Posts tagged ‘quaderni socialisti’

dicembre 25, 2012

Buon Natale.

Si narra che la sirena Partenope incantata dalla bellezza del golfo, disteso tra Posillipo ed il Vesuvio, avesse fissato lì la sua dimora. Ogni primavera la bella sirena emergeva dalle acque per salutare le genti felici che popolavano il golfo, allietandole con canti d’amore e di gioia.

Una volta la sua voce fu così melodiosa e soave che tutti gli abitanti ne rimasero affascinati e rapiti: accorsero verso il mare commossi dalla dolcezza del canto e delle parole d’amore che la sirena aveva loro dedicato. Per ringraziarla di un così grande diletto, decisero di offrirle quanto di più prezioso avessero.

Sette fra le più belle fanciulle dei villaggi furono incaricate di consegnare i doni alla bella Partenope: la farina, forza e ricchezza della campagna; la ricotta, omaggio di pastori e pecorelle; le uova, simbolo della vita che sempre si rinnova; il grano tenero, bollito nel latte, a prova dei due regni della natura; l’acqua di fiori d’arancio, perché anche i profumi della terra solevano rendere omaggio; le spezie, in rappresentanza dei popoli più lontani del mondo; infine lo zucchero, per esprimere l’ineffabile dolcezza profusa dal canto di Partenope in cielo, in terra, ed in tutto l’universo.
La sirena, felice per tanti doni, si inabissò per fare ritorno alla sua dimora cristallina e depose le offerte preziose ai piedi degli dei. Questi, inebriati anche essi dal soavissimo canto, riunirono e mescolarono con arti divine tutti gli ingredienti, trasformandoli nella prima Pastiera che superava in dolcezza il canto della stessa sirena.

Auguri a tutti gli amici di Quaderni Socialisti, ma soprattutto ai fedelissimi Antonio, Cordialdo e Barbustirolese.

settembre 18, 2012

Buon compleanno.

Quaderni socialisti compie oggi due anni.

431.240 visite, 11979 articoli presi nelle parti più disparate del web, 46 categorie affrontate, 7645 comenti.

tanti amici tra cui voglio ricordare e ringraziare Antonio, Cordialdo, Angelo Reppucci,  Antonio Festa e Barbustirolese che sono i più assidui e più affettuosi anche se, a volte,  severi giudici.

Con loro ringrazio tutti gli amici e i compagni e compagne che mi hanno seguito in questi due anni. A volte mi prende lo scoramento e verrebbe voglia di recuperare  quell’ora al giorno che dedico al blog per fare altre cose, ma poi ilpensiero che uno degli amici vada a controllare e non trovi niente da leggere o commentare mi fa sentire una merda e allora vado avanti.

Ci risentiamol’anno prossimo per spegnere la terza candelina.

 

ottobre 19, 2011

Indignati: “Quaderni Socialisti” presente

marzo 26, 2011

“Quaderni socialisti” c’era!

26 marzo 2011:manifestazione contro il nucleare e la privatizzazione dell’acqua.

settembre 23, 2010

Un anno.

“Quaderni Socialisti” compie un anno. Centosettantamila contatti circa. Tanta bella musica, politica sempre meno rassicurante, ecologia, salute molto seguita: questo il bilancio di un anno faticoso per l’impegno, ma di soddisfazione. Tanti commenti e un amico fedele: Antonio.

Continuerò così anche se a volte mi prende lo scoramento. Ma poi penso che bisogna resistere.

Appuntamento fra un anno.

marzo 13, 2010

Perchè Salvatore Cianciulli!

Salvatore Cianciulli è il Candidato di Quaderni Socialisti per le elezioni regionali della Campania. E’ uno dei tre candidati maschi nella cd. Lista del Presidente De Luca che si chiama  “Campania Libera”.
Perché Salvatore? Il Partito Socialista in Campania si è disciolto  per la scelleratezza di alcuni dirigenti che si sono serviti di noi, socialisti di base, per sopravvivere. Per loro essere socialisti non significava nulla, se non quello di rappresentare un simbolo, che valeva come qualsiasi altro simbolo. Con Salvatore, Geppino, Gianluca, Angelo  e tutti gli altri compagni, siamo rimasti  socialisti senza casa, senza un partito cui far riferimento. Forti delle nostre idee e con una amarezza di fondo abbiamo voluto contarci, per capire se effetivamente eravamo rimasti soli. Poi ognuno di noi ha trovato  le sue motivazioni per identificarsi in Salvatore e sentirsene rappresentato.  Chi ha una storia politica da onorare, chi cerca gratificazioni e successi da un’attività cui ritiene di aver dato tanto e di non aver ricevuto abbastanza, malgrado l’impegno profuso, chi semplicemente per spirito di solidarietà nei confronti di un gruppo, che si ostina a voler esistere e a fare politica, quella che Niki Vendola, chiama la politica buona. Gli  ideali del socialismo – solidarietà, equità, giustizia sociale, fratellanza – sopravvivono, ma per sopravvivere hanno bisogno degli uomini, perché se è vero che oggi essere socialista è difficile non è vero che l’irresponsabilità politica ci sopravviverà. Arriverà un momento in cui ci si renderà conto che il denaro non sarà più  il valore supremo. E’ vero l’umanità si sta preparando al peggio. I ricchi sono sempre più ricchi ed i poveri sempre più numerosi e più poveri.  Le generazioni a venire vengono derubate di tutto dalle risorse, all’acqua, l’ambiente. Quando l’umanità aprirà gli occhi e si renderà conto che bisognerà restaurare o instaurare sistemi di solidarietà, di redistribuzione e di protezione sociale, si scopriranno le vecchie idee socialiste e in quel momento ci sarà bisogno di gente come noi che con la propria modestia ed in tutta umiltà è  rimasta fedele ai principi del socialismo. Grazie a questi partigiani si potrà   concepire e porre in atto strategie per dare risposte a bisogni urgenti (acqua, habitat, sanità ecc.) e suscitare al tempo stesso lo sviluppo di attività e occupazione, contribuendo a promuovere forme di produzione e di vita non distruttive delle risorse e degli equilibri della nostra Terra.

Sarà in quel momento che gli eternauti socialisti riemergeranno per dare prospettive migliori, per indicare la strada per aver conservato una dignità  in senso sia umano che etico e politico.

                                                                                                                         FORZA SALVATORE

dicembre 20, 2009

Forza Niki

(riproponiamo questo video, che anche se è stato girato per la campagna elettorale per le elezioni europee, conserva ancora oggi la sua attualità.)

Oggi si conclude l’assemblea costituente di Sinista e Libertà.

Anche se per il momento non hanno aderito, i compagni di “Quaderni socialisti” esprimo la loro solidarietà a tutti i compagni che in questi giorni sono aRoma per costruire questa grande alternativa per una sinistra libera, aperta e coinvolgente. Sinistra e libertà è allo stato l’unica realtà possibile per una sinistra unita ed indipendente.

Siamo pronti ad affronatre insieme il percorso politico di SeL non appena saranno rimossi tutti ostacoli politici, fino ad oggi riscontrati.