Posts tagged ‘Schede Elettorali’

febbraio 25, 2013

Elezioni 2013: Una maggioranza che non garantisce seggi.Grazie alla famosa porcata.

ore 21.40 – senato scrutinato il 92,7% delle sezioni –  Csx 31,79%, Cdx 30,56%, M5S 23,76%, Monti 9,16%, RC 1,79%
camera scrutinato il 79,2% delle sezioni – Csx 30,14%, Cdx 28,62%, M5S 25,46%, Monti 10,56%, RC 2,23%

febbraio 25, 2013

elezioni 2013: il Pd si prende le regioni rosse ma perde il Nord e la Sicilia.

ore 21.00 – testa a testa in piemonte: cdx al 29,94%, csx 29,49%.
Anche in FVG csx 29,25%, cdx 28,83%
Abruzzo: cdx 29,71%, csx 29,20%, M5S 28,14%
Molise: cdx 30,49%, csx 30,13%
Calabria: cdx 33,4%, csx 31,64%

Le altre regioni sono praticamente già assegnate al csx o al cdx

ore 20.55 – senato scrutinato l’ 87,5% delle sezioni –  Csx 31,88%, Cdx 30,46%, M5S 23,78%, Monti 9,17%, RC 1,8%
camera scrutinato il 66,4% delle sezioni – Csx 30,55%, Cdx 28,16%, M5S 25,54%, Monti 10,49%, RC 2,24%

febbraio 25, 2013

Elezioni 2013. Un piccolo vantaggio al senato che non garantisce nulla.

ore 20.40 – senato scrutinato l’ 85% delle sezioni –  Csx 31,93%, Cdx 30,36%, M5S 23,88%, Monti 9,16%, RC 1,8%
camera scrutinato il 61,8% delle sezioni – Csx 30,66%, Cdx 28,07%, M5S 25,52%, Monti 10,49%, RC 2,23%

febbraio 25, 2013

Elezioni 2013: una cosa è certa Monti non conta un cazzo.

Mario Monti

Parliamoci chiaro: uno dei dati che sta emergendo in maniera inequivocabile dai risultato della tornata elettorale – oltre, naturalmente, alla grande affermazione del Movimento Cinque Stelle – è il clamoroso flop di Mario Monti e del suo centro. L’ambizione per il Presidente del Consiglio uscente era quella di riuscire a incidere in maniera significativa nella formazione del prossimo governo, insieme a Gianfranco Fini, Pierferdinando Casini e tutti gli altri (che non esitavano, improvvisamente, a definirsi riformisti, da destri, conservatori, alleati di Berlusconi che erano).

E invece, dati e proiezioni raccontano un Monti che staziona sul 10%, e che addirittura potrebbe rischiare di non avere seggi alla Camera. Oppure di averne, sì, ma per pochissimo (superando quel 10%, appunto). E non sarebbero più di 20 i seggi al Senato: insomma, nemmeno alleandosi con il Centrosinistra o con il Centrodestra potrebbe sedere nuovamente sugli scranni del Governo. E questo era in effetti l’unico traguardo cui Monti e i suoi potevano puntare. Un traguardo sfumato.

febbraio 25, 2013

Elezioni 2013 i voti regione per regione.

CDX CSX M5S
MOLISE 30.04 30.31 26.06
SARDEGNA 25.11 32.05 28.11
SICILIA 29.40 27.12 29.62
CALABRIA 31.75 31.56 22.33
BASILICATA 24.47 36.91 22.55
PUGLIA 34.07 28.36 23.98
CAMPANIA 35.76 29.41 20.70
ABRUZZO 29.27 28.32 27.98
LAZIO 28.20 33.02 25.46
MARCHE 21.92 33.24 30.34
UMBRIA 25.06 37.45 25.30
TOSCANA 21.18 43.50 22.64
EMILIA-ROMAGNA 21.16 42.03 23.13
LIGURIA 23.95 33.10 30.38
FRIULIA-VENEZIA GIULIA 28.74 29.30 25.46
VENETO 32.59 25.21 24.39
LOMBARDIA 37.79 29.44 16.99
44181 sezioni su 55596

 

 

febbraio 25, 2013

Elezioni 2013 il Pd continua a fare la lepre.

ore 20.10- continua il trend di avvicinamento delle due coalizioni – senato scrutinato il 78,6% delle sezioni –  Csx 32,08%, Cdx 30,19%, M5S 23,87%, Monti 9,16%, RC 1,80%
camera scrutinato il 48,1% delle sezioni – Csx 31,34%, Cdx 27,34%, M5S 25,56%, Monti 10,44%, RC 2,27%

febbraio 25, 2013

Un altro da prendere a calci in culo.

Quelli che indovinano proprio tutto
febbraio 25, 2013

Non mi sento Italiano, voglio fare il bolscevico.

Almeno cantiamocela.

febbraio 25, 2013

Un esercito di Grilli.

febbraio 25, 2013

Elezioni 2013: certificata l’ingovernabilità.

Centrosinistra avanti alla Camera centrodestra avanti al Senato. Secondo quanto emerge da una prima proiezione dell’istituto Piepoli per la Rai, ci sarebbe un clamoroso sorpasso del Pdl (31 a 29) sulla coalizione di centrosinistra a Palazzo Madama.
Beppe Grillo risulterebbe poi il primo partito al Senato.