Posts tagged ‘scaiola’

ottobre 24, 2012

ovviamente lui non sapeva niente.

Pubblicato da

ottobre 24, 2012

CAMBIO DI VOCALE CON MAZZETTA.

L’Italia è un enorme bubbone infetto.
Come si preme da qualche parte schizza fuori il marcio.
Un fiume inarrestabile di soldi nostri
che finisce nelle tasche di delinquenti senza scrupoli.
giugno 24, 2012

E che cazzo non paga manco l’IMU.

E dopo il lussuoso appartamento romano con vista Colosseo pagato “a sua insaputa“, ecco la palazzina di tre piani affacciata sul magnifico mare ligure: tra vigne ed ulivi, al catasto risulta classificata come “A5 – abitazione ultrapopolare“. Acquistata nel 2003, gli Scajola la utilizzanosolo come magazzino“, robetta insomma, tant’è che di Imu pagheranno solamente 130 euro.

 

[Fonti: Repubblica Genova – Fatto Quotidiano]
Tag: ,
marzo 5, 2012

Consulente sarà lei!

“Massimo Nicolucci chi era costui!?”.. viene naturale parafrasare Manzoni di fronte al più enigmatico (per non dire scansafatiche) dei nostri parlamentari!
L’onorevole Nicolucci, parlamentare campano eletto nelle fila del PDL, è infatti un vero recordman del nulla, un autentico fantasma che si aggira per la Camera. A suo nome, in oltre quattro anni di legislatura, ci sono infatti zero proposte di legge, zero ordini del giorno, zero interrogazioni parlamentari, zero mozioni, zero risoluzioni, zero interpellanze…
Insomma Nicolucci ha fatto di tutto per non dare fastidio, ovvero non ha fatto veramente niente. E tutto alla modica cifra di circa quindicimila euro al mese garantiti dalle tasche dei cittadini!?
Sbagliato: Nicolucci ha guadagnato di più, perchè per premiarlo di un così grande impegno (!!) Scajola, quando era ministro, penso bene di assegnargli una consulenza al ministero come “consulente parlamentare”… Ma consulente parlamentare di cosa!!?

ottobre 12, 2011

A scanso di equivoci.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se qualcuno mi propone improbabili allenanze con Scaiola, Fini, Casini, Pisanu e robaccia simile è avvertito!

Mag 12, 2011

Scaiola nei guai.

Sul Fatto Quotidiano le prove dei rapporti tra l’ex ministro e il costruttore Anemone, quello della casa a sua insaputa

Claudio Scajola probabilmente oggi querelerà il Fatto Quotidiano per aver pubblicato l’articolo di Marco Lillo, che parla di due fatture agli atti dell’indagine che ha toccato l’ex ministro delle Attività Produttive in relazione alla Banda Anemone. Scrive Lillo:

Le due fatture che inguaiano Claudio Scajola portano la data del 30 aprile e del 31 giugno 2002. Riguardano una fornitura di condizionatori per un lavoro svolto dalla Tecnocos e provano che Anemone ha lavorato al Viminale nel periodo in cui il titolare del dicastero non era Giuseppe Pisanu, come si è creduto finora, ma proprio Scajola, beneficiato due anni dopo degli assegni usati per comprare la casa vicino al Colosseo. Quelle fatture sono depositate negli atti dell’indagine di Perugia sulla cosiddetta “Cricca dei grandi eventi”, ma nessuno finora si era reso conto della loro importanza. Dopo la chiusura dell’inda gine perugina dove Scajola non è mai stato iscritto nel registro degli indagati, Berlusconi ha dichiarato: “Quello che è successo al mio amico Claudio Scajola, uscito totalmente estraneo da una vicenda che ha profondamente ferito lui e la sua famiglia è una clamorosa dimostrazione della necessità di una riforma della giustizia”.

Mag 9, 2011

A volte ritornano.

Claudio Scajola si era distinto per la sua attività: dopo l’addio alla poltrona dello sviluppo, l’imperiese più potente del mondo aveva riunito attorno a sé varie anime del Popolo delle Libertà e lanciato molti segnali a Berlusconi: basta con questo partito malgestito, potremmo votare anche contro in qualche occasione. Il premier ha sentito dall’orecchio ed ecco l’offerta: per lui ci sarebbe pronto il ministero delle Politiche Comunitarie, che era dell’ex finiano Ronchi e nel frattempo è stato offerto, senza successo anche ad Adolfo Urso.

agosto 8, 2010

A destra troppi smemorati.

Vi ricordate quel ministro che diceva di non saper chi gli aveva pagato la casa?

Fini si limita a dire che non ricorda chi teneva in affitto la casa di Montecarlo’

La destra non ha buona memoria.