Posts tagged ‘pio la torre’

maggio 1, 2013

Quando i compagni erano compagni.

aprile 30, 2013

Il 30 aprile 1982 la mafia uccideva Pio La Torre. I socialisti non dimenticano i martiri della democrazia.

 30 aprile 1982. La mafia uccideva Pio La Torre, uomo politico impegnato nella lotta alla criminalità organizzata, promotore della coraggiosa legge sulla confisca dei beni ai mafiosi. La lotta alle mafie deve restare un tema centrale nell’azione di ogni Governo.La sua battaglia è stata è e sarà la battaglia di tutti i cittadini onesti.

aprile 30, 2012

Pio La Torre: un martire della democrazia.

30 aprile 2012 –  Oggi ricade il trentesimo anniversario dell’uccisione a Palermo di Pio La Torre, segretario siciliano del Pci e del suo autista Rosario Di Salvo. La mattina del 30 aprile del 1982, Pio La Torre stava raggiungendo in auto, una Fiat 132, la sede del partito. Alla macchina si affiancarono due moto di grossa cilindrata: alcuni uomini mascherati con il casco e armati di pistole e mitragliette spararono decine di colpi contro i due uomini.

Pio La Torre morì all’istante mentre Di Salvo ebbe il tempo per estrarre una pistola e sparare alcuni colpi, prima di soccombere.

Dieci anni più tardi, un mafioso pentito, Leonardo Messina, rivelò che Pio La Torre fu ucciso su ordine di Totò Riina, capo dei corleonesi, a causa della sua proposta di legge riguardante i patrimoni dei mafiosi. La Torre ebbe infatti l’intuizione di capire che per colpire al cuore l’organizzazione mafiosa era necessario attaccare i patrimoni e spezzare il legame con il mondo politico-istituzionale. Da qui il suo primo intervento con il pacchetto di norme sul sequestro e sulla confisca dei beni mafiosi, oltre che sulla istituzione del reato specifico di associazione mafiosa che divenne legge (la Rognoni –La Torre) solo in seguito alla sua morte. La mafia fece in tempo ad eliminare anche il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa prima dell’approvazione, il 12 settembre del 1982.