Posts tagged ‘primo maggio’

Mag 4, 2013

Morire contromano.

Quella volta amò come se fosse l’ultima
Baciò sua moglie come se fosse l’ultima
Ed ogni figlio suo come se fosse l’unico
E attraversò la via col suo passo timido

Salì nella costruzione come fosse una macchina
Eresse nella piattaforma quattro pareti solide
Mattone su mattone in un disegno magico
I suoi occhi abbottati di cemento e lacrime

Si sedette per riposare come se fosse sabato
Mangiò fagioli e riso come se fosse un principe
Bevve e singhiozzò come se fosse un naufrago
Ballò e canticchiò come se ascoltasse musica
Ed inciampò nel cielo se fosse ubriaco

E fluttuò in aria come se fosse un passero
E finì a terra come un sacco flaccido
Agonizzò in mezzo al marciapiede pubblico
Morì in contromano disturbando il traffico

Mag 1, 2013

Primo maggio, a Bologna e Treviso Confindustria per la prima volta nella storia sale sul palco con i sindacati.

È lo sfondamento della linea gotica del conflitto nel mondo del lavoro. Una breccia, due brecce, nel muro che divide sindacati e imprese e che la tempesta della più profonda crisi dal Dopoguerra ad oggi ha finito per assottigliare progressivamente. A Bologna e Treviso domani le imprese saranno per la prima volta su un palco, quello del primo maggio, che è storicamente simbolo di uno solo dei due volti del mondo del lavoro.

L’unità sindacale. Troppo presto, prestissimo, per parlare di primi segnali verso quel “Patto della fabbrica” auspicato due settimane fa da Vincenzo Boccia e Giorgio Squinzi, ma episodi che la particolare, e unica, congiuntura storico-politica rende impossibile archiviare come semplici coincidenze. Mentre a Roma viene battezzato il primo governo della storia repubblicana composto da ministri, politici, di entrambi gli schieramenti, il mondo del lavoro continua a tessere la complessa tela del dialogo che oggi, peraltro, ha registrato un altro storico passo avanti: la riunione unitaria dei direttivi di Cgil, Cisl e Uil, il primo via libera all’accordo sulla rappresentanza e l’annuncio della mobilitazione unitaria per il prossimo 22 giugno.

Mag 1, 2013

Canto dei malfattori.

Mag 1, 2013

Quando ci sveglieremo da questo incubo?

Mag 1, 2013

Quando i compagni erano compagni.

Mag 1, 2013

I padroni non hanno più bisogno di ammazzare.

Mag 1, 2013

Primo maggio. Una giornata di sole.

Mag 2, 2012

1°maggio.

Mag 1, 2010

Buonanotte compagni.

Il primo maggio è passato. Non è cambiato niente. Come poteva. La gente per un giorno ha provato a dimenticare. La gita fuori porta, la campagna, gli amici, la musica. Molti sono andati ai comizi dei sindacati fra le bandiere rosse e in mezzo ai compagni. Io sono arrivato tardi. Ho passato la giornata a tavola con Lucio medico, mio coetaneo,  in pensione da poco, Antony americano in crisi perchè non si riesce ad abituarsi alla nuova realtà  e sogna di andar a vivere in sudamerica. Mia moglie Pinuccia che viaggiava fra la cucina e il tavolo perchè ama farci star bene  e infine un simpatico  anarco-comunista: Nino. Una bella realtà a parlare male del Papa e racontarsi addosso, mentre la campagna sembrava una bella donna vestita a festa.  Anche questo è rock. Come dicevano i Led Zeppelin “è un bel pò che non facciamo del rockn’roll. Led Zeppelin IV è appunto il quarto album, quello del successo. In questo album c’è tutto la struttura del blues,la sonorità del folk, i timbri esotici degli strumenti non occidentali e la batteria di John Bonham. To Heaven, un punto di svolta secondo Robert Plant con una struttura quasi sinfonica fa entrare il Led Zeppelin nell’Olimpo dei grandi del Rock. Tutto il resto è musica. Così tutti gli anni sono i migliori.

Mag 1, 2010

Senza parole.