Posts tagged ‘riciclo’

novembre 23, 2013

Ricicliamo il mondo.

 

Roberto Casaccia | Il recupero dei rifiuti. ovvero i residui generati dall’attività produttiva e dalla cultura consumista, è un tema che sta entrando sempre più nel dibattito e nell’agenda pubblica globale. Da un lato, non è ragionevole nè tanto meno auspicabile continuare aumentare la produzione dei rifiuti e i conseguenti impatti negativi prodotti dal loro smaltimento indiscVisualizza altro

aprile 2, 2013

Raccolti fusti acciaio quanto 12 tour Eiffel.

In 2011 raccolti fusti acciaio quanto peso 12 tour Eiffel In 2011 raccolti fusti acciaio quanto peso 12 tour Eiffel

ROMA- I fusti metallici impiegati per contenere oli, vernici, prodotti chimici e alimentari sono i piu’ riciclati in Italia.

Dalla raccolta nel 2011 sono state recuperate 84.000 tonnellate di acciaio – pari al peso di 12 Tour Eiffel o 2.100 vagoni Frecciarossa – e 9.000 tonnellate di fusti industriali rigenerati (quelli che dopo un ciclo di operazioni sono stati resi nuovamente utilizzabili), consentendo un risparmio diretto di 159.600 tonnellate di minerali di ferro, 50.400 tonnellate di carbone, 1.352 terajoule di energia e 150.360 tonnellate di CO2, equivalenti a 8.400.000 alberi che crescono ogni anno nella foresta pluviale.

E’ quanto emerge da un’analisi del consorzio nazionale per il riciclo e il recupero di imballaggi in acciaio Ricrea che opera in Italia attraverso una rete di oltre 100 operatori. Se nel corso di un anno viene riciclato il 76% dell’acciaio – risultato che colloca il nostro Paese fra i migliori d’Europa – la percentuale sale addirittura al 90% se si restringe il campo ai soli contenitori industriali, spiega il consorzio.

gennaio 26, 2013

Vivere con 40 euro al mese nel lusso usando i rifiuti.

Ricchezza e rifiuti: due facce della stessa medaglia. E’ questa la parabola di Philipp Hauschild 23 anni di Amburgo che vive una vita lussuosa recuperando quanto gli occorre dai rifiuti. E disincantato spiega:

Non c’è quasi nulla che non può trovare al giorno d’oggi nella spazzatura. Ho pescato di tutto dai contenitori per i rifiuti delle aziende.

Philipp dalla sua pagina su Fb annuncia tra l’altro di essere impegnato nella preparazioni di lezioni che terrà prossimamente all’Università si Amburgo.

Continua a leggere: Vivere con 40 euro al mese nel lusso usando i rifiuti

novembre 24, 2012

Rifiuti: Legambiente lancia la campagna “Ridurre si può”.

Riuso e Riciclo Il 23, 24 e 25 novembre torna il week-end di “Ridurre si può”, la campagna di Legambiente per la Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti. Dal 2000 al 2009 produzione dei rifiuti urbani in Italia +6%, in Germania -9%. “Le buone pratiche locali sono fondamentali ma non sufficienti. Che fine ha fatto il Programma nazionale di prevenzione del Ministero dell’Ambiente?”.

novembre 21, 2012

Rifiuti, riciclo e recupero portano risparmi inimmaginabili.

Risparmi per 72 miliardi di euro l’anno, la creazione di 400.000 posti di lavoro entro il 2020, e un incremento del fatturato di 42 miliardi di euro al…Visualizza altro

aprile 3, 2012

Mobili in cartone: una buona idea.

Un meuble en carton est d’abord composé … de carton. Commençons donc par là.

Qu’est ce que le carton ?

Le carton est constitué de cellulose provenant du bois et le plus souvent de matières recyclées. Le bois peut provenir de forêt gérées durablement. Le kraft est acheté en bobines transportées par mer, fer ou route. La matière Kraft est ondulée dans nos usines partenaires certifiées ISO 14001, avec des colles à l’eau. Les encres et les eaux de rinçage passent par la station d’épuration du site et sont réutilisées en circuit fermé. Le revêtement imperméable des tables par exemple est obtenu …

dicembre 10, 2011

Europa, l’industria del riciclo ci salverà dalla crisi economica.

volumi di riciclo in Europa

L’Europa è chiara: smettiamola di svendere alla Cina e al resto dell’Asia materie prime da riciclare. Teniamocele in Europa e avviamo un ciclo virtuoso di recupero come perno della Green economy: l’industria del riciclo può davvero risollevare l’economia europea.

L’analisi è pesante e è contenuta nel Rapporto Earnings, jobs and innovation: the role of recycling in a green economy redatto dall’Agenzia Europea per l’Ambiente EEA. Si legge che i ricavi dal riciclo sono elevati e veloci e reggono la botta della crisi che stiamo vivendo:

Dal 2004 al 2008 il fatturato delle sette principali categorie di rifiuti riciclabili è quasi raddoppiata arrivando a oltre 60 miliardi di euro nell’Unione europea. A causa di un calo della domanda e di prezzo delle materie prime durante la recessione economica il fatturato del riciclo è diminuito stabilizzandosi alla fine del 2008 e nella prima metà del 2009. Il recupero è però iniziato.

Il riciclo è una procedura particolarmente preziosa per assicurare la fornitura di risorse critiche come i metalli rari, essenziali per l’UE, pioniere di nuove tecnologie. Le importazioni di rifiuti di metallo prezioso in Europa sono aumentate del 50% tra il 2000 e il 2009 – l’unico gruppo di materiali riciclabili, che e cresciuto notevolmente durante questo periodo.

Tuttavia ne sprechiamo ancora troppi e dunque accanto al riciclo diviene necessario un uso più razionale e ragionato di queste risorse.

novembre 28, 2011

A Bari partono le cartoniadi.

cartoniadi a bari e tia abbassata a chi produce meno rifiuti a Capannori Il concetto che alcune amministrazioni dotate di intelligenza ambientale portano avanti è semplice: i rifiuti sono denaro. E anche tanto. Meglio differenziare, raccogliere e conferire ottenendo vantaggi economici. Un primo esempio solo le Cartoniadi Campioni del riciclo, gara di raccolta di carta e cartone della durata di 1 mese in atto a Bari.

Grazie alla lungimiranza del sindaco Michele Emiliano e Comieco il 22 dicembre, saranno assegnati 30mila euro da usare per migliorare l’ambiente di una delle nove circoscrizioni partecipanti e che sarà stata decretata vincitrice. L’obiettivo dei cittadini è conferire il maggior quantitativo di carta e cartone.

A Capannori comune di 46 mila abitanti in provincia di Lucca e già famoso per la politica Rifiuti Zero, si va oltre e si mette in campo la Tassa di Igiene Ambientale (TIA) che si abbassa per quei cittadini che producono meno rifiuti differenziabili.

maggio 12, 2011

Re-Boat Race: a Ostia la regata delle barche riclate.

re_boat_race

Ricordate Plastiki, il catamarano realizzato con il riciclo di bottiglie di Pvc che, l’anno scorso, l’inglese David Rotschild aveva impiegato in una traversata oceanica in solitario da San Francisco a Sydney? E la “nostrana” Soap Kayak Race, la regata con canoe di cartone che si era svolta lo scorso settembre sul fiume Adda?

L’idea del riciclo con finalità sportive – educative, ora, approda al Lido di Ostia. Il mese prossimo, la spiaggia e il porto della Capitale faranno da cornice alla Re-Boat Race, prima regata completamente eco friendly d’Italia. Nata da un’idea di Sunnyway, Re-Boat Race si annuncia come un inno al riciclo creativo: ciascun equipaggio, infatti, dovrà costruirsi da sé la propria imbarcazione: a scelta, con l’assistenza online dei tutor di Sunnyway oppure… direttamente sulla spiaggia, alla vigilia della regata, che si svolgerà il 19 e 20 giugno, nell’ambito della sedicesima edizione “Da 100 a 1000 Vele – La festa del mare di Roma”, fissata al Lido di Ostia dall’11 al 18 giugno.

ottobre 29, 2010

L’Italia virtuosa aumenta il riciclo dei materiali.

L’Italia ricicla anche la crisi: pur diminuendo la quantità dei rifiuti trattati fino a 24 milioni di tonnellate (pari a – 24,7%), crescono gli indici di tutti i materiali: in alto i valori di carta, acciaio e vetro. Questa la fotografia delle principali tendenze registrate nel 2009 dal settore del recupero rifiuti scattata dal rapporto ‘L’Italia del riciclo’ – presentato oggi a Palazzo Montecitorio a Roma – promosso quest’anno da Fise Unire (l’associazione di Confindustria che rappresenta le aziende del recupero rifiuti) e dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile.

Alla fine del 2009 si è registrata una flessione dei quantitativi di 7 milioni rispetto al 2008 (da 31 mln ton del 2008 a 24 mln ton del 2009) rispetto ai sei principali flussi di materiali (rottami ferrosi, alluminio, carta, legno, plastica, vetro). Una riduzione addebitabile al forte calo dell’industria siderurgica (meno 6,7 mln ton di rottami ferrosi pari a una riduzione del 34,4%). L’alluminio riciclato è calato del 27,9%. Così altri materiali: il 10% la carta, il 4,4% il legno, il 9,9% la plastica, e il 3,2% il vetro.

Quanto all’immesso al consumo tutti i settori hanno aumentato il riciclo (alluminio a parte con – 8%), fino all’80% di carta e acciaio e al 66% il vetro. Questo rapporto, afferma Edo Ronchi presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile, “ci dice che non c’é solo la crisi dei rifiuti di Napoli. Abbiamo intere regioni con differenziate intorno al 50% e settori come quello degli imballaggi in cui si ricicla il 64% dell’immesso al consumo”.