Posts tagged ‘recupero acqua piovana’

aprile 8, 2012

New York, 15 progetti per il recupero dell’acqua piovana.

fattorie sui tetti di new york

Di quanto New York punti a essere una metropoli sostenibile lo avevo già scritto. Michael Bloomberg sindaco che crede nella green economy annuncia perciò che un altro tassello del Green Infrastructure Grant Program prende vita: The Brooklyn Navy Yard.

In sostanza su un tetto di 40mila metri quadri sarà installata una fattoria urbana per il recupero e riuso nelle colture di 40mila galloni di acqua piovana. Investimenti per oltre mezzo milione di dollari e lavoro per oltre 1000 persone. Ma come dicevo il progetto rientra in uno scenario più ampio di cui leggo sul Notiziario settimanale AIAB che scrive:

Il Comune di New York ha finanziato 15 progetti per la realizzazione di infrastrutture verdi che riducano il sovraccarica di acqua nelle fogne di New York e che, quindi, migliorino la qualità
delle acque del porto della Grande Mela e del fiume Hudson.

Continua a leggere: New York, 15 progetti per il recupero dell’acqua piovana

ottobre 23, 2011

Recupero acqua piovana, una pioggia di risorse a Berlino.

pioggia a Berlino

La pioggia è una risorsa preziosa a Berlino ed un nubifragio come quello che ha travolto Roma giovedì scorso avrebbe trovato un’accoglienza a cisterne aperte. O almeno a Potsdamer Platz e nel quartiere periferico di Lankwitz, letteralmente impermeabilizzati. Aree che sono state riqualificate proprio con l’intento di arginare i danni di alluvioni e frane provocate da precipitazioni abbondanti.

L’acqua in eccesso viene incanalata in bacini superficiali e sotterranei grazie a tetti filtranti e ad altre superfici di raccolta, poi viene depurata ed utilizzata per alimentare le fontane pubbliche ed irrigare i giardini. Una parte viene invece destinata agli scarichi dei WC e ad altri usi domestici.

Il serbatoio più capace per il recupero dell’acqua piovana è quello di Potsdamer Platz che può ospitare fino a 4.000 m3. Altre cinque cisterne sotterranee ne accumulano fino a 2.600.

febbraio 5, 2010

Comuni virtuosi: Ponte nelle Alpi

Onore a questo piccolo Comune di 8.500 abitanti nelle Alpi bellunesi, vero e proprio modello di sostenibilita’ ambientale e buone pratiche.
In soli due anni, grazie a un sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta che ha dato lavoro a 5 persone, la raccolta differenziata e’ arrivata al 90% con un taglio del 15% dei costi di gestione del servizio.
La scuola media e’ stata dotata di pannelli solari fotovoltaici, mentre in tutte le aule sono state installate particolari lampade che si accendono e si spengono da sole e si autoregolano in base alla luce naturale.
Ai lampioni lungo le strade sono stati applicati particolari diffusori che convogliano tutta la luce verso il basso. Grazie a tutti questi accorgimenti i costi per l’illuminazione pubblica sono diminuiti del 30%.
Sono state inoltre incentivate le aziende che recuperano l’acqua piovana mentre attualmente e’ in progetto un impianto per la produzione di biogas.
Per gli anziani e’ previsto un servizio pubblico di trasporto completamente gratuito e nei parcheggi sono state inserite le strisce rosa, per agevolare le donne in stato di gravidanza.
Complimenti!