Posts tagged ‘populismo’

ottobre 15, 2013

Renzi il nuovo che arretra.

AMNISTIA
Il vergognoso Renzi.
Renzi 2005: “aderisco alla battaglia di Pannella per l’amnistia, impegno morale, civile, sociale della Comunità italiana”
Renzi 2012 (dicembre): “…vogliamo farci carico della lotta per l’amnistia, per la giustizia e per la libertà” … “armati di nonviolenza, con i nostri corpi, con il ruolo che ricopriamo, intraprenderemo, a staffetta, uno sciopero della fame, sperando con forza e caparbietà che il Parlamento italiano conceda un provvedimento di amnistia e si attivi con atti urgenti per porre rimedio all’emergenza carceraria, al vergognoso sovraffollamento ..”
Ma Renzi guarda i sondaggi, accarezza la pancia delle persone, con le parole nutre la bestia del populismo, coccolato dai media per la sua “inoffensività” dal punto di vista sociale, punto di equilibrio per rapporti che molti vorrebbero immutabili nel tempo
E Renzi non si vergogna

Marco Lang

aprile 20, 2011

Il Pdl demolisce l’articolo 1 della Costituzione.

remigio ceroni deputato dpl

«Il Parlamento è sovrano, gerarchicamente viene prima degli altri organi costituzionali come magistratura e Consulta e presidenza della Repubblica». Dal Pdl arriva un nuovo attacco contro i giudici, ma anche contro il capo dello Stato, attraverso una proposta di legge per riformare l’articolo 1 della Costituzione ribadendo «la centralità del Parlamento nel sistema istituzionale della Repubblica». A depositarla due giorni fa è stato il deputato marchigiano Remigio Ceroni, esattamente il giorno dopo il comizio elettorale di Silvio Berlusconi a Milano, durante il quale il premier è tornato ad attaccare la magistratura.

«Visto che al momento non è possibile fare una riforma in senso presidenziale come vorrebbe Berlusconi – spiega Ceroni – per ora ribadiamo la centralità del Parlamento troppo spesso mortificata, quando fa una legge, o dal presidente della Repubblica che non la firma o dalla Corte costituzionale che la abroga. Occorre ristabilire la gerarchia tra i poteri dello Stato. Se c’è un conflitto, occorre specificare quale potere è superiore».