Posts tagged ‘pippo calippo’

marzo 22, 2010

REGIONALI CALABRIA: DONADI (IDV), SOLTANTO NOI ABBIAMO INVIATO LE LISTE ALL’ANTIMAFIA

”Noi in Calabria ci mettiamo la faccia, quella di Pippo Callipo e dei nostri candidati. Siamo l’unica forza politica che ha avuto la serieta’ di presentare le nostre liste alla commissione antimafia e di averne l’approvazione”.

Così il capogruppo di Idv, Massimo Donadi,  a Cosenza per una manifestazione elettorale.
 ”Gli altri partiti  hanno detto che prima o poi lo faranno, ma non l’hanno ancora fatto. Noi vogliamo il rinnovamento e siamo convinti che soltanto una politica nuova, che metta al centro gli interessi del cittadino il bene pubblico, puo’ portare la Calabria ad agganciare il resto del Paese e l’Europa e a liberarsi, finalmente, dalla morsa della criminalita’ organizzata”.  ”Noi -ha concluso- vogliamo questa Calabria. Ci domandiamo se gli altri candidati vogliono la stessa cosa, ma i dubbi ci restano”.(iris press)

febbraio 4, 2010

Calabria: primarie PD, corrono in due.

Un’assemblea tesa, a volte con toni drammatici ha consegnato nel cuore della notte la decisione che il Pd calabrese va alle primarie domenica prossima con due soli candidati, Agazio Loiero e Giuseppe Bova: il terzo, Bruno Censore, ha annunciato il suo ritiro oggi pomeriggio.

Il governatore in carica, Agazio Loiero, come in una sorta di maxi montagna russa in due mesi è sceso, risalito, ributtato ai margini e ora clamorosamente di nuovo in corsa, incoronato dal suo partito e da coloro i quali lo avevano per mesi pesantemente messo in discussione. Il tutto dopo sei ore di discussione che ha visto non pochi attacchi alla dirigenza romana del Pd (in primis il segretario Bersani e il coordinatore della segreteria Migliavacca), attacchi che hanno finito con il ricompattare – almeno per il momento – una dirigenza locale che per mesi (praticamente dal congresso) se le era date di santa ragione, finendo con il mettere pesantemente in discussione lo stesso Loiero. Ora invece è passata la linea del presidente. Il Pd calabrese dà così per scontato che dopo l’Udc non ci sarà alcun rapporto con Idv, che ha candidato da mesi l’ imprenditore Pippo Callipo, e si appresta ad andare alle elezioni con la coalizione di centrosinistra di 5 anni fa, quando Loiero vinse con oltre 20 punti in percentuale in più del suo avversario (che era un altro imprenditore, Sergio Abramo, candidato dell’allora Polo). Ora il Pdl ha invece messo in campo un politico puro, il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti e tutto lascia pensare che la corsa sarà a tre: Loiero, Scopelliti, Callipo.

febbraio 3, 2010

Regionali 2010 Previsioni elettorali Calabria

 

Il Pd calabrese sceglierà il candidato alle prossime elezioni regionali tramite lo strumento delle primarie, che si terranno il 7 febbraio. Uno dei sicuri candidati sarà il presidente uscente Agazio Loiero. Il presidente del consiglio regionale Giuseppe Bova e il consigliere regionale Bruno Censore saranno gli sfidanti. Il “Quotidiano della Calabria” ha pubblicato un sondaggio dal  quale emerge che il centrosinistra, se il candidato alla presidenza della Regione fosse l’imprenditore Pippo Callipo, allo stato sostenuto da Idv, Radicali e alcune liste civiche, batterebbe il candidato del Pdl, Giuseppe Scopelliti, con una percentuale del 45,5 a fronte del 42,2.
Il sondaggio evidenzia, inoltre, che nella competizione a tre con Loiero, che arriverebbe terzo (13,6%), il candidato del Pdl non avrebbe avversari arrivando a ottenere il 42,2% seguito da Callipo al 24,5%. Sull’orientamento di voto per lista il campione indica per il 41,5% il centrodestra, per il 32 il centrosinistra e altro 10,2. Alta è la percentuali di indecisi, il 12,9%.
Altri sondaggi invece  danno indicazioni diverse.Ma, come dice Agazio Loiero, i sondaggi se li “fotte” il voto.

CENTRO DESTRA: 56,0%
– POPOLO DELLA LIBERTA’: 28,5%
– UNIONE DI CENTRO: 12,0%
– Lista Scopelliti: 4,5%

– UDEUR: 3,5% (INV)
– Nuovo PSI: 2,5%
– MPA: 3,5%
– LA DESTRA, F.TRIC, Mov. X l’Italia: 1,5%

CENTRO SINISTRA: 43,5%
– PARTITO DEMOCRATICO: 21,0%
– ITALIA DEI VALORI: 7,5% (-0,5%)
– COMUNISTI (RC, PDCI): 4,0%
– SINISTRA ECOLOGIA e LIBERTA’: 4,5%
– SOCIALISTI: 3,5%
– ALLEANZA X L’ITALIA: 2,5%
– VERDI: 0,5%

ALTRI: 0,5%

Candidati Presidente:
Scopelliti (CDX+UDC) 56,0%
Callipo (CSX): 43,5%
Altri: 0,5%

gennaio 19, 2010

Elezioni regionali di primavera: il caso Calabria.

La Calabria vive una situazione particolare, sembrerebbe che il centrosinistra sia ad un passo dallo stringere l’accordo con l’UDC, candidando Occhiuto. De Magistris dell’IDV,sostiene la candidatura di Pippo Callipo, mentre il Pd in caso di un’eventuale accordo con l’ Udc benedice Roberto Occhiuto, deputato dell’Udc, candidato presidente della Regione. Così si esprime Doris Lo Moro (Pd) che dà il proprio sostegno: «Senza dubbio sono a fianco di Roberto Occhiuto nella costruzione della sua candidatura» Agazio Loiero minaccia di correre da solo. Ha infatti affermato “ Come ho detto a Bersani a Palmi il rapporto con l’Udc è importante e ha un valore strategico. Ma non si può sacrificare tutto fino a cedere la presidenza»

Anche Scopelliti si dice certo dell’accordo con UDC. Come si vede il nodo alleanze è importantissimo. Il Centrodestra gioca d’anticipo e vince se il centrosinistra si presenta diviso.  Tutto cambia se si riesce a chiudere l’accordo con l’UDC.

Vediamo le ipotesi  delle probabili candidature  e le percentuali:

 

I° ipotesi: 4 candidati

Scopelliti (CDX): 46,0%
Loiero (CSX): 37,1%
Callipo (IDV): 9,4%
Occhiuto (UDC): 7,5%

Seconda ipotesi: 3 candidati

Scopelliti (CDX): 47,3%
Occhiuto (CSX+UDC): 40,0%
Loiero (Lista Loiero): 12,7%

terza ipotesi: 2 candidati

Scopelliti (CDX): 51,7%
Occhiuto (CSX+UDC): 48,3%

Vediamo ora le probabili percentuali di voto di lista

1)Nessun accordo all’interno delle coalizioni

CENTRO DESTRA: 43,5%
– POPOLO DELLA LIBERTA’: 24,0%

– Lista Scopelliti: 7,5%
– UDEUR: 3,5%
– Nuovo PSI: 3,0%
– MPA: 3,5%
– LA DESTRA, F.TRIC, Mov. X l’Italia: 2,0%

CENTRO SINISTRA: 34,0%
– PARTITO DEMOCRATICO: 20,5%
– COMUNISTI (RC, PDCI): 4,0%
– SINISTRA ECOLOGIA e LIBERTA’: 3,0%
– SOCIALISTI: 3,0%
– Lista Loiero: 3,0%
– VERDI: 0,5%

CENTRO: 12,5%)
– UNIONE DI CENTRO: 10,0%
– ALLEANZA X L’ITALIA: 2,5%
ITALIA DEI VALORI: 8,0% (-0,5%)
ALTRI: 2,0% (+2,0%)

2) Accordo centrosinistra-UDC

CENTRO DESTRA: 47,0%
– POPOLO DELLA LIBERTA’: 24,5%
– Lista Scopelliti: 9,0%
– UDEUR: 4,0%
– Nuovo PSI: 3,5%
– MPA: 4,0%
– LA DESTRA, F.TRIC, Mov. X l’Italia: 2,0%

CENTRO SINISTRA: 51,0%

– PARTITO DEMOCRATICO: 21,0% (-3,0%)
– UNIONE DI CENTRO: 9,5%
– ITALIA DEI VALORI: 8,0%
– COMUNISTI (RC, PDCI): 4,0%
– SINISTRA ECOLOGIA e LIBERTA’: 3,0%
– SOCIALISTI: 3,0%
– ALLEANZA X L’ITALIA: 2,0%
– VERDI: 0,5%

ALTRI: 2,0%

gennaio 12, 2010

Le ultime sui candidati alla presidenza per le elezioni regionali di marzo.

 

Il quadro dei candidati alla presidenza delle regioni interessate al rinnovo del consiglio  comincia a delinearsi, pur lasciando delle incertezze in alcune regioni come la Campania e la Puglia. Vediamo quindi un aggiornamento

PIEMONTE – il Pd sembra ormai certo che il presidente uscente, Mercedes Bresso sia ricandidata. Si fa strada anche la candidatura del sindaco di Torino Chiamparino gradito dall’UDC nel caso decidesse di entrare nella coalizione di centrosinistra.  Il Pdl dall’altro versante è intenzionato a  indicare il nome dell’attuale sottosegretario alla Difesa, Guido Crosetto, in corsa anche l’esponenete leghista Roberto Coda o anche Enzo Ghigo.

LOMBARDIA – Roberto Formigoni sarà sicuramente ricandidato per il centrodestra, nonostante la lega di Bossi faccia  i nomi di  Giorgetti. Il centro sinistra potrebbe dal suo lato nominare come candidato Pietro Ichino, oppure l’ex presidente della Provincia, Filippo Penati. Bruno Tabacci potrebbe scendere in campo per l’UDC.

LIGURIA- nessuna sorpresa per la ricandidatura dell’attuale presidente Claudio Burlando, mentre il centro destra sarebbe intenzionato a schierare Sandro Biasotti.

EMILIA-ROMAGNA – Di nuovo per il centro sinistra la candidatura per la terza volta di Vasco Errani, mentre il centrodestra schiererebbe Giancarlo Mazzucca o in alternativa a la deputata Isabella Bertolini. L’UDC, che dovrebbe correre da solo dovrebbe schierare Gian Luca Galletti.

TOSCANA – Non riconfermato per la terza volta invece Claudio Martini del Pd per cui può essere sostituito dal candidato Enrico Rossi.  Il Pdl potrebbe fornire come nome invece, Denis Verdini. L’UDC dovrebbe correre da solo mentre i Radicali schierano il fotografo Oliviero Toscani.

UMBRIA – Anche in questa regione terza candidatura l’uscente Rita Lorenzetti del partito democratico, che sfiderà alle primarie del 17 gennaio Mauro Agostini. Il centro destra potrebbe candidare  Luisa Todini o Fiammetta Modena o il sindaco di Assisi Claudio Ricci.

MARCHE – Si schiera di nuovo il presidente uscente Gian Mario Spacca del centro sinistra, che pare potrà contare anche sull’appoggio dell’UDC.  Contro di lui Mario Baldassarri  del centro destra, ma si fanno anche i nomi di Stefano Aguzzi, sindaco di Fano e di Remigio Ceroni e  Carlo Ciccioli.

LAZIO – Quasi certa la candidatura di Emma Bonino per il centro sinistra che ha ricevuto l’OK di bersani, di Ignazio Marino e Michele Meta.  Renata Polverini del sindacato UGL, corra per il centrodestra col probabile appoggio dell’UDC

CAMPANIA –Dovrebbero sfidarsi alle primarie per il centrosinistra  Vincenzo De Luca e dell’assessore ai Trasporti della Regione, Cascetta.  Il Pdl dopo la caduta della candidatura di  Nicola Cosentino sembra orientato a candidare Stefano Caldoro o in subordine il presidente degli industriali napoletani Gianni Lettieri. Sembra definitivamente tramontata la candidatura di Gianfranco Rotondi. L’UDC non ha ancora assunto nessuna decisione. Potrebbe correre da solo. Intanto il PSI ha ufficializzato la sua adesione al cartello del centrosinistra.

PUGLIA – Ancora incerta la ricandidatura del governatore Nichi Vendola che comporterebbe la rinuncia all’alleanza con l’Udc.  Sembra farsi strada l’ipotesi delle primarie che vedrebbe i due candidati del centrosinistra  Vendola e Francesco Boccia. Il Pdl candida Stefano Dambruoso, che metterebbe in discussione la candidata Adriana Poli Bortone. In corsa per il PDL anche Antoni Distaso.L’UDC disponibile all’intesa con il PD se il candidato presidente dovesse essere Boccia.

BASILICATA – Per il centro sinistra si ricandida il governatore uscente Di Filippo col probabile accordo con l’UDC. Il centrodestra candida invece Attilio Martorano.

CALABRIA –Incerta anche la posizione del presidente uscente Agazio Loiero in quanto alcuni del Pd vorrebbe sostituirlo con Marco Minniti.Le primarie sono già convocate per il 17 gennaio. Anche il centrista Occhiuto si candida. Il centrodestra mette in campo invece Giuseppe Scopelliti. Pippo Callippo si candida per Idv e movimenti della società civile.

VENETO – Quasi certa la corsa in solitario per il centrodestra di Luca Zaia in sostituzione del governatore uscente Galan. Prende piede l’alleanza antilega che conprende tra le file del centrosinistra anche l’UDC, in tal caso il candidato dovrebbe essere il centrista Antonio De Poli.