Posts tagged ‘salvator allende’

settembre 2, 2013

Per ricordare Salvador Allende.

In occasione del 40 anniversario del colpo di stato in Cile, in Cooperativa Labriola un evento per non dimenticare i tragici eventi che portarono alla fine del Governo di Unità Popolare e all’inizio della dittatura militare.

– LA STORIA E’ NOSTRA E LA FANNO I POPOLI – Salvador Allende

Inizio alle ore 18, con una chiacchierata/intervista a testimoni di quei giorni.
Intervengono:

– Lucy Rojas, Presidente Associazione Culturale Cilena Alpi-Andes
– Rodrigo Andrea Rivas, Ex dirigente di Unidad Popular

Modera:

– Felice Besostri, Network per il Socialismo Europeo

A seguire, dalle 20.00, Grande Cena Cilena, su prenotazione:

– Empanada cilena
– Pastel de Choclo
– Flan de Limon
– Un calice di vino cileno

Il costo della cena è 16 euro, con aggiunta di un Pisco Sour a soli 2,5 euro in più!
info e prenotazioni inviando una mail a cenacilena@maquismilano.it

oppure 3493812810

A seguire, dalle 22.00, Daniele Biacchessi: “Cile 11 settembre 1973″, lettura scenica del libro omonimo di Daniele Biacchessi, Edoardo Carrasco, Stefano Paiusco, Raja Marazzini.

Venite Numerosi!

MAQUIS
COOP.LABRIOLA
ALPI-ANDES

per info: www.maquismilano.it
facebook MAQUIS
facebook Cooperativa Labriola
3493812810

settembre 11, 2012

SALVADOR ALLENDE (CILE, 11 SETTEMBRE 1973…)

“Salvador Allende”, documentario del regista cileno Patricio Guzman, per ricordare a qualche “smemorato” che c’è stato l’11 settembre 1973, prima di quello del 2001….
Salvador Isabelino del Sagrado Corazón de Jesús Allende Gossens (Valparaíso, 26 giugno 1908 – Santiago del Cile, 11 settembre 1973) è stato un politico e medico cileno, primo Presidente marxista democraticamente eletto nelle Americhe. Allende fu Presidente del Cile dal 3 novembre 1970 fino alla destituzione violenta a seguito di un colpo di stato militare appoggiato dalla CIA con il sostegno diretto del governo USA (Richard Nixon e Henry Kissinger), avvenuta l’11 settembre 1973, giorno della sua morte. Laureatosi in medicina all’Universidad de Chile, ne fu allontanato e venne inquisito per motivi politici alla fine degli studi. Nel 1933 partecipò alla fondazione del Partito Socialista Cileno. Successivamente venne eletto deputato del parlamento cileno nel 1937. Nel 1943 venne scelto come segretario del Partito Socialista e ricoprì la carica di ministro della sanità, mentre nel 1945 divenne senatore. Nel 1970 ottenne la vittoria elettorale come candidato alla nomina a presidente della repubblica del Cile, quindi presiedette un governo di coalizione. Nel 1973 un “golpe” organizzato da elementi reazionari e fascisti dell’esercito causò la sua morte in circostanze drammatiche nel palazzo presidenziale a Santiago del Cile, portando al governo il generale Augusto Pinochet, che instaurò una dittatura militare sostenuta dall’imperialismo internazionale e dal Vaticano di Giovanni Paolo II. I sostenitori di Allende si riferivano a lui come Compañero Presidente (“Compagno Presidente”).
Patricio Guzmán Lozanes (Santiago del Cile, 11 agosto 1941) è un regista, sceneggiatore, attore e fotografo cileno.

luglio 25, 2012

Era il 1972, ma va bene anche oggi.

Assemblea dell’ONU 4 dicembre 1972.
“Ci troviamo davanti a un vero scontro frontale tra le grandi corporazioni internazionali e gli Stati. Questi subiscono interferenze nelle decisioni fondamentali, politiche, economiche e militari da parte di organizzazioni mondiali che non dipendono da nessuno Stato. Per le loro attività non rispondono a nessun governo e non sono sottoposte al controllo di nessun Parlamento e di nessuna istituzione che rappresenti l’interesse collettivo. In poche parole, la struttura politica del mondo sta per essere sconvolta. Le grandi imprese multinazionali non solo attentano agli interessi dei Paesi in via di sviluppo, ma la loro azione incontrollata e dominatrice agisce anche nei Paesi industrializzati in cui hanno sede. La fiducia in noi stessi, che incrementa la nostra fede nei grandi valori dell’umanità, ci dà la certezza che questi valori dovranno prevalere e non potranno essere distrutti.”
settembre 10, 2010

L’11 settembre 1973 moriva la democrazia in Cile.

L’11 settembre  1973, le forze armate cilene guidate dal Generale Augusto Pinochet misero in atto il golpe cileno del 1973 contro Salvator Allende. Durante l’assedio e la successiva presa del Palacio de La Moneda, Allende decise allora di uccidersi piuttosto che arrendersi a Pinochet.

  « Viva il Cile! Viva il popolo! Viva i lavoratori! Queste sono le mie ultime parole e ho la certezza che il mio sacrificio non sarà vano. Ho la certezza che, per lo meno, ci sarà una lezione morale che castigherà la vigliaccheria, la codardia e il tradimento»
ottobre 26, 2009

In memoria di Salvator Allende!

 

 

Ai compagni socialisti,  comunisti e verdi che dubitano che sinistra e libertà possa non funzionare per l’inconciliabilità delle idee socialiste con quelle comuniste ricordo le varie esperienze del  Fronte popolare, cioè l’alleanza in funzione antifascista tra socialisti, socialdemocratici, partiti della sinistra e comunisti, promossa in vari paesi, tra i quali Francia e Spagna. La prima esperienza si verificò in Francia nel 1934 in cui ci fu un’alleanza tra comunisti, socialisti e radicali. La politica dei fronti popolari fu caldeggiata nel 1935 da Georgj Dimitrov al VII congresso del Comintern, o Terza Internazionale. In Francia il Fronte popolare, sotto la guida di Léon Blum, governò dal 1936 al 1938; gli sforzi per introdurre profonde riforme sociali e per migliorare i salari dei lavoratori fallirono per la grave situazione economica, per le discordie interne e per le campagne denigratorie condotte dalle destre contro la coalizione di sinistra.

Il Fronte popolare spagnolo, formato da repubblicani di sinistra, socialisti e comunisti, vinse con una lista unitaria le elezioni del febbraio 1936, pochi mesi prima della rivolta dell’esercito spagnolo in Marocco, preludio della guerra civile spagnola. Dopo la seconda guerra mondiale, governi di fronte popolare si costituirono nei paesi dell’Est europeo, aprendo la strada all’instaurazione di regimi comunisti. In Italia la formula di fronte popolare fu sperimentata alle elezioni politiche del 1948, con l’alleanza tra comunisti e socialisti, sconfitta dal responso delle urne. L’ultima esperienza di fronti popolari si verificò in Cile, alle elezioni politiche che nel 1970 decretarono la vittoria di Salvador Allende, candidato di un cartello di comunisti, socialisti e radicali. Si trattò di un’esperienza politica durata fino al settembre del 1973, quando fu interrotta da un sanguinoso colpo di stato militare che instaurò una dittatura conservatrice Andiamo avanti quindi nella idea della costituzione di S e L come casa comune della sinistra  degli ecologisti.