Posts tagged ‘smaltimento rifiuti’

gennaio 23, 2015

Arri, a, ciucciariè!

Asini o inceneritori: qualche dubbio?

di Domenico Finiguerra* – La legge della conservazione della massa è una legge fisica della meccanica classica, che prende origine dal cosiddetto postulato fondamentale di Lavoisier: «Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma». Non avranno studiato al liceo scientifico e non frequenteranno convegni di fisica, ma loro, gli asini che fanno la rac Altro…

giugno 19, 2013

Ecomafie che non conoscono crisi

Il liberismo è il terreno dove crescono i traffici delle cosche e il loro potere politico. Legambiente dà i numeri [Checchino Antonini]

34.120 reati, 28.132 persone denunciate, 161 ordinanze di custodia cautelare, 8.286 sequestri, per un giro di affari di 16,7 miliardi di euro gestito da 302 clan, 6 in più rispetto a quelli censiti lo scorso anno. I numeri degli Visualizza altro

aprile 20, 2013

Verso deferimento Italia a corte Ue per i rifiuti.

Rifiuti, entro 2 mesi deferimento Italia corte Ue Rifiuti, entro 2 mesi deferimento Italia corte Ue

(di Patrizia Antonini e Lucia Sali)

BRUXELLES – Doppia tegola dall’Unione europea sull’Italia per i rifiuti della Campania. Una situazione, che secondo Bruxelles, dal 2007 ad oggi, continua a non vedere misure sufficienti e risolutive.

Da un lato la Corte di giustizia oggi ha respinto il ricorso con cui il Belpaese chiedeva lo sblocco di 46,6 milioni di euro di fondi Fesr, destinati al piano di smaltimento dell’immondizia (una vicenda legata all’apertura della procedura di infrazione della Commissione nel 2007, che aveva portato anche ad un primo deferimento dell’Italia a Lussemburgo nel 2010).

Dall’altro, più di una fonte autorevole a Bruxelles segnala l'”alto rischio” di un secondo deferimento di Roma davanti alla Corte Ue (per la mancata esecuzione della prima sentenza della corte, e dopo la conseguente apertura di una seconda procedura di infrazione, nel 2011 attualmente allo stadio di messa in mora). Misura che potrebbe scattare già a maggio o giugno, con l’applicazione di una multa retroattiva e una penale quotidiana, fino a quando la Campania sarà in regola.

febbraio 24, 2012

Non c’è niente da fare al nord ci schifano tutti! A prescindere.

smaltimento rifiuti

Una protesta contro lo smaltimento dei rifiuti campani nell’inceneritore di Trieste, attuato nell’ambito dell’operazione Solidarietà del Ministero dell’Ambiente, andrà in scena sabato prossimo dalle 10 alle 13 con un presidio di cittadini, forze politiche ed ambientalisti davanti all’impianto. Ad organizzare la manifestazione Greenaction Transnational, Alpe Adria Green, Legamjonici, con l’adesione del MoVimento 5 Stelle di Trieste e del movimento Trieste Libera.

febbraio 18, 2012

Ecolight, raccolta rifiuti elettronici + 8%.

– ROMA – Continua a crescere il sistema Raee. Nel corso del 2011 Ecolight, consorzio che si occupa della gestione dei rifiuti elettronici e che raccoglie oltre 1.500 aziende, ha incrementato la propria raccolta dell’8 per cento rispetto all’anno precedente inviando agli impianti di recupero oltre 25mila tonnellate di Raee. Per un risparmio di 130mila tonnellate di Co2. Complessivamente, il sistema in Italia ha raggiunto le 260mila tonnellate confermando il trend di crescita registrato dal 2008, anno di avvio della gestione dei rifiuti elettronici attraverso i consorzi dei produttori. «Negli ultimi dodici mesi abbiamo raggiunto e superato le 25mila tonnellate di rifiuti elettronici raccolti operando su tre canali», precisa il direttore generale di Ecolight, Giancarlo Dezio.

gennaio 1, 2012

Rifiuti: ricerca, Italia a due velocita’ su differenziata.

(ANSA) – VENEZIA, 30 DIC – Treviso, Rovigo e Pordenone le province piu’ virtuose con oltre il 65% di raccolta differenziata; ma l’Italia non ha ancora raggiunto l’obiettivo del 35% che era stato fissato entro il 2006 e c’e’ un divario tra Nord e Sud. Sono alcuni dei dati che emergono da una ricerca condotta dalla Fondazione Impresa, di Mestre, resi noti oggi.

Nel 2009, la percentuale di raccolta differenziata in Italia si e’ attestata intorno al 33,6%. Pertanto non solo non e’ stato raggiunto l’obiettivo 2006 del 35% ma, secondo le elaborazioni di Fondazione Impresa, si e’ registrato un deficit rispetto all’obiettivo 2009 del 50% di 16,4 punti percentuali. Tra il 2006 e il 2009 la percentuale di raccolta differenziata in Italia e’ aumentata inoltre di soli 7,8 punti percentuali. Solo due regioni hanno raggiunto e superato l’obiettivo 2009 del 50%: sono Trentino Alto Adige e Veneto, rispettivamente con il 57,8% e il 57,5% di raccolta differenziata. Il Friuli Venezia Giulia si e’ fermato nel 2009 al 49,9%, con un deficit di appena 0,1 punti percentuali che consente di affermare – e’ detto nella ricerca – che rispetto alla raccolta differenziata il Nord Est e’ l’area piu’ virtuosa del Paese.

novembre 16, 2011

Rifiuti, chiude la discarica di Chiaiano. Ma vanno avanti le indagini della magistratura.

La discarica di Chiaiano chiude. Lo ha deciso il Consiglio provinciale di Napoli, ad inizio settimana, con la soddisfazione dei comitati che si battevano contro la proroga dell’invaso. Sulla decisione hanno pesato di certo le inchieste della magistratura sulle ditte che si sono aggiudicate l’appalto in collegamento con i clan di camorra e, da ultimo, la relazione del professore Luigi Boeri, il perito che su richiesta del Gip Egle Pilla ha verificato l’impianto accusatorio della Procura (leggi). Dopo la chiusura, prevista per il 31 dicembre, bisognerà avviare la bonifica dell’area e la gestione post mortem dell’invaso.

novembre 14, 2011

A Londra cestini per la spazzatura parlanti.

Cestini parlanti a Londra

 

 

 

 

 

 

Come convincere i sudditi di Sua Maestà a tenere pulita Londra? Divertendoli e incentivantoli con un sorriso a gettare i rifiuti nei cestini parlanti.

Ne sono stati installati, per ora, venticinque a Londra e altrettanti a Liverpool come iniziativa dell’associazione Keep Britain Tidy che con la campagna Love where you live vuole sensibilizzare i cittadini alla pulizia delle strade che costa ogni anno ai contribuenti oltre 1 milione di euro.

Altri cestini parlanti saranno installati nelle prossime settimane e le loro collocazioni saranno rivelate via mail. A animare i cestini le voci (qui l’elenco) di presentatori Tv, campioni dello sport e vincitori delle edizioni inglesi di Xfactor. Dalla candid camera, nel video dopo il salto, sembra emergere che il divertimento è effettivamente un incentivo a gettare rifiuti.

luglio 10, 2011

Sporchi da morire.

Sporchi da Morire è un progetto italiano molto ambizioso e di ampio respiro internazionale grazie al coinvolgimento di esperti mondiali: il Professor Paul Connett, teorico della strategia “Zero Rifiuti”, il Dott. Stefano Montanari e la Dott.ssa Antonietta Gatti, esperti e scopritori delle nano-particelle; la Dott.ssa Patrizia Gentilini, oncologa e membro dell’Associazione Medici x l’Ambiente (ISDE), il biologo Prof. Gianni Tamino, Dott. Valerio Gennaro medico oncologo epidemiologo ISDE Italia. Il film documenta le sue ricerche su internet che come in un romanzo, improvvisamente diventano reali: interviste, filmati, esclusivi reportage in giro per il mondo, tra l’Italia, gli Stati Uniti, la Francia, l’Inghilterra e l’Austria che faranno riflettere su un problema indicato da molti esperti come “invisibile inquinamento del nuovo millennio” che riguarderà i nostri figli e le future generazioni. “Sporchi da Morire” nasce da alcune domande: è vero che gli Inceneritori fanno male? Perché in Italia si continuano a costruire questi impianti mentre nel resto del mondo si stanno smantellando? Quali sono i rischi concreti per la salute? Quali sono i danni provocati dalle nano-particelle emesse dagli inceneritori? Quali sono le possibili alternative?

giugno 30, 2011

la passione a napoli.