Posts tagged ‘quote latte’

gennaio 16, 2013

Lega Nord: inchiesta su quote latte, ipotizzati bancarotta e corruzione.

Dopo le indagini sui rimborsi elettorali e su Finmeccanica, arrivano le quote latte. E cosi’ un’altra inchiesta travolge la Lega Nord. Nella notte gli uomini della guardia di Finanza hanno passato al setaccio il quartier generale del Carroccio in Via Bellerio e la sede di Torino. Il blitz e’ scattato su ordine del pm milanese Maurizio Ascione, titolare di un’indagine sulle quote latte partita nei mesi scorsi dopo il crac della cooperativa ‘La Lombarda’, finita in bancarotta per un ‘buco’ da 80 milioni di euro. La Procura di Milano ipotizza i reati di bancarotta e corruzione. Il sospetto degli inquirenti e’ che siano state versate tangenti a funzionari pubblici e a politici in cambio di interventi legislativi a favore degli agricoltori come le norme che hanno permesso di ritardare il pagamento sulle quote all’Unione Europea. La perquisizione ha pero’ portato a risultati inferiori alle previsioni degli investigatori. Presente al blitz tutto lo stato maggiore del Carroccio: dal presidente Umberto Bossi al segretario federale Roberto Maroni, dall’ex ministro Roberto Calderoli al presidente del Piemonte, Roberto Cota, che – stando a quanto trapela in ambienti giudiziari milanesi – alla richiesta di esibizione di documenti e carte avrebbero opposto l’immunita’ parlamentare. Una circostanza smentita dallo stesso segretario federale: ”Abbiamo dato la totale collaborazione, non e’ stata opposta alcuna questione di immunita’ perche’ la Lega non c’entra”.

febbraio 27, 2011

Camusso: «Premier tassato al 12%.Perché nostri stipendi al 30%?»

Giustizia fiscale e sociale: l’ha chiesta la leader Cgil Susanna Camusso durante il comizio nel corso del quale ha chiesto le dimissioni di Silvio Berlusconi. «Ieri – ha sottolineato Camusso – il presidente del Consiglio ha ricevuto le cedole delle sue aziende e le ha distribuite alla sua famiglia, questo è legittimo; ma perché quei soldi sono tassati al 12% e le nostre retribuzioni al 30%? Chi è ricco continua ad arricchirsi mentre chi è povero continua a impoverirsi».

Riguardo al decreto ‘mille proroghe’, Camusso ha detto che «per garantire le quote latte a qualche allevatore leghista si tolgono le risorse per curare chi è malato di tumore». In questo contesto, «i diversamente abili hanno bisogno di venire in piazza per non sentirsi un peso per le loro famiglie», d’altra parte persistono «le consulenze del governo e dei Comuni che costano molto di più e non hanno nessuna efficacia per la collettività.

febbraio 24, 2011

Milleproroghe: stop agli abusi edilizi dei “Cetto Laqualunque del Pdl”.

Ci voleva il no del presidente Giorgio Napolitano (visto che a poco erano valsi gli appelli degli ambientalisti) per fermare la sanatoria legalizzata prevista dal primo decreto Milleproroghe. Quello nuovo, che verrà votato con la fiducia domani alla Camera dei Deputati, per fortuna è stato ripulito di alcuni scempi.

Ferma restando la proroga del pagamento delle multe per le quote latte, che faceva parte di uno scambio di favori tra i deputati della Lega e quelli del sud, saltano i due contrappesi: lo stop alle demolizioni delle prime case abusive in Campania e la proroga delle concessioni edilizie ai piedi dell’Etna. Legambiente ringrazia:

Una vittoria per i cittadini onesti e per i tanti magistrati che, in un clima intimidatorio, hanno riaperto una nuova primavera della legalità. In un paese civile e democratico l’illegalità si combatte e non si può autorizzare. Ringraziamo il presidente Napolitano per aver garantito il rispetto delle leggi a tutela della sicurezza dei cittadini e del territorio. Ora proseguiamo a vigilare, tenendo alta la guardia, perché i tanti ‘Cettolaqualunque’ del Pdl ci riproveranno facendo rientrare da qualche finestra legislativa quello che oggi è stato bloccato dalla porta principale.

febbraio 17, 2011

Il “Decreto Milleproroghe” salva le case abusive della Campania. E le quote latte…

Per una volta gli allevatori del nord vanno a braccetto con i costruttori abusivi del sud. Cosa ci fanno insieme queste due categorie? Semplice, il “Milleproroghe”! Cioè il decretone approvato ieri dal Senato per sanare, come avviene ormai ogni anno, piccole e grandi questioni della politica italiana rimaste in sospeso.

Accanto a misure giuste , come la conferma del congelamento dei tributi per le popolazioni terremotate d’Abruzzo e alluvionate del Veneto, ci sono alcune furbate diciamo così “classiche”. La prima è il rinvio dell’abbattimento delle prime case abusive in Campania. Ruspe ferme fino a nuovo ordine, in teoria fra un anno ma solo in teoria. Perché c’è un Milleproroghe all’anno, quindi…

La seconda furbata, che è il contrappeso leghista alla prima, è un altro rinvio: quello del pagamento delle prime rate delle famosissime quote latte che gli allevatori bovini del nord Italia dovrebbero (ovviamente, proroghe a parte) iniziare a pagare per aver prodotto più latte di quanto consentito dall’Europa. Che siano giuste o meno le quote latte, e se ne potrebbe discutere per secoli, lo scambio con l’abusivismo campano è semplicemente indecente.

luglio 16, 2010

Quanto costano le multe per le quote latte?

Secondo il “Post” le multe per le quote latte che non pagheranno i produttori padani   valgono quattro miliardi di euro cioè come dice il Post “Per capire quanti sono quattro miliardi di euro, si può provare a metterli in relazione ad alcuni provvedimenti contenuti nella manovra finanziaria approvata ieri dal senato. Quattro miliardi di euro sono quasi metà dei soldi tagliati alle regioni, che dicono che per questo saranno costrette a restituire al governo le deleghe sui trasporti e i servizi sociali. Quattro miliardi di euro sono più del doppio dei soldi tagliati al Servizio Sanitario Nazionale nei prossimi due anni. Quattro miliardi di euro sono i soldi chiesti dal ministero dell’ambiente per risolvere i problemi idrogeologici dell’intero territorio nazionale.”Questa somma è stata già pagata dall’Italia all’Unione europea come sanzioni per le violazioni delle quote latte da parte degli allevatori. Che pagheremo noi, perchè la manovra finanziaria dell’integerrimo Tremonti contiene un emendamento, fortemente voluto dalla Lega,  che sospende il versamento delle multe delle quote latte, scaduto il 30 giugno, e lo proroga fino al 31 dicembre 2010.  Continuate a votare PDL, vi troverete bene.