Posts tagged ‘tasso di disoccupazione’

gennaio 19, 2011

Si aggrava la disoccupazione giovanile arrivata a due milioni di unità.

  Il lavoro per i giovani nel nostro Paese è ormai una chimera. A confermarlo è l’Istat nell’indagine “Noi Italia” del 2011. Tra le cifre fornite dall’Istituto di statistica, però, il fenomeno della disoccupazione giovanile mostra stavolta la sua faccia forse peggiore: l’assenza di speranza per un futuro migliore.

Secondo l’Istat, infatti, il tasso di disoccupazione tra i 15 e i24 anni) “è pari al 25,4 per cento, in aumento di oltre quattro punti” rispetto al 2008 “e superiore a quello medio dell’Unione europea (19,8 per cento)”. A colpire, però, è soprattutto il numero dei giovani che abbandonano gli studi e non cercano lavoro. L’Italia è prima in Europa per numero di giovani che abbandonano gli studi e che non lavorano dai 15 ai 30 anni.(rassegna.it)

dicembre 1, 2009

sarà un futuro d’inferno.

L’Italia torna sopra quota due milioni di disoccupati, per la prima volta da quasi sei anni: a ottobre – secondo i dati Istat diffusi oggi con la nuova nota mensile sulle forze di lavoro – i senza lavoro sono cresciuti di 39.000 unità rispetto a settembre portando il tasso all’8%, il più alto da novembre 2004. Rispetto a ottobre 2008, quando il tasso di disoccupazione era al 7%, i senza lavoro sono aumentati di 236.000 unità. Il ministro Sacconi cerca di consolarci dicendo che l’Italia ha un tasso di disoccupazione ‘significativamente al di sotto della media Ue’ con una percentuale dell’8% a ottobre’.Questi dati però sono falsati per difetto perché non tengono conto della situazione dei precari e di tutti i lavoratori atipici e del cd. Popolo delle partite Iva, che di fatto sono veri disoccupati. Nel frattempo la Fiat conferma la chiusura dello stabilimento di Termini Imerese affermando ”non si faranno più auto, ma qualcosa di diverso che ancora non si sa” nel frattempo continuano a chiudere aziende il Lombardia, Piemonte Veneto. Berlusconi, intanto dice che il peggio è passato e se lo dice lui bisogna credergli. Per la Fiat però le cose non vanno male perchè per Fiat Group Automobiles c’è stato un  balzo delle immatricolazioni  del 27,74%, a 55.610 nuove vetture contro le 43.533 immatricolate a novembre 2008. Se aumentano i disoccupati, la Fiat continua a mettere operai in cassa integrazione e chiude stabilimenti pur aumentando le vendite del 27%,  evidentemente mi sfugge qulache cosa.