Posts tagged ‘tabagismo’

settembre 10, 2013

Sigarette elettroniche: sicuramente più valide dei cerotti alla nicotina

08 set 2013

Le sigarette elettroniche funzionano bene quanto i cerotti alla nicotina per sme…

agosto 31, 2012

Fumare triplica il rischio di emorragie cerebrali.

emorragia_cerebrale

| Uno studio mette in luce i pericoli per il cervello: smettere comporta nel tempo una diminuzione del fattore di rischio Che fumare nuoccia gravemente alla salute è un…

Leggi tutto »

settembre 17, 2011

Fumatori italiani i meno convinti in Europa che si possa smettere. Ma anche i meno motivati

I italiani sono quelli meno motivati a smettere in Europa e sono anche i meno convinti che smettere si possa, insieme con gli spagnoli.

 

E’ quanto emerge dal questionario iCoach, condotto in tutta Europa su oltre 20.000 ed ex , da cui emerge che gli italiani fumano una quantita’ di sigarette nella media: 127 a settimana, contro la media europea di 126 e il dato record di 164 dei greci. Dove siamo deficitari e’ proprio nella motivazione a smettere: in una scala di valori da uno a dieci, gli italiani si fermano a 2,95, fanalino di coda in Europa, contro i piu’ motivati, i ciprioti (4,27), i lituani (4,26) e i belgi (4,23).
E sul fatto che si possa smettere con relativa facilita’, siamo i piu’ pessimisti, con un valore di 2,04 contro la media di 2,68. Intanto il commissario europeo per la Salute, John Dalli, ha varato la seconda fase della campagna anti-tabacco “Ex-smokers are unstoppable/Gli ex- sono irresistibili” della Commissione europea, annunciando che oltre 500.000 cittadini europei hanno gia’ dato prova del loro sostegno all’iniziativa accedendo alle pagine dedicate sui social media.

Mag 29, 2010

Quanto l’igiene orale condiziona la salute di cuore e arterie.

Uno studio ha riscontrato nei soggetti con una cattiva igiene orale elevati livelli di proteina C reattiva e di fibrinogeno, a conferma dello stato infiammatorio indotto sull’organismo dalle cattive abitudini di pulizia

Lavarsi poco e male i denti può predisporre a serie conseguenze per la salute, non solo per il cavo orale ma anche per l’apparato cardiovascolare. Da alcuni anni ormai è stato acclarato dalla ricerca come una cattiva igiene orale determini uno stato infiammatorio dell’organismo che a sua volta predispone alla formazione di placche aterosclerotiche all’interno dei vasi sanguigni.

Ora però la correlazione appare più precisa e circostanziata, grazie a uno studio pubblicato sulla versione online del British Medical Journal che ha evidenziato come la cattiva igiene orale sia associata a un rischio di patologie cardiovascolari aumentato del 70 per cento rispetto a chi si lava i denti due volte al giorno e si reca dal dentista per una visita due volte all’anno.(http://www.liquidarea.com/)