Posts tagged ‘puliamo il mondo’

ottobre 1, 2013

Puliamo il mondo 2013, Legambiente arriva nella Terra dei Fuochi.

Puliamo il mondo 2013, Legambiente arriva nella Terra dei Fuochi

Puliamo il mondo la classica manifestazione di Legambiente arriva a Succivo comune in provincia di Caserta ai confini della Terra dei Fuochi. L’obiettivo della manifestazione inventata da Legambiente chiede di impegnarsi in prima persona nell’essere cittadini attivi e nel pulire ciò che è stato sporcato. Il che è giusto e condivisibile in un Paese normale. Ma poiché l’Italia è tutto tranne appunto che un Paese normale, risulta alla luce di ciò che sta accadendo nell’ambito della Terra dei fuochi, una pretesa, quella di pulire il mondo, piuttosto sfacciata.

Ambiente Italia trasmissione televisiva su Rai 3, condotta da Beppe Rovera dedica la sua puntata proprio a Puliamo il mondo con super ospite il ministro Andrea Orlando (di un governo traballante) e dà spazio anche a tutto establishment di Legambiente al completo incluso ai politici come Ermete Realacci. I volontari servono a far muovere le amministrazioni, fa notare il presidente di Legambiente, non a far si che restino seduti.

agosto 31, 2011

Ambiente: Puliamo il mondo, parte conto rovescia globale.

E’ partito il conto alla rovescia per la piu’ grande mobilitazione del Pianeta per salvare parchi, boschi, spiagge, fiumi e citta’ da immondizia e abbandono.
Nell’Anno europeo del volontariato riparte infatti ‘Clean up the world’ o ‘Puliamo il mondo’, fissata per il weekend dal 16 al 18 settembre in tutta Italia e il 23 e 24 anche nelle scuole.
La manifestazione, nata a Sidney in Australia nel 1989, e’ la piu’ importante campagna di eco-volontariato del mondo al quale partecipano centinaia di paesi e piu’ di 35 milioni di persone.
L’iniziativa e’ stata portata in Italia nel 1993 da Legambiente e da allora e’ presente su tutto il territorio nazionale grazie al lavoro di oltre 1.500 gruppi di ‘volontari dell’ambiente’, che organizzano l’iniziativa a livello locale in collaborazione con associazioni, comitati e amministrazioni cittadine.
Il titolo dell’edizione 2011 della campagna globale e’ ‘I nostri luoghi..Il nostro Pianeta…La nostra responsabilita”, che mette in luce come l’azione di ciascuna comunita’ e ogni volontario abbia un impatto globale.
Il 2011 poi e’ anche l’anno internazionale delle foreste, per questo la campagna invita tutti a considerare il ruolo dei polmoni verdi del Pianeta piantando alberi, pulendo parchi o spiagge, promuovendo la conservazione dell’acqua o facendo informazione sull’educazione ambientale. In campo saranno in diversi angoli del mondo le organizzazioni di scout, che negli anni passati sono state molto attive. In Libano nel 2009 un centinaio di ragazzi hanno ripulito le spiagge della riserva dell’isola di Palm, a cinque chilometri dalla Tripoli libanese.
Altri 300 invece hanno piantato alberi a La Paz, in Bolivia, in un’area precedentemente colpita dal terremoto, mentre in Zimbabwe i volontari hanno lavorato in diverse localita’ della cittadina di Kweke. Perfino a Tonga, paese divenuto simbolo della lotta contro i cambiamenti climatici, ci sono state mobilitazioni per ‘Puliamo il mondo’.

luglio 26, 2010

In crociera su una gigantesca bottiglia di plastica.

Ha gettato l’ancora nella baia di Sydney il catamarano Plastiki, composto di bottiglie di plastica recuperate dal mare, concludendo un viaggio di ‘consapevolezza ambientale’ di 130 giorni e circa 8000 miglia nautiche, dalla partenza da San Francisco attraverso il Pacifico. Accolto da una flottiglia di barche e da migliaia di sostenitori e curiosi allineati nei punti panoramici attorno alla baia, l’imbarcazione di 19 metri, costruita con 12.500 bottiglie, ha attraccato verso le 12 (le 4 in Italia) davanti al Museo marittimo nazionale, dove i sei eco-marinai, fra cui il rampollo della famiglia Rothschild, David de Rothschild, animatore dell’impresa, sono stati accolti dall’ambasciatore Usa Jeffrey Blelch, dal vice sindaco di Sydney Phillip Black e il velista-ambientalista Ian Kiernan, ‘padre’ della campagna ‘Puliamo il Mondo’. Tenuta insieme da un nuovo materiale riciclabile, la barca ha sostenuto venti di 62 nodi, ma nell’ultimo tratto ha dovuto essere rimorchiata per due giorni da un motoscafo, a causa di venti contrari dal sud. L’impresa organizzata dal 31/enne de Rothschild vuole sensibilizzare il grande pubblico sui problemi dell’inquinamento degli oceani, in gran parte causato da contenitori e buste di plastica