Posts tagged ‘strategia della tensione’

Mag 29, 2013

Quasi quaranta.

 

brescia-strage

Strage di Piazza della Loggia. Trentanove anni senza verità. Aspettando l’ultima sentenza.

dicembre 6, 2012

Lo stratega.

Mag 28, 2012

28 maggio 1974. Per non dimenticare.


28 maggio 1974, strage di Piazza della Loggia a Brescia, dove era in corso una manifestazione contro il terrorismo neofascista, 8 morti e 102 feriti. Il 14 aprile 2012 la Corte d’Appello conferma l’assoluzione per tutti gli imputati, condannando le parti civili al rimborso delle spese processuali.
Mag 19, 2012

Non sono il solo a pensarla così.

830181-falcone20e20borsellino

La strategia della tensione, come la criminalità organizzata, non è la patologia della politica italiana ma n’è la fisiologia. In Italia, quando la politica (intesa come contiguità e reciprocità di favori tra partiti, apparati dello stato, classi dirigenti, criminalità organizzata, eversione) non sa più come contenere il cambiamento necessario, utilizza altri mezzi, da Portella della Ginestra a Piazza Fontana ai Georgofili. Ed è una storia che si è ripetuta oggi a Brindisi sulla porta della scuola dedicata a Francesca Morvillo Falcone.

… Leggi tutto

Mag 13, 2012

D’Alema alimenta la strategia della tensione.

Gran pezzo di merda D’Alema!

Il governo minaccia l’uso dell’esercito per contrastare il terrorismo! Poi, arriveranno leggi speciali, controlli, perquisizioni e magari troveranno materiale sospetto o compromettente nelle sedi e nelle abitazioni di quelli che “disturbano il manovratore“…La democrazia è in pericolo e i pericolosi non sono gli anarchici.

Mag 12, 2012

Strategia della tensione.

Io non credo alla tesi secondo cui gli anarchici vogliono alimentare un clima di terrorismo in Italia. Prprio ora che la destra si sta liquefacendo sotto la pressione di scandali, incapacità di governo, corruzione. Credo invece che una parte della destra ed altri poteri occulti vogliono precipitare l’Italia la democrazia in un pericoloso abisso. E’ necessaria la massima attenzione perchè i media stanno dando risalto eccessivo agli attentati contro Equitalia. Ci siamo già cascati, la gente ci ricascherà. Primas hanno cominciato con i suicidi degli imprenditori, poi con l’imprenditore che per mille euro sequestra venti persone, ora siamo agli attentati. Arriverà il salvatore della patria che metterà le cose a posto purchè nulla cambi e il manovratore possa portarci  dove è stato deciso. Il disordine sociale, l’instabilità, le minacce ed il terrore serviranno ad alimentare un complesso meccanismo di controllo della nostra vita democratica. I veri  anarchici sono compagni seri che valutano attentamente le iniziative. Non prestiamoci quindi a facili strumentalizzazioni e denunciamo questo manifesto tentativo di inquinare lavita politica dei nostri giorni. Massima allerta perchè oggi come ieri è in gioco la vita della democrazia.