per il cancelliere tedesco Merkel. Per cui non va molto d’accordo con Santoro che è ancora sessantottino e poi è filo palestinese, mentre Travaglio è filo israeliano. E ancora: Santoro è filo libertario, lui è giustizialista: se rubi, devi andare dritto in galera. Poi un po’ di gusti personali di Travaglio. In campo musicale, va matto per la disco music anni 70, artisti come Bee Gees, Abba e Gloria Gaynor (al che l’intervistatrice gli fa notare che sono tutte icone gay).

Mia figlia influenzata mi ha chiesto di comprarle il fatto. Mi sono rifiutato perchè non mi va di finanziare la stampa di destra, anche se finge di stare a sinistra. Bene! Questa intervista ha confermato le mie convinzioni.

febbraio 28, 2011

Una nuova teste accusa Berlusconi

Il presidente del Consiglio ha ripetuto in numerose occasioni di non avere mai pagato una donna per avere prestazioni sessuali. Non la pensa così la giovane T.N, 21 anni, che racconta ai magistrati Boccassini e Sangermano di quanto accadeva nella sala del Bunga Bunga, dei regali avuti da Berlusconi, dello “stress” manifestato dalle ragazze per i rapporti sessuali con il premier. Tante ammissioni e troppi vuoti di memoria invece nei verbali di Nicole Minetti. L’ex igienista dentale del premier racconta la notte in questura tra il 27 e il 28 maggio e le cene ad Arcore . L’interrogatorio inizia con la richiesta di conferma a Nicole Minetti delle due interviste rese dalla Consigliera regionale al Giornale e a Vanity Fair proprio nei giorni di gennaio in cui i pm inoltrarono alla Giunta per le autorizzazioni di Montecitorio la richiesta di perquisizione degli uffici di Giuseppe Spinelli, con conseguente pubblicazione dei contenuti su tutti i giornali. Minetti conferma il contenuto delle due interviste, con una precisazione che riguarda i rapporti sessuali avuti con Berlusconi. Il Cavaliere, intanto, affila le armi per far fronte all’emergenza Ruby e punta dritto sul nuovo bavaglio per annullare il potere probatorio delle intercettazioni relative all’inchiesta di Milano. Con un emendamento che, probabilmente, verrà votato in commissione Giustizia già questa settimana quando riprenderà l’esame del ddl.