Posts tagged ‘procreazione assistita’

maggio 12, 2013

Fecondazione: impiantare uno o due embrioni sortiscono lo stesso effetto.

Se si fa una l’impianto di un solo testato contro le anomalie ha gli stessi risultati in termine di successo di quello di due embrioni non controllati. Lo afferma uno studio della Robert Wood Johnson Medical School/Reproductive Medicine Associates in New Jersey esposto in un comunicato dell’American College of Obstetricians and Gynecologists.impianto 300x189 Fecondazione: impiantare uno o due embrioni sortiscono lo stesso effettoLo studio ha coinvolto 175 donne sotto i 43 anni, assegnate random all’impianto di uno o due embrioni. Il tasso di successo delle gravidanze e’ risultato lo stesso nei due gruppi, ma ovviamente le pazienti con un singolo impianto non hanno avuto parti gemellari, presenti nel 53 per cento dei casi dell’altro. “Di conseguenza – sottolineano gli autori – i nati dal singolo impianto hanno un maggiore peso alla nascita, una minore probabilita’ di pretermine e un periodo di terapia intensiva subito dopo la nascita”.

aprile 5, 2013

Ordinanza, no fecondazione eterologa contro Costituzione.

procreazione assistita procreazione assistita

Il Tribunale civile di Milano, con un’ordinanza depositata il 29 marzo scorso, ha stabilito che il divieto di fecondazione eterologa si pone in contrasto con alcuni principi costituzionali, tra cui il diritto fondamentale all’autodeterminazione della coppia, il principio di eguaglianza tra coppie e il diritto alla salute.

I giudici chiedono, dunque, ancora una volta, alla Consulta di pronunciarsi sulla legge 40 che ha per l’ennesima volta ha subito una bocciatura. Marilisa D’Amico avvocato e anche consigliere comunale milanese del Pd, assieme agli avvocati Maria Paola Costantini, Massimo Clara e Sebastiano Papandrea, assiste la coppia affetta da azoospermia completa che aveva ha presentato nel 2010 ricorso al Tribunale civile di Milano per poter accedere alla fecondazione eterologa, vietata dalla legge 40 del 2004 giudicano la notizia ”molto positiva” e confidano nell’esito positivo dell’esame da parte dei giudici della Corte Costituzionale, affinche’ ”entro qualche mese, forse entro la fine dell’ anno, le coppie in Italia potrebbero avere accesso alla fecondazione eterologa”.