Posts tagged ‘taxi’

febbraio 27, 2012

Trasporto creativo.

asino

Un singolare servizio gratuito di TACSI, sigla che sta per Trasporto asinino per spesa intelligente, è stato attivato a Godega Sant’Urbano, in provincia di Treviso, per aiutare gli anziani che hanno difficoltà a trasportare le buste a fare la spesa. Sarà possibile usufruirne su prenotazione, telefonando alla Pro Loco allo 0438.38363, da oggi 27 febbraio e fino al 2 marzo.

Pensato per aiutare gli anziani, ma anche per riscoprire la lentezza. Come ha sottolineato Vinicio Bernardi, assessore alla Fiera di Godega:

L’Asino Tacsi vuole essere una proposta di aiuto concreto per le piccole difficoltà quotidiane di spostamento e di trasporto, oltre ad essere un mezzo di trasporto non inquinante ed offrire la possibilità di conoscere da vicino il quadrupede e apprezzare quella che è la sua lentezza nei movimenti. L’AsinoTacsi è a disposizione degli abitanti di Godega non solo per il trasporto della spesa, ma anche per la pulizia del giardino di casa. Dell’asino apprezzo la sua lentezza ma anche la sua tenacia e la sua caparbietà, doti nelle quali mi riconosco.

Anche per accompagnare i bambini a scuola, bando ai SUV e sì all’Asinobus, simile al Piedibus ma con le file di bambini guidate da un asino. Per il sindaco di Godega Sant’Urbano, Alessandro Bonet, è tempo di ripensare i nostri stili di vita frenetici ed inquinanti, recuperando sobrietà e lentezza.

gennaio 14, 2012

Taxi banana.

aprile 21, 2010

Auto elettriche, Better Place: la batteria si cambia in 1 minuto e 13 secondi

Lunedì 26 aprile 2010 potrebbe essere un giorno importante per la storia della mobilità elettrica nel mondo: l’azienda israeliana Better Place, infatti, effettuerà il primo test su strada del suo sistema per lo scambio robotizzato della batteria nelle auto elettriche, che potete vedere nel video diffuso dalla stessa Better Place.

Il test avverrà a Tokyo, in collaborazione con Nihon Kotsu, il maggiore operatore di taxi in Giappone. La prova prevede che un veicolo elettrico passi attraverso la “stazione di servizio” di Better Place, venga posizionato su un apposito ponte robotizzato e, sempre con una procedura automatizzata, venga sostituita la batteria scarica con una fresca di ricarica.

Il tutto, afferma Better Place, in poco più di un minuto. Anche se fossero dieci sarebbe già un ottimo risultato, in grado di competere (costi permettendo) con il sistema “classico” di ricarica per i veicoli elettrici: la colonnina.(ecoblog)