Posts tagged ‘Parigi’

gennaio 29, 2011

Paris : soutien aux Egyptiens près de l’ambassade

De nombreux Egyptiens de France se sont rassemblés devant l’ambassade d’Egypte à Paris, ce samedi, pour soutenir leurs compatriotes. Ils réclament également le départ imminent du président Hosni Moubarak.

settembre 2, 2010

Parigi: apre scuola impatto energetico zero.

A Parigi apre scuola a impatto energetico zero A Parigi apre scuola a impatto energetico zero

A Pantin, alle porte di Parigi, con l’inizio del nuovo anno scolastico sarà inaugurata una scuola “ad energia passiva”, che consuma meno energia di quella che produce.L’edificio, spiegano i progettisti al settimanale Journal du Dimanche, ha il tetto coperto di pannelli solari, che assicurano la fornitura di elettricità, tubi solari per il riscaldamento dell’acqua e sistemi di illuminazione dei banchi all’interno che sfruttano il riflesso della luce esterna.

Per il riscaldamento, invece, sfrutta l’energia geotermica tramite un impianto sotterraneo. La struttura è stata inoltre orientata in modo da sfruttare al meglio i raggi del sole e le correnti d’aria, ed è fornita di tripli vetri e giunture stagne. Il costo per la costruzione è stato di 14 milioni di euro, il 25% circa in più che per una scuola normale, ma il risparmio energetico consentirà di ammortizzare la differenza entro 15-20 anni

agosto 8, 2010

Per chi va in vacanza.

Una traversata Parigi – New york equivale ad un emissione di C02 pari a 2000 veicoli in un mese.

luglio 23, 2010

Bollicine.

A settembre la societa’ comunale per le acque della capitale francese installera’ la prima fontanella di acqua gassata.
Cittadini e turisti potranno spillare le bollicine gratuitamente. La fontana sgorghera’ nel Parco di Reuilly.

maggio 23, 2010

Parigi, per la Festa della biodiversità gli Champs-Élysées trasformati in giardino.

pubblicato da Marina

Nature capitale, gli champs elisee trasformati in un giardino per la festa della biodiversita Si chiama Nature Capitale ed è la Festa della biodiversità in atto a Parigi. Gli Champs-Élysées da stasera e fino al 24 maggio saranno trasformati in un grande giardino, lungo 1 km, che vedrà esposti per 3 ettari, 150 piante; 650 alberi; 8000 orti in cassetta; 11 alberi gioani; 150mila piante giovani.

Lungo quella che è definita la strada più bella del mondo, sarà possibile ammirare tutte le specie vegetali presenti in Francia: dal grano ai pomodori, patate, fagioli, pomodori, alberi da frutto. In pratica, ci sarà una Francia in miniatura dalla Normandia alle grandi pianure del Beauce. Prevista la presenza anche di animali come vitelli, mucche, maiali e polli a rendere una parte del giardino una fattoria didattica.

Infine, per chi lo desiderasse, dal 24 maggio, ma sono già prenotabili, saranno in vendita le mini cassette degli orti esposti, il terreno usato per la mostra e gli alberi da piantare.(ecoblog)

maggio 21, 2010

L’audace colpo dei soliti ignoti.

Colpo da 500 milioni al Museo di Arte Moderna di Parigi. Gli investigatori trovano solo un vetro rotto e un lucchetto spezzato. Ma non è così facile come sembra: pare che i ladri abbiano dovuto a usare il lucchetto per rompere il vetro.

aprile 14, 2010

Francia indignata per le parole di Bertone

Le dichiarazioni del segretario di Stato vaticano Tarcisio Bertone, che l’altro ieri sera dal Cile aveva collegato omosessualità e pedofilia, sono definite ” un accostamento inaccettabile” dal governo francese tramite una nota del ministero degli Esteri. Ma dalla Santa Sede arrivano parole che rischiano di far esplodere nuovamente il caso. “Bertone si riferiva alla problematica degli abusi all’interno della Chiesa e non nella popolazione mondiale – dice padre Federico Lombardi, portavoce del Vaticano – Le autorità ecclesiastiche non ritengono di loro competenza fare affermazioni generali di carattere specificamente psicologico o medico, per le quali rimandano naturalmente agli studi degli specialisti e alle ricerche in corso sulla materia”. In pratica un implicito accostamento tra l’omosessualità e la malattia.

La condanna di Parigi. “Si tratta di un collegamento inaccettabile e noi lo condanniamo”, ha detto il portavoce del Quai d’Orsay, Bernard Valero. E ha aggiunto: “La Francia è fermamente impegnata nella lotta contro la discriminazione e il pregiudizio legato all’orientamento sessuale e all’identità di genere”.