Posts tagged ‘tumore al colon’

luglio 6, 2013

Carni rosse rischiose per persone affette da tumore al colon.

Le persone affette da tumore al che continuano a mangiare o insaccati hanno un maggior rischio di morire per la malattia. Lo ha scoperto uno studio dell’American Cancer Society pubblicato dal Journal of Clinical Oncology. I ricercatori hanno studiato oltre 23mila pazienti, scoprendo che quelli che dopo la diagnosi continuavano a mangiare cinque volte la settimana avevano un rischio maggiore del 79% di morire per il tumore.colon retto tomori 300x203 Carni rosse rischiose per persone affette da tumore al colon La ricerca ha anche confermato che i maggiori mangiatori di carne prima della diagnosi avevano anche una probabilita’ maggiore di morire precocemente in generale. “Anche se questo non prova che le facciano male alla salute – concludono gli autori – rafforzano la convinzione che c’e’ un legame tra il loro consumo eccessivo e la salute del “.

gennaio 29, 2013

Quasi centenaria operata di tumore a Roma.

QUASI CENTENARIA OPERATA DI TUMORE A ROMA, BENE INTERVENTO QUASI CENTENARIA OPERATA DI TUMORE A ROMA, BENE INTERVENTO

Anche a quasi cento anni di eta’ e’ possibile subire un delicato intervento chirurgico per la rimozione di un tumore. E’ successo a Margaret Elizabeth Abercrombie, cittadina britannica che compira’ 100 anni il prossimo 15 ottobre, operata al Policlinico Umberto I di Roma dall’equipe diretta da Fabio Procacciante.

”La paziente – spiega Procacciante – era affetta da un voluminoso tumore del colon che si era complicato con un vasto ascesso addominale ”.

L’operazione, durante la quale e’ stato rimosso il segmento di colon affetto dal tumore ha avuto luogo lo scorso venerdi’, e dopo una notte in terapia intensiva la donna e’ stata portata in reparto: ”La paziente – prosegue Procacciante – si e’ ben risvegliata dopo l’anestesia e si e’ subito informata se la massa addominale era stata asportata e se il ricongiungimento intestinale era stato fatto a regola d’arte in modo da consentirle di bere”.

giugno 5, 2011

L’estratto di mela Annurca previene i tumori.

L’estratto di mela Annurca aiuterebbe a prevenire la formazione dei polipi nell’intestino e quindi il tumore al colon. La speranza arriva da una ricerca del Policlinico S. Orsola-Malpighi di Bologna in collaborazione con il Centro di Ricerca Biomedica Applicata, del Baylor University Medical Center e della University of Texas MD Anderson. Lo studio è stato coordinato dal dottor Luigi Ricciardiello e pubblicato su “Cancer Prevention Research”.

L’estratto di mela Annurca, infatti, fornirebbe preziosi antiossidanti in grado di combattere i polipi intestinali, spesso avvisaglie dei tumori al colon.

luglio 27, 2010

Tumori al colon scoperta la molecola che diffonde la metastasi da ricercatori italiani.

Si chiama semaforina E3 ed è una molecola che regola la produzione di metastasi nel melanoma e nel tumore al colon retto. La scoperta è in uno studio di un team dell’Istituto per la ricerca e la cura del cancro di Candiolo, in provincia di Torino. “La semaforina agisce proprio come una chiave, una volta inserita nella serratura apre la porta alle metastasi. Bloccandola si può evitare che il cancro si diffonda nell’organismo”, spiega il professor Luca Tamagnone, autore della ricerca pubblicata sul Journal of Clinical Investigation.

La scoperta di questa famiglia di molecole rappresenta un passo in avanti nella cura della malattia. Le semaforine, infatti, regolano il movimento delle cellule, anche quelle ‘anomale’, e sono molto abbondanti nei tumori invasivi che formano metastasi. E la E3, in particolare, ha dimostrato di essere un ottimo indicatore.

Il trial clinico è ancora lontano. Per adesso l’esperimento è stato condotto in laboratorio su cavie. “Abbiamo osservato – spiega Tamagnone – che negli animali con melanoma e tumore del colon retto la semaforina, se presente in grandi quantità, agiva proprio come un segnale di via alla formazione delle metastasi. Bloccandola con un’altra semaforina modificata, anch’essa ricreata in laboratorio, il tumore smette di diffondersi e di contagiare altri organi”. Va detto però che questo ‘bloccante’, così come è, ha molti difetti: non può funzionare nell’uomo, è molto difficile da produrre e non è stabile. (repubblica.it)

maggio 9, 2010

Un’ampia metanalisi non ha rilevato aumenti di rischio significativi per il consumo di queste bevande

Un’ampia metanalisi non ha rilevato aumenti di rischio significativi per il consumo di queste bevande.
Il consumo di grandi quantità di caffè e di bevande gassate dolcificate non è associato a un maggior rischio di cancro del colon secondo un’ampia metanalisi pubblicata online dal Journal of the National Cancer Institute.

Alcuni studi in passato avevano suggerito che il caffè e il tè potessero diminuire il rischio di tumore, mentre altri concludevano il contrario. Il tè, per esempio, contiene antiossidanti che in teoria potrebbero prevenire l’insorgenza di neoplasie, ma contengono anche poliamine, che possono promuoverla. D’altra parte, il consumo di bevande gassate è associato all’aumento di peso, all’obesità e ad altre condizioni potenzialmente in grado di aumentare il rischio di tumori.(liquidarea)