Posts tagged ‘paracetamolo’

febbraio 28, 2012

Trapianto di fegato: un modello matematico per stabilirne la necessità e salvare vite umane.

Ricercatori dell’universita’ dello Utah hanno sviluppato un insieme di equazioni di calcolo che aiuta a comprendere se e in quali quantita’ i pazienti assumono il come e valutare se e’ necessario un di per sopravvivere.

 

“E’ un’importante opportunita’ per usare i metodi matematici per migliorare la pratica medica e salvare vite umane”, ha spiegato Fred Adler, docente di Matematica e Biologia e coautore dello studio che ha sviluppato e testato il nuovo metodo. Lo studio e’ pubblicato su Hepatology, rivista specifica per le malattie e la funzionalita’ del . Adler e il suo team hanno dimostrato che attraverso l’utilizzo dei risultati di soli quattro comuni esami di laboratorio medico – noti come , , e – l’ e’ in grado di prevedere con precisione e in modo rapido quali pazienti soggetti a overdose di sopravvivranno con i soli trattamenti medici e quali avranno necessariamente bisogno di un di per sopravvivere.

novembre 26, 2011

E’ arrivata l’influenza: si chiama australiana.

Influenza, in arrivo l'australiana.

L’inverno si avvicina e, con lui, arriva l’influenza; anzi, per la precisione, è già arrivata. Il virus stagionale H3N2 è stato isolato su un uomo ricoverato in un ospedale di Genova: si tratta della febbre «australiana», detta anche A-Perth dal nome della città australiana in cui  è stata individuata, prevista in Italia per la metà di dicembre ma che si è presentata in anticipo. Per il 2011/2012 sono attesi tra i due e i quattro milioni di casi, con un picco nei mesi di dicembre e gennaio, per una stagione influenzale più mite di quella precedente.

dicembre 10, 2010

Bambini, paracetamolo sotto accusa.

Il verdetto di uno studio neozelandese sul popolare e diffusissimo antinfiammatorio-analgesico: non andrebbe somministrato a malati al di sotto dei 15 mesi di vita perché triplica le probabilità che diventino sensibili agli allergeni e sviluppino forme asmatiche verso i 6 anni

Bambini, paracetamolo sotto accusa l'uso precoce scatena asma e  allergie

Asma e allergie potrebbero dipendere anche dall’assunzione di paracetamolo nei primi mesi di vita. Lo sostiene una ricerca neozelandese pubblicata su Clinical and Experimental Allergy 1, condotta su 1.500 bambini. Secondo gli studiosi dell’Otago University di Wellington (Nz), l’utilizzo precoce di farmaci a base di paracetamolo triplica le probabilità di diventare sensibili agli allergeni e raddoppia le possibilità di sviluppare sintomi dell’asma intorno ai sei anni.
Eppure il paracetamolo si usa tantissimo, non solo come antipiretico per la febbre sopra i 38 gradi, ma anche, e soprattutto, come antidolorifico. Il principio attivo è infatti alla base di moltissimi farmaci (circa 120), generici o ben noti come marchi commerciali. Lo contengono ad esempio prodotti come Tachipirina, Efferalgan, Zerinol, Tachifudec, Vicks medinait sciroppo, Neocibalgina, Buscopan e Actigrip, solo per citare i più conosciuti.
Per verificare gli effetti del farmaco sulla salute dei più piccoli, l’equipe coordinata da Julian Crane ha preso in esame quasi 1.500 bambini. Il campione è stato seguito per anni con uno studio prospettico; in questo modo i ricercatori hanno potuto indagare l’associazione tra consumo di paracetamolo nei primi mesi di vita e il rischio di sviluppare l’asma in età scolare. Per farlo hanno reclutato, tra il 1997 e il 2001, 1.105 donne in gravidanza in due centri della Nuova Zelanda, Christchurch e Wellington.(repubblica.it)

dicembre 9, 2010

Paracetamolo a rischio insorgenza allergie e asma nei bambini.

 

 

Il paracetamolo, analgesicoantipiretico molto diffuso, potrebbe essere una causa dell’insorgenza di allergie e asma, soprattutto nei bambini, se hanno assunto questo farmaco nei primi 15 mesi di vita. E’ quanto rileva una ricerca dell’Otago University di Wellington, in Nuova Zelanda, condotta su 1500 bambini e pubblicata sulla rivista Clinical and Experimental Allergy.

”La scoperta principale – ha affermato Julian Crane, autore dello studio – e’ che i bambini che hanno utilizzato il paracetamolo prima di aver compiuto 15 mesi, cioe’ il 90% del campione monitorato, hanno il triplo di probabilita’ in piu’, di diventare sensibili agli allergeni e il doppio di probabilita’ in piu’ di sviluppare sintomi come l’asma, a sei anni rispetto ai bambini che non hanno utilizzato il paracetamolo”.