Posts tagged ‘Senato della Repubblica’

ottobre 14, 2013

Il buffone dell’Europa.

L’autorevolezza di Bewrlusconi in Europa.

ottobre 10, 2013

Il guitto impazzito.

Uno spettacolo infame, quello esibito oggi alla Camera dai 5 stelle durante il dibattito sul finanziamento pubblico ai partiti. Insulti alla presenza di scolaresche che assistevano allibite alla seduta.
Un esempio disgustoso da parte di poveri sfigati che si sentono padroni del mondo grazie ad un guitto di terzo ordine che pensa al loro posto.

maggio 16, 2013

Quando non si parla di giustizia tutti in ferie.

puppato-banchi2-vuoti.JPG La denuncia di Laura Puppato (PD) su Facebook:

Giovedì 16 maggio, ore 11.00, Senato della Repubblica, Roma. Question time con il ministro Giovannini su esodati e lavoro. Questi i banchi del centrodestra (Pdl e Lega). Vuoti. Deserti. Come quando si parlava dei terremotati dell’Abruzzo e dell’Emilia. Il lupo perde il pelo… ma non il vizio.

maggio 27, 2010

Manovra economica: come verranno ridotti i costi della politica.

Tagli per ministri e sottosegretari. Prevista una riduzione del 10% per la parte eccedente gli 80mila euro del trattamento economico di ministri e sottosegretari non parlamentari.

Riduzione della spesa degli Organi costituzionali destinata alla cassa integrazione. Le risorse ottenute dalle riduzioni di spesa dalla Presidenza della Repubblica, dal Senato della Repubblica, dalla Camera dei deputati e dalla Corte Costituzionale saranno destinate alla cassa integrazione.

Riduzione rimborsi ai partiti. Riduzione dei rimborsi a favore dei partiti politici. Viene dimezzato il contributo di un euro quale moltiplicatore per il numero dei cittadini della Repubblica iscritti nelle liste elettorali per le elezioni della Camera dei deputati. Soppresse le quote annuali dei rimborsi in caso di scioglimento anticipato del Parlamento.

 I titolari di cariche elettive, per gli incarichi conferiti dalle Pubblica amministrazione possono percepire solo il rimborso spesa e il gettone di presenza non può superare 30 euro.

 Prevista una riduzione del 10% dei compensi dei componenti degli organi di autogoverno della magistratura ordinaria, amministrativa, contabile, tributaria, militare, dei componenti del Consiglio di giustizia amministrativa della Regione siciliana e dei componenti del Cnel, Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro.

novembre 14, 2009

STOP ALLA BANCA DEL SUD

banco di pegni 

La banca del Sud non si farà. Almeno per il momento la decisione di fare la banca del sud  è saltata in quanto la misura è stata giudicata inammissibile dal presidente del Senato Renato Schifani, mentre ha “salvato” il comma sulla possibilità di vendere gli immobili confiscati alla mafia. L’accelerazione sulla Banca del Sud, voluta dal ministro Tremonti, è stata bloccata dal numero uno di Palazzo Madama «per estraneità di materia». La questione pregiudiziale era stata sollevata in commissione Bilancio, prima, e in Aula, poi, dal senatore del Pd, Enrico Morando, che aveva chiesto formalmente a Schifani di dichiarare l’inammissibilità. Richiesta accolta dal presidente del Senato in quanto sia il regolamento che la prassi parlamentare di Palazzo Madama prevedono l’inammissibilità in Aula di emendamenti non affrontati in Commissione. Schifani ha precisato che «da uomo del Sud» ha deciso «a malincuore», ma ha anche sottolineato di non essere «mai stato fiscalissimo nell’attribuzione della concessione dei tempi»: «Sarei stato pronto a dare alla Commissione ulteriore tempo per discutere questo emendamento, che formalmente è inammissibile, se ci fosse stata la volontà di tutte le parti in deroga a dichiaralo ammissibile soltanto dietro una condivisione». Che però non c’è stata.  Il sud di tutto ha bisogno fuorchè di una nuova Banca. D’altronde questo nuovo istituto di credito diventerebbe in breve ostaggio della criminalità organizzata, cha attraverso i suoi referenti istituzionali non avrebbe difficoltà a controllarla e indirettamente gestirla, per cui alla fine la nuova banca diventerebbe un elemento criminogeno. Perché Tremonti non ci restituisce i fondi FAS che a suo tempo ci ha scippato? Il sud ha bisogno di sostegno alle aziende in crisi, di aiuti agli operai che perdono il posto di lavoro, di aiuti alle amministrazioni in crisi. Tutto questo si fa con un programma di governo innovativo e riformatore. Cioè tutto il contrario di quello che sta facendo il governo della destra che, seguendo le imposizioni della lega vuole trasformare il sid in una riserva indiana. E la Camorra si ingrassa.