Posts tagged ‘unioni civili’

ottobre 23, 2013

Profondo sud.

Un importante risultato è stato raggiunto a Torre del Greco, dove lo scorso 13 settembre 2013 il Consiglio Comunale ha approvato l’istituzione del Registro delle Unioni Civile. Tale registro permetterà anche alle persone non legate da vincoli di legge di accedere a diritti fondamentali finora riservati alle sole coppie sposate. Tra gli altri nuovi diritti garantiti alle nuove coppie si evidenziano: l’accesso, con pari diritti, alle graduatorie per l’ottenimento dei agevolazioni riservate ai nuclei familiari, e per l’assegnazione di alloggi pubblici ; possibilità di ottenere informazioni mediche e di assistere il convivente nella strutture sanitarie; possibilità di ottenere  la medesima classe di rischio nell’adozione di un assicurazione RC auto prevista per il convivente.
Il registro delle unioni civili è stato fortemente voluto da SEL,  in quanto segnale concreto di civiltà e progresso, di avanzamento  dei diritti  civili. Esso rappresenta un primo passo non solo simbolico per il pieno riconoscimento delle coppie di fatto. Per fornire tuttavia un quadro normativo più organico  è necessario approvare una legge nazionale che fornisca tali coppie di diritti eguali su tutto il territorio italiano. Per tale ragione SEL ha avviato una battaglia politica in parlamento che intende proseguire fino alla definitiva approvazione del provvedimento, il quale avvicinerebbe l’Italia agli altri paesi  europei, più avanti di noi su questo terreno, ma anche alla conservatrice America.
L’approvazione del registro ha avuto un  percorso lungo e difficile, anche perché si sono dovuti  fugare dubbi, perplessità e pregiudizi, un percorso iniziato con l’approvazione unanime in seno alla Commissione Pari Opportunità.
L’esecutività del Registro è immediata, con tale azione un piccolo passo è stato fatto per migliorare la convivenza civile in città. Molto resta da fare in questo e in altri campi, si spera nella collaborazione tra le varie forze politiche per riportare la vivibilità cittadina a livelli accettabili.
maggio 22, 2013

Genova dice sì alle unioni civili. Approvato il registro delle coppie di fatto


Sei mesi di lavoro, un numero infinito di riunioni di commissione e qualche mal di pancia all’interno dell’ala cattolica del Pd. Ieri l’ultimo, lungo dibattito, l’ostruzionismo delle minoranze, poi il voto alle 23. Soddisfato il sindaco: “E’ un impegno mantenuto”. Il regolamento disciplina in modo diverso i rapporti deVisualizza altro

agosto 29, 2012

Milano: dopo le unioni civili arriva il testamento biologico.

Milano testamento biologico
Si è appena spenta l’eco per la travagliata approvazione a Milano del registro delle unioni civili, arrivata dopo spaccature nella maggioranza e polemiche con il mondo cattolico, ed ecco che la giunta guidata da Giuliano Pisapia mette in campo una Carta dei diritti del malato che prevede, tra le altre cose, anche l’introduzione di un registro per il fine vita, il cosiddetto testamento biologico.

Se ne discuterà nei prossimi giorni, ma la Carta dei diritti del malato è già nero su bianco e prevede 14 punti che riguardano tempi e attese, diritto ad essere informati e, al punto 13, il diritto “alla manifestazione anticipata delle direttive di fine vita”. Il Comune di Milano è intenzionato a proseguire sulla strada dei diritti civili e “indicare la direzione su questo terreno”, per dirla con le parole dell’Assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino, lo stesso che un mese fa ha proposto di allargare il diritto di voto ai referendum anche agli immigrati. Ma il testamento biologico è un tema caldissimo che tocca inevitabilmente dividerà le coscienze.

Continua a leggere: Milano: dopo le unioni civili arriva il testamento biologico