Posts tagged ‘tartufi d’alba’

gennaio 29, 2010

ricette delle osterie delle Langhe: la fonduta.

Tagliate la fontina e il fontal a dadini, poneteli in una terrina e copriteli di latte. Lasciate riposare per sei ore a temperatura ambiente. Versate i formaggi e il latte in una casseruola alta e stretta, sistematela in un bagnomaria caldo e fate fondere lentamente le fontine aiutandovi con il frustino. Quando sono quasi del tutto sciolte, aggiungete quattro rossi d’uovo, e completate la cottura sempre rimestando

Nel momento in cui la crema raggiunge una buona consistenza è giunto il momento di toglierla dal fuoco e servirla calda.

La fontina viene servita in piccole scodelle di coccio e guarnita con qualche fettina di tartufi d’Alba.

Può essere usata come condimento degli gnocchi di patate o per ricoprire flan di spinaci e di altre verdure.

Sembra un piatto facile ma è determinante indovinare i tempi di cottura.

La fonduta Piemontese appartiene ai piatti della cucina borghese dell’ottocento: già Giovanni Vilardi nel “Trattato di cucina” del 1854 ne da la ricetta e la guarnisce con tartufo d’Alba. In primavera la si può mischiare con piselli e tocchetti di asparagi.

Ingredienti:150 gr di fontina della valle d’Aosta; 150 gr di Fontal; 2 bicchieri di latte 4 uova fresche.