Posts tagged ‘porto di napoli’

luglio 11, 2011

Inquinamento a Napoli: sostanze chimiche e idrocarburi nel porto .

Un odore nauseabondo, tanto forte da far girare da testa, e una chiazza scura che si allarga nel porto di Napoli, allo sbocco dell’alveo Pollena. E’ cominciata in questa modo la giornata di ieri nel capoluogo campano, già duramente provato dall’annoso problemi dello smaltimento dei rifiuti.

Capitaneria di porto, vigili del fuoco, Protezione civile, Guardia Forestale, esperti della Asl e dell’Arpac sono stati tutti immediatamente allertati per isolare nel lasso di tempo più breve possibile la fonte inquinante. E, soprattutto, per identificarla e per capire chi o cosa abbia permesso la sua dispersione in mare.

E’ bastata qualche ora, a questo proposito, per identificare nella macchia oleosa un’amalgama di idrocarburi, liquami e prodotti chimici di probabile origine industriale sversati all’esterno dell’area aeroportuale. Al momento, si sta procedendo alle manovre di disinquinamento della zona interessata e agli ulteriori accertamenti per risalire al responsabile. L’area è stata in parte evacuata.

settembre 5, 2010

Traffico di rifiuti: sequestrati 11 container nel porto di Napoli.

I finanzieri del Comando provinciale di Napoli e i funzionari dell’Agenzia delle dogane hanno sequestrato 11 container, di proprieta’ di una societa’ campana, destinati illecitamente ad un cementificio in Malesia, contenenti circa 300.000 kg. di rifiuti speciali che, per legge, dovevano essere invece trattati per il recupero.
  La normativa su gestione, raccolta e smaltimento di rifiuti speciali o pericolosi impone obblighi molto severi agli operatori del settore, prescrivendo limiti precisi al trattamento, al commercio degli stessi e vincolando l’esercizio di tali attivita’ al rilascio di specifiche autorizzazioni degli organi competenti.
  In questo caso la societa’ pur non disponendo delle necessarie autorizzazioni, tentando di sottrarsi ai controlli doganali, aveva intenzione di esportare illegalmente pneumatici usati al fine di aumentare illecitamente il volume delle vendite eludendo la vigente normativa di settore perseguendo, cosi’, notevoli profitti illeciti.
  Il rappresentante legale, e’ stato denunciato a piede libero all’autorita’ giudiziaria per attivita’ di gestione rifiuti non autorizzata e per traffico illecito di rifiuti in violazione delle norme previste dal d.lgs. 152/06.(AGI)