Posts tagged ‘UIL’

Mag 2, 2013

Concerto I° Maggio.

settembre 10, 2012

Angeletti: “Un autunno drammatico si perderanno mille posti al giorno”

Luigi Angeletti è il segretario della Uil (Foto d’archivio)I mesi che ci aspettano sul fronte del lavoro saranno peggiori di quelli passati: il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti lancia l’allarme sulla situazione occupazionale e sulle prospettive per l’autunno e avverte: «perdiamo 1.000 posti al giorno». Gli ultimi dati diffusi dall’Istat (tasso di disoccupazione al 10,7% e oltre 2,7 milioni di senza lavoro a luglio, il picco più alto dal 2004, inizio delle serie storiche) rischiamo di essere superati in peggio nei mesi che verranno se non si metteranno in campo a breve politiche per la crescita.

gennaio 4, 2012

Sosteniamo la giuts lotta dei sindacati (finalmente) uniti.

La Cgil contro Cisl e Uil,

La Cgil anche oggi torna a chiedere al governo Monti un piano per il lavoro e di non convocare separatamente i sindacati al tavolo delle trattative come già aveva fatto ieri. Il maggior sindacato italiano su twitter ritorna sulla questione e chiede a Monti di parlare chiaro e individuare “obiettivi e strumenti” se realmente è interessato ad un accordo con i sindacati, per la Cgil questo “è solo buon senso altrimenti è solo tutto fumo per decidere da soli”. Il sindacato della Camusso, risponde anche a chi li aveva accusati di voler ritornare alla concertazione degli anni 90, affermando che le cose importanti sono due, che ci sia “un confronto serio e onesto” e che i tre sindacati arrivino alla concertazione con una posizione comune.

La Cgil, oggi, infatti, si rivolge anche direttamente a Cisl e Uil, invitando gli altri due sindacati confederali a trovare una linea comune altrimenti si rischia di essere poco coerenti, “bisogna concordare uno spartito, non si può chiedere ogni giorno concertazione e poi accettare di fare i solisti stonati”, sono le parole che la Cgil tramite un twitter indirizza agli altri due maggiori sindacati italiani. Una vera e propria presa di posizione dopo le parole di ieri di Bonanni e Angeletti che si erano dimostrati più possibilisti ad un confronto separato con il Governo, sottolineando che la forma del confronto tra Governo e sindacati non è importante, ciò che è importante è la sostanza e cioè che il Governo accolga le proposte delle parti sociali.

dicembre 21, 2011

Gli effetti benefici del governo Monti.

novembre 29, 2011

L’arroganza senza fine della Fiat.

Fiat, il tavolo comincia senza la Fiom
Landini: “Hanno perso la testa”

E’ iniziata all’Unione Industriale di Torino la trattativa tra Fiat e sindacati metalmeccanici. Al tavolo non c’è la Fiom che ha lasciato un osservatore. Il segretario Maurizio Landini ha infatti abbandonato il tavolo tra sindacato e Fiat: “Siamo ad una situazione paradossale – ha detto Landini lasciando i locali – la delegazione della Fiom non può entrare, per questo anch’io esco sperando di poter rientrare poi con la mia delegazione. In ogni caso abbiamo lasciato un osservatore al tavolo di trattativa. La Fiat – ha concluso Landini – sta perdendo la testa ancora prima di cominciare, non mi era mai capitato di essere invitato ad una trattativa e a non poter entrare. Se l’azienda voleva dare un segnale, ci è riuscita”. Per parte sua la Fiat si è detta “dispiaciuta che la trattativa sia iniziata senza la presenza di Maurizio Landini”.

A chi crede che la classe operaia non esiste più  la Fiat manda un seganel inequivocabile: gli operai vanno divisi ed umiliati.  Perchè CISL e UIL non sono solidali con la CGIl. Allora chi è che non vuole l’uità sindacale?La CGIL o gli altri?

settembre 5, 2011

Manovra: allo sciopero generale CGIL aderiscono anche iscritti CISL e UIL.

Il 63,7% dei lavoratori dipendenti intervistati su un campione rappresentativo del mondo del lavoro dipendente condivide i motivi dello sciopero generale della CGIL di domani, 6 settembre. Tra gli intervistati l’81,6% sostiene di essere informato sullo sciopero, mentre l’82,1% esprime un giudizio negativo sulla manovra finanziaria del governo. Le stesse persone ammettono di essere molto preoccupate degli effetti attuali e futuri della crisi economica e ben il 62,7% dichiara di avere paura di poter perdere il proprio posto di lavoro. Sempre dalle risposte del campione, apprendiamo che l’84,2% degli intervistati (tutti lavoratori dipendenti pubblici e privati) è stato costretto a ridurre i consumi perché lo stipendio (o il salario) è insufficiente.

agosto 24, 2010

Qualcosa di sinistra.

Domani alle 12,30 a Melfi, sit in del Partito Socialista Italiano davanti allo stabilimento Fiat per chiedere il rispetto della sentenza del giudice sul reintegro dei tre lavoratori licenziati dalla casa automobilistica torinese. L’iniziativa, promossa dalla Federazione Giovanile Socialista, vedra’ la partecipazione di una delegazione guidata dal coordinatore della segreteria nazionale PSI Marco Di Lello, dal segretario della Fgs Luigi Iorio, dal responsabile del Dipartimento organizzazione Lello Di Gioia, dal segretario regionale lucano Livio Valvano e dal capogruppo in Consiglio regionale della Basilicata Rocco Vita. Prima del sit in, la delegazione socialista incontrera’ alle 10 a Potenza i vertici della Uil della Basilicata e alle 12 a Melfi quelli della Cgil.

luglio 20, 2010

Vertenza IrisBus: quando funziona la concertazione.

E’ stato raggiunto l’accordo tra vertici aziendali e Organizzazioni Sindacali in merito alla vertenza IrisBus. Nel primo pomeriggio Fiom, Fim, Uilm, Ugl-Metalmeccanici e Fismic hanno sottoscritto con le Rsu ed i dirigenti l’accordo quadro che prevede il mantenimento del livello occupazionale presso lo stabilimento di Valle Ufita ovvero 700 posti di lavoro salvati e tutelati.
“Un passo importante è stato compiuto – commenta Giovanni Cicchella, segretario provinciale dell’Ugl-Metalmeccanici – perchè non solo siamo riusciti ad ottenere il livello occupazionale ma anche perchè dei 230 esuberi di cui l’azienda ci aveva annunciato, oggi siamo riusciti a ridurre la messa in mobilità tant’è che abbiamo deciso di concerto con l’azienda che dal primo ottobre 2010 al 31 dicembre 2011 andranno in mobilità 135 lavoratori in quanto prossimi alla pensione e quindi ci sarà un accompagnamento al prepensionamento.

Come dire: quando funziona la concertazione fra sindacati e impresa si possono risolvere i problemi di entrambe le parti senza danneggiare nessuno.Questa lezione porta a concludere che gli accordi senza politici fra i piedi funzionano.

luglio 10, 2010

Il PD Irpino si accorge che esistono anche gli operai.

 Caterina Lengua, in merito alla vertenza FMA e alla crisi occupazionale in provincia di Avellino ha detto:”Il Partito democratico intende spendersi fino in fondo sulla vertenza della FMA di Pratola Serra, non solo per testimoniare la vicinanza ai problemi dei lavoratori, ma per contribuire a determinare concretamente le condizioni necessarie per una prospettiva produttiva ed occupazionale. E’ necessario , però, verificare che gli impegni assunti dal gruppo FIAT per Pomigliano d’Arco, vengano mantenuti. Ci fa piacere sapere che il Pd Irpino si è finalmente accorto che in Irpinia esistono gli operai, la cassa integrazione, la crisi economica. Era ora. Speriamo che alle parole seguano i fatti e la smettano di lasciare alla destra ogni iniziztiva su questo fronte.

luglio 2, 2010

Franco de Feo segretario UIL e socialista.

Si è tenuto ieri mattina al Centro Sociale “Samantha Della Porta” l’incontro del Comitato Direttivo della Uil. La discussione ha riguardato la crisi che attanaglia il settore produttivo ed occupazionale della provincia. Vi hanno partecipato il segretario generale della Uil di Avellino Franco De Feo con i relativi segretari provinciali, presente anche il segretario confederale nazionale Antonio Foccillo. Il segretario De Feo ha dichiarato: “Il direttivo di questa mattina è stata occasione di riflessione e discussione su questioni che riteniamo di vitale importanza per il futuro della nostra provincia. L’Irpinia vive un momento di crisi profonda che a quanto pare non ha ancora raggiunto il picco massimo. Nella nostra provincia gli ultimi dati parlano di 80mila disoccupati e oltre 2000 cassintegrati, numeri enormi se pensiamo alla popolazione irpina”. De Feo infine conclude: “La Uil farà di tutto per far ricominciare a correre l’Irpinia. Il sindacato continuerà come fatto finora in attività di mobilitazione, discussione e coinvolgimento delle parti sociali, per tutelare i lavoratori e le famiglie di questa provincia”.Di farnco De feo apprezziamo la serietà e la coerenza ma anche la fedeltà all’idea socialista.

Di questi tempi è un grande merito rimanere fedele ad un’idea quando, da un posto di potere qual’è quello di segretario generale di un sindacato,   sarebbe molto più comodo migrare in una formazione politica più potente.