Posts tagged ‘SALVATORE cIANCIULLI’

giugno 18, 2010

Lettera aperta al sindaco di Montella

A PENSAR MALE SI FA PECCATO MA……………………

Egregio Signor Sindaco,

Le avevamo chiesto di convocare il Consiglio Comunale per fare piena luce su una questione che francamente non doveva assumere rilevanza legale né politica, ma squisitamente di coerenza morale.

Se mi avesse dato la possibilità di esprimere il mio pensiero Le avrei manifestato la  solidarietà, mia personale e del gruppo che rappresento, contro la vigliaccheria di chi si nasconde dietro l’anonimato;

Non Le avrei chiesto, per una ingiuria a mio parere infondata ma che lancia una ombra di sospetto, così come accadeva in passato che Lei avesse rimesso nelle mani del Consiglio il suo mandato a meno che lo stesso non le avesse rifiutate all’unanimità. Quelli erano altri tempi, in cui regnava una onestà intellettuale che purtroppo non appartiene più alla nostra generazione politica;

Le avremmo semplicemente chiesto di fare luce sul destino di alcune opere del basamento della statua del S.S.Salvatore che per la comunità montellese riveste un ruolo di sacralità.

Le avremmo chiesto che si fosse impegnato, coerentemente con la sua battaglia condotta dai banchi dell’opposizione fino ad un anno fa, di ripristinare l’originario aspetto della statua e delle sue opere di basamento. Ora che Lei è il Sindaco già da un anno lo avrebbe potuto fare. Sarebbe bastata la sua disponibilità per chiudere in principio un brutta faccenda. Purtroppo Lei Signor Sindaco non permettendoci di parlare, invitando addirittura le forze dell’ordine ad intervenire in caso di necessità!, ha ignorato le più elementari regole della democrazia e del vivere civile. Ha alimentato dubbi e sospetti. Ha argomentato con dati alla mano su tutto, ma ha dribblato molto abilmente sulla questione principale: Dove sono finite il basamento della Statua e la 4° colonnina, che per sostituire la quale è stato necessario costruirne un’altra molto differente dall’originale? Si sarebbe risolto tutto serenamente e pacificamente con la sua disponibilità Signor Sindaco, e con la nostra disponibilità che le abbiamo sempre manifestato per il bene della comunità montellese.

Ha voluto giocare duro, minacciando querele per diffamazione e la pubblicazione di dossier segreti su ciascun consigliere comunale di opposizione. Mai nella storia politica democratica montellese si era caduto così in basso, mai si erano lette tante volgarità in una atto ufficiale come nella lettera dei consiglieri di maggioranza a difesa del loro Sindaco.

Oggi purtroppo il tutto si trasferirà nei luoghi competenti per fare chiarezza senza sconti per alcuno, su una vicenda che doveva risolversi con altra intelligenza. A pensar male si fa peccato, ma………………….

Montella, 17 giugno 2010      

Salvatore Cianciulli

Consigliere Comunale

Capogruppo di Alternativa Riformista

marzo 27, 2010

Buonanotte compagni.

Questa canzone me la insegnò mia nonna Giorgia. Ricordo, che avendo pochi anni mi faceva molta impressione il pensiero di dover camminare con le scarpe rotte, ma poi mi rincuoravo fantasticando di potermi riscaldare su una spiaggia immaginaria dove sorgeva il sol dell’avvenire.

Domani si vota. Auguri compagni, non sprechiamo questa occasione.

A proposisto per i compagni di Avellino e provincia non dimenticate di votare Salvatore Cianciulli, nella lista Campania Libera.E’ un bravo compagno.

dicembre 29, 2009

Montella: manifesto di alternativa riformista

Sono trascorsi solo 6 mesi ed il danno e’ gia’ grave

 

Dopo 6 mesi dall’insediamento della nuova amministrazione e’ gia’ tempo di bilanci. Alternativa Riformista si e’ presentata alle elezioni come una coalizione di partiti di centro-sinistra. Il risultato elettorale nonostante tutto ha premiato la scelta coraggiosa di giovani e lungimiranti segretari di partito, indicando una strada politica per il futuro. Le elezioni sono state vinte dall’antipolitica, da un progetto a termine che si chiama “Montella Libera” che ha raccolto il consenso di quanti erano ormai delusi dalla insufficienza di una classe politica che aveva bisogno di essere rinnovata, cosi’ come abbiamo sostenuto in campagna elettorale, permettendo oggi al sindaco Ferrucio Capone di guidare il nostro paese con il consenso di due elettori su dieci.

Alternativa Riformista si e’ posta da subito l’obiettivo di realizzare una opposizione realmente costruttiva, non a parole come spesso accade, propositiva ed al tempo stesso di severo controllo della attivita’ amministrativa. Abbiamo da subito dato la nostra disponibilita’ alla attuazione del programma, assolutamente condivisibile, cosa che ha sollevato le critiche dei politici piu’ “puri”, di coloro che come diceva Fabrizio De Andre’ in una sua canzone: “Danno buoni consigli quando non possono più dare il cattivo esempio”. Abbiamo sollecitato in tempo utile la amministrazione a prendere tutta una serie di iniziative che i finanziamenti europei gli permetteva. Opportunita’ che la precedente amministrazione non ha mai avuto, costretta tra Patti di Stabilita’ imposti dal Governo, sempre più restrittivi, e la mancanza di finanziamenti europei essendosi trovata nell’intervallo tra i due periodi di finanziamento POR 2000-2006 e 2007-2013. Nonostante tutto a Montella sono arrivati nel precedente periodo amminsitrativo circa 20 milioni di euro in 4 anni ed il frutto di alcuni di quei finanziamenti e’ gia’ sotto gli occhi di tutti (Palazzo Comunale con la Piazza Civica e Toppolo di Panno). Abbiamo invitato il sindaco a presentare nelle misure del PSR i progetti importanti per la nostra comunita’, progetti per:

  • La sistemazione della strada per Tagliabosco;
  • La sistemazione di acquedotti rurali quali quello di Tagliabosco;

in collaborazione con la Comunita’ Montana la presentazione di progetti gia’ in itinere sui quali c’era gia’ la disponibilita’ del Presidente:

  • Il trasposrto pubblico dalle aree periferiche del Comune di Montella ed in particolare da Tagliabosco e da Toppolo di Panno ed il collegamento tra i comunid i Montella e di Cassano ;
  • La sistemazione di strade rurali quali quella “Cruci –Piedisava” che interessa circa un centinaio di castanicoltori;
  • La sistemazione idraulico-forestale dei valloni “Vitirali” e “Cruci”, per i quali esistono gia’ progetti definitivi;
  • La sistemazione di sentieri turistici quali quello intitolato a Carmine, quello che porta al ponte del Fascio e quello del “Pizzillo-La Foa”, per i quali esistono gia’ progetti definitivi;
  • Abbiamo suggerito la attivazione della Posta Elettronica Certificata, che permetterebbe mediante comunicazione certifica via e-mail a tutti i consiglieri un notevole risparmio di tempo, per la notifica mediante messo comunale, e di danaro mediante la eliminazione dello spreco della enorme quantita’ di carta utilizzata per la trasmissione degli atti;
  • Abbiamo chiesto l’istituzione di un registro per il testamento biologico presso il Comune di Montella, un atto di civilta’ seguito da tanti comuni in Italia, che in una condizione di assenza di regolamentazione puo’ garantire le volonta’ dell’individuo;
  • Abbiamo chiesto, di realizzare un fondo comune costituito dalle indennita’ degli assessori e del sindaco e dai gettoni di presenza dei consiglieri per realizzare, in questo periodo di crisi economica, un micro-welfare, come e’ successo in tanti altri enti locali. Un pacchetto di azioni che avrebbero garantito una maggiore serenita’ nelle famiglie in difficolta’ economica che prevedeva: a) la stipula di una convenzione con societa’ assicurativa che avrebbe garantito a tutti i lavoratori residenti nel comune di Montella che fossero andati in cassa integrazione, un bonus di 400 euro mensili per 12 mesi, b) riduzione dei costi della mensa scolastica, del trasporto pubblico e della scuola materna, c) la stipula di una assicurazione per tutti i pensionati che fossero stati derubati della pensione nel tragitto dall’ufficio di rscossione fino a casa.

Oggi questa volonta’ di essere propositivi ed utili alla nostra comunita’ e’ stata ostacolata e la nostra disponibilita’ peraltro sollecitata e richiesta dal Sindaco ad essere costruttivi e’ stata rifiutata. Non è stata perseguita da questa maggioranza alcuna delle possibili fonti di finanziamento che il POR gli offriva, soprattutto per le aree rurali, opportunita’ che probabilmente non si verificheranno piu’. Animata da lucida follia e scellerato protagonismo, ha decretato la crisi alla Comunita’ Montana con la sfiducia al Presidente in una fase cruciale per il destino dei fondi comunitari. L’assenza di un interlocutore forte sovracomunale che sostenesse questo territorio ha dato via libera per indirizzare i consistenti fondi dei patti di reciprocita’ destinati alla nostra provincia, verso la Valle dell-Ufita, piuttosto che verso l’Alta Valle del Calore. Oggi più che mai era necessaria la presenza di una guida che avesse l’esperienza per cogliere l’attimo giusto per la presentazione di progetti strategici per il nostro comune.

Avevamo avvertito per tempo il Sindaco, ma alla inesperienza ed alla assenza di peso politico di chi ci amministra si e’ sommata l’arroganza di chi non accetta i consigli.

Sono trascorsi solo 6 mesi ed il danno e’ gia’ grave…

Salvatore Cianciulli

Capogruppo consiliare di Alternativa Riformista