Posts tagged ‘Renziani’

luglio 26, 2013

Il crepuscolo del PD.

Tempi bui per il Partito Democratico, che in pochi mesi è passato dall’illusione di vincere facilmente le elezioni di febbraio al ritrovarsi incastrato in un governo di larghe intese a guida democratica che penalizza il partito mentre il Popolo delle Libertà dato per morto guadagna consensi e stacca sempre di più Enrico Letta, Guglielmo Epifani e compagnia.

Questa settimana il Pd scende addirittura di due punti percentuali nel sondaggi Swg di Agorà. Cifre che raramente si vedono nei sondaggi e che significano allarme rosso: i democratici passano dal 25,5% al 23,5. Come se ne esce? Difficile capirlo prima che si tenga la sequenza di congresso, primarie, nuove elezioni (quando saranno); l’unica buona nuova arriva da altri dati, quelli relativi ai sondaggi sul gradimento dei leader, che mostrano come sia proprio il Partito Democratico ad avere nel suo “vivaio” le forze necessarie per superare il pessimo momento.

Cresce ancora un po’ invece il Pdl, che passa dal 26,5% al 27 e cresce soprattutto il Movimento 5 Stelle, che continua a recuperare voti dopo essere riuscito a mettere un freno alle polemiche che lo hanno dilaniato per lungo tempo e sta pian piano tornando ai consensi che aveva registrato alle politiche. Per il momento si attesta al 20%, una crescita di un punto e mezzo.

Per la verità di un partito così se ne può fare tranquillamente a meno.

Sondaggi 23 luglio

aprile 19, 2013

M5S A PD: VOTATE RODOTA’, PRATERIE PER IL GOVERNO: un giusto compromesso.

 Se il Pd voterà Rodotà per il Colle «si apriranno praterie» per il Governo. Questa la linea di M5s portata da Crimi e Lombardi all’assemblea dei parlamentari. «È il presidente dei cittadini e non dei partiti». Per cui qualunque nome indicherà Rodotà per formare un nuovo esecutivo, una volta presidente, «a noi andrà bene».
«Chi chiede il cambiamento non può non votare Rodotà, questo è chiaro. E per questo motivo il voto a Rodotà è fecondo e potrebbe essere il momento di svolta per il Governo di cambiamento», sottolineano i rappresentanti dei parlamentari grillini.
Rispetto alla possibilità di un sostegno anche ad un Governo guidato da Pier Luigi Bersani i rappresentanti di M5S si schermiscono: «non è una questione di nomi, ma è chiaro che un nome espresso dal presidente Stefano Rodotà ci andrebbe sicuramente bene». Attenti però, D’Alema è ancora in agguato.

aprile 19, 2013

Cicciolina Presidente. Che idea!

Il vignettista del quotidiano belga Le Soir, ci consiglia di puntare s’un altro presidente della Repubblica, Cicciolina.

 

– E perché no Cicciolina presidente? Voilà, una cosa è fatta. Ora manca solo un governo –

aprile 18, 2013

Questa volta ha vinto e convinto Grillo.

aprile 17, 2013

Marini è meglio di Rodota. Parola di Bersani.