Posts tagged ‘studenti’

dicembre 13, 2013

Con gli studenti la polizia non si toglie il casco.

 

Niente male il cartello esposto stamattina all’università di Roma di fronte ai poliziotti: “E oggi non ve lo togliete il casco?”.

agosto 19, 2013

Scuola, allarme di studenti e sindacati: “Nomine in ritardo, si rischia il caos docenti”


Mancano le “immissioni in ruolo” di 11.600 insegnanti. Il ministero: “Avviate procedure speciali, faremo meglio dello scorso anno”. Nel 2012 furono comunicate il 10 agosto e rimasero scoperte almeno 24mila cattedre. “Non ci sono più i tempi necessari: tra 10 e 12 settembre iniziano le lezioni in 11 regioni”

novembre 23, 2012

I migliori anni della nostra vita!

Domani mattina a Roma i nostri nipoti andranno a protestare contro la disperazione in cui li abbiamo cacciati con il nostro egoismo, la nostra inidfferenza. Naturalmente qualsiasi cosa succederà la  responsabilità sarà loro  e dei soliti gruppi di ‘facinorosi’, ovviamente ‘infiltrati’, che destabilizzerebbero la pacifica transumanza autorizzata, tra i cordoni blindati di contenimento di una protesta addomesticata, e opportunamente sterilizzata nei recinti di una democrazia sempre più formale, a vantaggio di una finzione condivisa. Come se la crisi non ci fosse, come se la scuola pubblica non fosse stata quasi del tutto smantellata, coem se non ci fosse una disoccupazione giovanile senza precedenti. E chissà perché in un paese avvitato in una spirale recessiva senza precedenti, dove la disoccupazione giovanile è endemica, il malessere sociale non ha più alcun diritto di cittadinanza né di rappresentanza ed i nostri nipoti inermi indifesi saranno soli a prendere manganellate, ad essere presi di peso e sbattuti in un cellulare da poliziotti sempre più violenti e sempre più legittimati a scatenare violenza da mecelleria sudamericana. Una sinistra vigliacca ed irresponsabile volta il capo dall’altra parte  impegnata com’è a celebrare il rito delle primarie e finge di ignorare quelo che la Polizia di Stato con sempre maggiore impunità va compiendo. Io non ho rispetto per questi poliziotti che bastonano  studenti e ragazzi, che rivendicano il loro diritto ad avere un futuro, ed ai quali viene finanche negata la speranza. Non ho rispetto, ma forse paura di questa polizia che carica i disoccupati che protestano contro chi li ha licenziati, fuggendo via con la cassa dell’azienda messa in liquidazione. Non ho rispetto contro quei poliziotti che domani manganeleranno i nostri nipoti dopo aver manganellato i minatori del Sulcis, senza più lavoro né reddito… i cassintegrati dell’Alcoa…Non ho rispetto nei confronti di poliziotti carichi di debiti con un mutuo da pagare e non si chiedono chi stanno difendendo e contro chi. Non mi interessa di essere corretto politicamente e rinnego Pasolini e non posso accettare chi fa  fare il cane da guardia dei padroni della finanza, del rating organizzato, del Fondo Monetario, dei tecnocrati europei e (fino a ieri) di un Nano puttaniere… per poco più di mille euro al mese. Se come è certo domani i poliziotti, sicuri di una colpevole impunità, picchieranno a sangue i nostri nipoti, questa loro condizione sarà un’aggravante perchè se la Polizia di Stato sente il dovere di difendere l’ordine pubblico contro inermi  ragazzini questo vuol dire  che alla maggior parte di quelli che vanno per strada menare la gente” piace.. ci prova gusto… E questo preoccupa e fa paura.

novembre 23, 2012

Repressione per fronteggiare la paura.

Il governo dell’assolutismo liberista sta mostrando anche (come avevamo ampiamente previsto) il suo feroce volto repressivo. Ha messo al sicuro De Gennaro dalle sentenze su Genova 2001; ha picchiato, manganellato, riempito di gas lacrimogeni (piovuti dal cielo delle finestre dei ministeri…) non solo studenti ma perfino pastori, operai, lavoratori, precari (che, in genere, meritavano prima un po’ di maggiore prudenza da parte delle forze militari…(leggi tutto)

La Cancellieri che sembra la zia della Merkel non si fa mancare niente in fatto di repressione.

novembre 21, 2012

Bersani è troppo impegnato nelle primarie per accorgersi dello squadrismo della Polizia

Con sfrontata arroganza, il ministro Cancellieri ha parlato di atteggiamento “squadrista”, riferendosi agli studenti che la hanno contestata a Rimini. Del resto, già in occasione de…Visualizza altro

novembre 21, 2012

Roma: scuole occupate in tutta la città. Contestata la Fornero

Non si ferma la mobilitazione degli studenti romani che ha invaso le strade della capitale il 14N: l’ondata di occupazioni iniziata nelle scuole di periferia travolge ora anche…Visualizza altro

maggio 19, 2012

Gli studenti dicono no!

L’Italia democratica risponde con dolore e compostezza alla sfida della criminalità e dei poteri occulti.

ottobre 27, 2011

Cile, studenti occupano il Senato.

 Ieri, un gruppo di studenti è entrato nell’aula del Senato di Santiago occupandola per otto ore. Solo dopo lunghe trattative e dopo aver parlato con alcuni rappresentanti dell’opposizione, gli studenti hanno abbandonato l’aula. La loro richiesta è l’istituzione di un referendum sull’istruzione. Tutto è iniziato mentre al Senato era in corso una discussione sul budget previsto per l’istruzione. Poche ore prima un gruppo di manifestanti era stato allontanato da parte delle forze dell’ordine dalla sede del Congresso a Valpaisio. Dopo l’occupazione dell’aula del senato, la polizia ha circondato l’edificio e bloccato l’ingresso ad una folla di studenti che, invitata via web dagli occupanti, ha cercato di accedere al palazzo del Senato della capitale cilena. Grazie all’intervento del presidente del Senato, Guido Girardi la situazione si èsvolta in maniera pacifica. Infatti Girardi ha avviato un dialogo con gli studenti promettendo loro che non sarebbero stati allontanati dall’aula in maniera violenta.

aprile 25, 2011

la resistenza continua.

“La Resistenza e il Movimento Studentesco sono le due uniche esperienze democratico-rivoluzionarie del popolo italiano. Intorno c’è silenzio e deserto: il qualunquismo, la degenerazione statalistica, le orrende tradizioni sabaude, borboniche, papaline.”

Pier Paolo Pasolini

Gennaro Carotenuto su http://www.gennarocarotenuto.it

novembre 25, 2010

Studenti:continua la protesta.

Dopo gli scontri di ieri davanti a palazzo Madama e in piazza dell’Oratorio , oggi le manifestazioni si spostano sotto la Camera blindata già da ore da un imponente spiegamento di poliziotti in assetto antisommossa. In questo momento gli agenti stanno deviando il traffico. Il corteo non sarebbe autorizzato. Intanto, questa mattina, il governatore della Puglia, Nichi Vendola, è salito sul tetto della facoltà di Architettura per solidarizzare con i ricercatori . Tra gli studenti anche personaggi dello spettacolo come il cantante Antonello Venditti. Il tutto, mentre il ministro Mariastella Gelmini, intervistata da Maurizio Belpietro a Mattino Cinque, definisce “inaccettabile” una protesta nella quale si saldano “una parte di giovani e chi non vuole cambiare”. Intanto, il Governo è stato battuto nell’Aula della Camera su un emendamento di Fli alla riforma dell’Università su cui l’esecutivo aveva espresso parere contrario