Posts tagged ‘the doors’

maggio 8, 2011

Light my fire – The doors – Buonanotte compagni.

Light My Fire è una canzone originariamente registrata dai The Doors per il loro album omonimo nell’agosto 1966, e pubblicata come singolo nel 1967.

La canzone nacque da una composizione non terminata di Robby Krieger, che gli altri membri del gruppo decisero di espandere. La canzone che fu realizzata, lunga oltre sei minuti, fu notevolmente abbreviata per rendere più proponibili i passaggi radiofonici. Tuttavia il gruppo ha sempre affermato di preferire la versione originale presente nell’album.

Il singolo trascorse tre settimane in vetta alla classifica statunitense Billboard Hot 100. L’anno seguente il singolo fu ripubblicato, ed arrivò alla posizione 87. La composizione del brano è accreditata ai The Doors, ma nello specifico la prima parte della canzone fu scritta da Robby Krieger, mentre la seconda da Jim Morrison.[1] Una versione live del brano fu inserita nell’album del 1983 Alive, She Cried, la prima di una serie di raccolte dal vivo del gruppo, in cui Light My Fire fu inclusa.

gennaio 28, 2011

The doors – Morrison Hotel – Buonanotte compagni.

Morrison Hotel è il quinto album dei The Doors pubblicato come disco in vinile nel febbraio del 1970, prodotto da Paul A. Rothchild.

Morrison Hotel segna il ritorno dei Doors verso atmosfere più hard rock e blues. L’album nonostante non abbia avuto singoli di particolare successo, ebbe un buon impatto su quasi tutta la schiera di fan. Infatti sul disco viene data molta più importanza alla musica ed agli arrangiamenti, piuttosto che ai testi, cosa che ai fan della prima ora non andò giù, essendo questo una sorta di “tradimento” da parte del gruppo che loro avevano incarnato come pilastro della musica ribelle.

Gli effetti di questa cura negli arrangiamenti si sentono soprattutto sul pezzo Roadhouse Blues, mentre il misticismo è la base di pezzi come Waiting for the Sun, Queen of the Highway, e Indian Summer. Ship of Fools e Land Ho! trovano il perfetto bilanciamento tra gli arrangiamenti più rock e la veste narrativa dei testi. Peace Frog è la canzone più politica e controversa dell’album e documenta l’agitazione statunitense della fine degli anni sessanta. Blue Sunday è una ballata riposante, mentre The Spy è un lento blues che indica già la direzione che avrà il successivo album L.A. Woman. L’album raggiunse la posizione numero 4 nella classifica Billboard mentre il singolo You Make Me Real / Roadhouse Blues raggiunse la posizione numero 50 in quella dei singoli, grazie alle buone vendite dell’album Morrison Hotel i The Doors si aggiudicarono il quinto disco d’oro consecutivo che poi divenne di platino.(quando si è stanchi Wikipedia risolve tutti i problemi)

novembre 12, 2010

The doors – The end – Buonanotte compagni.

Nel 1969 Morrison disse: “Tutte le volte che ascolto questa canzone, significa qualcosa per me. Cominciava come una canzone d’addio probabilmente per una ragazza, ma potrebbe essere vista come un addio a un tipo d’infanzia. Sinceramente non lo so. Io penso che sia sufficientemente complesso e universale nella sua immaginazione che possa essere quasi qualcosa che si vuole”.

Nel film Apocalypse now di Francis Ford Coppola la canzone viene inserita nella scena iniziale e nella scena madre finale come colonna sonora. Infatti la scena iniziale è introdotta dal suono del rotore di un elicottero, e pertanto in alcune registrazioni della canzone è incluso.

marzo 9, 2010

Buonanotte compagni.The doors.

Silviuccio questa notte avrà ancora il sonno agitato, se dormirà. Che vuoi fare sono i rischi del mestiere. Dittatori si nasce, non si diventa. … e con quell’armata Brancaleone di ladri, escort, ruffiani, millantatori, piduisti il mestiere di dittatore viene proprio male. La classe operaia alla fine va sempre in paradiso e i ricchi, muoiono dannati, all’inferno.

Buonanotte compagni, questa notte dormirò bene anche perhè mi sono alzato alle cinque per andare a lavorare.

Questa sera vi propongo u pezzo dei Doors del 1967.I The Doors sono stati un gruppo musicale rock statunitense, fondato nel 1965 da Jim Morrison (cantante), Ray Manzarek (tastierista), Robby Krieger (chitarrista) e John Densmore (batterista), e scioltosi definitivamente dopo otto anni di carriera effettiva nel 1973[4], due anni dopo la morte di Jim Morrison (avvenuta il 3 luglio del 1971). Sono considerati fra i gruppi più influenti e controversi della musica rock, alla quale hanno unito con successo elementi blues, psichedelia[1] e jazz[5][6]. Molti dei loro brani, come Light My Fire, The End, Hello, I Love You e Riders on the Storm, sono considerati dei classici assoluti e sono stati reinterpretati da numerosi artisti delle generazioni successive.”The end” E’ una canzone maledetta che è stata spesso oggetto di censura.In compenso vi propongo  “Light my fire” un successo assoluto. questa volta veramente buonanotte.