Posts tagged ‘resistente’

febbraio 6, 2012

Superbatterio in GB: è allarme contagio.

Il pericolo corre sul bus e treno. In Gran Bretagna, infatti, è allarme per un che può diffondersi facilmente sui mezzi pubblici ed è a numerosi di prima linea. Il ceppo killer di (Methicillin-resistant ) chiamato Usa300 provoca la polmonite può sopravvivere facilmente sulle superfici, dunque i frequentatori di autobus e metro possono facilmente essere contagiati.

 

Il superbatterio, che può causare anche ascessi e grandi bolle sulla pelle, è stato segnalato per la prima volta negli Stati Uniti, ma ormai numerosi casi sono stati individuati in Gran Bretagna. Ruth Massey, del Dipartimento di Biologia e Biochimica presso l’Università di Bath, ha sottolineato come sia stata attivata una vigilanza supplementare su questo super-bug. Nei casi più gravi, Usa300 può portare ad avvelenamento del sangue letale o a una forma di polmonite che può corrodere il tessuto polmonare. Massey ha detto che ci sono stati 1.000 casi di acquisito in comunità in Inghilterra nell’ultimo anno, di cui 200 da Usa300. “Questo ceppo sembra molto abile a contagiare le persone sane”, ha aggiunto l’esperta, che in uno studio sul ‘Journal of Infectious Diseases’, analizza il meccanismo di diffusione di questi superbatteri nelle comunità, le difese per sfuggire agli e le misure per proteggersi da queste insidie.
“Mentre stiamo imparando sempre di più sul , c’è una seria minaccia rappresentata da questo ceppo più recente di batteri capaci di causare malattia e morte nelle persone perfettamente sane. Abbiamo bisogno di rispondere seriamente a questa minaccia”.

settembre 10, 2010

L’Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini di Roma arruola pazienti in un avanzato studio clinico per trattamento del carcinoma della prostata.

Sotto la direzione del Dr. Cora Sternberge, responsabile del DIpartimento di Oncologia Medica presso l’Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini di Roma, si è aperto l’arruolamento in uno studio clinico di Fase 3 di pazienti affetti da carcinoma della prostata. Lo studio si pone come obiettivo quello di valutare l’efficacia e la sicurezza di un innovativo farmaco per il trattamento di forme avanzate di carcinoma della prostata ed in particolare del carcinoma prostatico resistente alla castrazione (CRPC). I pazienti affetti dal tumore e che hanno già subito un trattamento chemioterapico interessati all’arruolamento possono chiamare l’ufficio di coordinamento al numero 06 5870 4356 per ricevere maggiori informazioni