Posts tagged ‘prestiti alla grecia’

luglio 11, 2013

Crisi: niente vacanze per 73% dei greci.


Crisi: niente vacanze per 73% dei greciSecondo un indagine condotta a livello nazionale dall’Istituto del Consumatore (Inka), quest’anno il 73% dei greci non andrà in vacanze, contro il 63% del 2012, mentre molti di coloro che andranno, si vedranno costretti a ridurre ancora di più i giorni delle ferie. I motivi, secondo l’indagine, sono da attribuire in gran parte (70%), alla crisi economica che attanaglia la Grecia negli ultimi tre anni.

luglio 10, 2013

Grecia, aiuti e umiliazioni.

 

Carlo Musilli – Da Bruxelles arriva un’altra delusione per la Grecia. L’Eurogruppo ha deciso lunedì sera che questo mese Atene riceverà solamente 2,5 miliardi di euro, contro gli 8,1 precedentemente concordati. Non solo: i fondi saranno versati esclusivamente a patto che il Paese ”metta in opera le azioni programmate entro il 19 luglio”, ha spiegato Jereon DijsselbloVisualizza altro

febbraio 29, 2012

Grecia crisi: ecco come è morta la democrazia.

Abbiamo parlato tutti di “morte della democrazia” in Grecia. Ma nessuno aveva ancora visto l’arma del delitto, fisicamente mostrata da un parlamentare indipendente durante il suo discorso al Parlamento. Ecco la scena con i sottotitoli in italiano.

Il video dura appena un minuto, ma spiega tutto. Il Parlamento greco non serve più a nulla, se non a ratificare un documento scritto altrove da chissachì e che gli è stato ordinato di leggere in appena 24 ore.

Ma c’è di peggio: trattati come inutili schiacciabottoni, i parlamentari eletti dai cittadini hanno subìto anche l’affronto di trovare nel documento le cifre lasciate in bianco. Hanno quindi votato una manovra di cui non conoscono la reale entità, e a cui qualcun altro, sempre chissadove e chissachi, in seguito e con comodo apporrà quei numeri che rappresentano i miliardi da togliere dalle tasche dei greci.

Forse il Parlamento greco è composto da una manica di corrotti incompetenti, come tanti Parlamenti odierni. Ma a questo punto sarebbe interessante rispondere ad una domanda: chi comanda davvero, oggi, in Grecia?