Posts tagged ‘pannelli solari’

gennaio 10, 2014

Rawlemon: la sfera in vetro che produce energia elettrica e termica.

greenMe.it: sarò buon* con la Terra – Una sfera in vetro, capace di attirare l’energia del sole incrementando del 35% l’efficienza energetica rispetto agli attuali pannelli solari. È Rawlemon, il generatore di energia progettato dall’architetto tedesco André Broessel.

Inizialmente pensata come stazione di ricarica di energia stand-alone per la mobilità elettrica, la pittoresca sfera di vetro utilizza i vantaggi offerti dalla sua forma e la trasparenza per trasformarsi in una vera e propria lente che concentra la luce solare ma anche quella lunare, sfruttandola di più rispetto a quanto fanno attualmente le celle dei pannelli fotovoltaici.

Video: http://vimeo.com/82017460

http://www.greenme.it/abitare/risparmio-energetico/12204-rawlemon-sfera-energia-elettrica-termica

luglio 27, 2013

Pannelli solari, Ue e Cina trovano l’accordo.

Secondo le indiscrezioni il prezzo minimo di vendita dovrebbe essere fissato in 57 centesimi a watt, oltre i 7 gigawatt di vendita i dazi verranno alzati al 47,6% 

La guerra fredda commerciale fra Cina e UE è finita o, meglio, è finita l’aspra battaglia riguardante i pannelli solari che, dopo l’innalzamento dei dazi doganali sulla produzione asiatica, aveva fatto crescere la tensione fino a ostruzionismi verso le eccellenze europee, ad esempio quelle vitivinicole.

Karel De Gucht, commissario al Commercio della Commissione Europea ha annunciato di avere trovato una soluzione amichevole con Pechino riguardo all’importazione dei pannelli commerciali. A giugno Bruxelles aveva imposto una tariffa anti-dumping dell’11,8% sui pannelli importati dalla Cina che sarebbe salita al 47% qualora fosse mancato un accordo entro il 6 agosto.

L’iniziativa era stata presa a tutela dei produttori europei schiacciati da una concorrenza asiatica capace di vendere addirittura a un costo del 90% inferiore. Nel 2011 la Cina ha esportato pannelli solari per un valore di 35,8 miliardi di euro, di cui il 60% nei paesi membri dell’UE.

Ora gli esportatori dovranno rispettare un prezzo minimo di vendita che, secondo alcune indiscrezioni, è stato fissato in 57 centesimi per ogni watt di energia prodotta.

giugno 15, 2013

Dazi sui pannelli fotovoltaici? Il problema è la Germania, non la Cina.

 

fotovoltaico-industria-320x234

Se l’Italia non crea filiere industriali per le tecnologie avanzate (come i pannelli fotovoltaici) dovrà importarle peggiorando il proprio deficit commerciale

di Daniela Palma, da Greenreport.it

Infine sono puntualmente arrivati: i dazi sui pannelli fotovoltaici importati dalla Cina annunciati dalla Commissione nell’autunno scorso, sono divenuti realtà (ancorché “provvisoria”, stando ai comunicati ufficiali). L’applicazione sarà graduale (11,8% fino al 6 agosto e 47,6% successivamente), mentre si afferma che l’Europa continuerà sulla linea del dialogo con l’economia del dragone per delineare i contorni di una rinnovata partnership commerciale nel settore. Anche se il tempo stringe, poiché entro dicembre l’Ue deciderà se imporre eventuali dazi definitivi.

Continua a leggere »

giugno 7, 2013

Dumping, la Cina chiude le porte ai vini italiani

È guerra di dazi fra Italia e Cina, più che altro una legge del taglione: l’Unione Europea impone i dazi ai pannelli solari provenienti dalla Cina? E allora la Cina risponde con un’indagine tesa a comprendere se i vini importati dall’Europa e, in particolar modo, dall’Italia stiano arrivando a un prezzo e in una quantità congrui. Minacciando l’export verso Oriente della produzione enologica italiana.

Il vino italiano che alla fine degli anni Novanta rappresentava l’1% del mercato cinese, si assesta attualmente intorno all’8% con un giro d’affari che sfiora ormai gli 80 milioni di euro. Inutile dire come la decisione del Governo cinese appaia pretestuosa sin dalla tempistica, visto che i dazi ai pannelli solari sono scattati proprio ieri, 6 giugno, portando la quota dall’11,8% al 47,6%.

Pechino accusa l’Unione Europea di fare dumping e il presidente francese François Hollande ha già chiesto, in tempi relativamente brevi, una riunione dei 27 Stati Membri affinché la Commissione Europea

arrivi a una solidarietà di punti di vista da parte dei ventisette.

L’indagine aperta dalla Repubblica popolare Cinese sui vini europei va seguita con la massima attenzione ma non ci deve spaventare, perché il prezzo dei nostri prodotti non è frutto di sovvenzioni o aiuti all’esportazione,

ha spiegato il ministro delle Politiche agricole, Nunzia De Girolamo, che ha sottolineato come la tutela dell’agro-alimentare sia una delle priorità del Governo Letta.

settembre 30, 2012

di Daniela Palma e Guido Iodice, da Greenreport.it

Tempi duri per l’Europa. E non soltanto per la crisi economica che giorno dopo giorno appare sempre più simile ad un bollettino di guerra, ma anche per la difficoltà con cui i suoi governanti riescono a divenire pienamente coscienti dei profondi cambiamenti strutturali che stanno attraversando l’economia mondiale. E’ del tutto emblematico in questo senso l’annuncio da parte dell’UE il 6 settembre scorso di voler procedere ad una inchiesta sulla presunta concorrenza sleale dei produttori di pannelli solari di Pechino ponendo le premesse per una guerra commerciale. Ma ancora più emblematica è la reazione del portavoce del ministero del Commercio cinese, Shen Danyang che ha prontamente fatto rimbalzare al mittente l’attacco con tipico tratto di saggezza asiatica, dichiarando il “profondo rammarico” del suo governo ma aggiungendo anche che “le barriere per i prodotti cinesi non minerebbero soltanto gli interessi dell’industria cinese ed europea, ma indebolirebbero lo sviluppo globale del settore del solare e delle energie pulite”.

Continua a leggere »

luglio 26, 2012

Il fotovoltaico trasparente.

L’Università della California ha sperimentato con successo una nuova tecnologia: la cella fotovoltaica trasparente, una novità assoluta nel panorama del mondo delle energie rinnovabili. Si tratta di un nuovo sistema molto interessante che potrebbe essere applicabile alle superfici quali per esempio le finestre: tale soluzione potrebbe dunque permettere alle superfici vetrate di un edificio di diventare dei veri e propri generatori di elettricità.

Come riporta ampiamente il sito di Science Daily il dispositivo è costituito da polimeri capaci di assorbire la parte di luce infrarossa e quindi essere praticamente trasparenti all’occhio umano. La grande novità, oltre all’applicazione su superfici trasparenti, è anche rappresentata dal fatto che si tratta di celle costituite da materiali plastici producibili quindi in grandi volumi e soprattutto a basso costo. Le celle possiedono un conduttore (trasparente) composto da nanotubuli in argento e in diossido di titanio, in grado di rimpiazzare gli elettrodi in metallo tradizionalmente utilizzati.

L’efficienza energetica è intorno al 4%, non sicuramente altissima, ma neppure tanto bassa da non giustificarne nel breve periodo una commercializzazione; infatti se realmente, come indicano i responsabili dell’Università americana, i costi di produzione dovessero davvero essere bassi si tratterebbe di una tecnologia estremamente interessante capace di prestarsi a numerose applicazioni.

luglio 6, 2012

Agrofotovoltaico, a Monticelli d’Ongina il primo raccolto di grano solare.

raccolto grano agrofotovoltaico

Agrofotovoltaico meglio conosciuto come la soluzione al conflitto in campo aperto food-energy. Sopra i pannelli, sotto il raccolto: agricoltori e produttori di energia in sinergia per conseguire obiettivi ambiziosi: risparmio energetico, riduzione del consumo di suolo e dell’impatto ambientale agricolo e fotovoltaico.

Abbiamo avuto modo di parlare dell’agrofotovoltaico italiano anche per i suoi aspetti meno virtuosi: la speculazione operata da finti agricoltori pur di accappararsi i lauti incentivi destinati alle serre fotovoltaiche.

Ma a volte il sole splende sul serio ed illumina raccolti veri e non farlocchi. A Monticelli d’Ongina, in provincia di Piacenza, l’impianto agrovoltaico ad esempio ha appena dato il suo primo raccolto di grano. Il frumento era stato seminato lo scorso mese di novembre. Ieri quattro luglio si è provveduto alla mietitura.

Continua a leggere: Agrofotovoltaico, a Monticelli d’Ongina il primo raccolto di grano solare

giugno 4, 2012

L’America mette i dazi doganali sui pannelli solari di fabbricazione cinese.

pannelli solari interna nuova

Il 17 maggio scorso il Dipartimento di Stato americano ha deciso di imporre dazi alle importazioni di pannelli solari prodotti in Cina. La ragione: Pechino inonda di sussidi i propri produttori che possono mettere sul mercato i pannelli a prezzi stracciati, causando la crisi della produzione americana. Gli Stati Uniti hanno dichiarato che imporranno tariffe di circa il 31 per cento su sessanta esportatori cinesi di pannelli solari accusati di dumping, tra cui Wuxi Suntech e Trina Solar. Altri produttori si troveranno ad affrontare tariffe di poco inferiori al 250 per cento.

Gli Usa difendono i loro prodotti, ma in realtà, secondo molti analisti di settore, la decisione porterà ad effetti negativi per tutti. Aumenteranno i costi, retrocederà l’industria del solare, a vantaggio di chi ancora campa di energia fossile. La nuova ‘guerra solare’ ha origini lontane. C’è un problema di fondo, di natura storica, collegato al protocollo di Kyoto e all’obiettivo delle riduzioni di CO2: i sussidi infatti non sono stati solo cinesi, ma vedono anche un impegno molto forte dell’Unione Europea.

Mag 17, 2012

Pannello fotovoltaico interamente riciclabile.

pannello solare 100% riciclabile

Un pannello solare 100% riciclabile senza silicio ed EVA (Etilene Vinil Acetato) che risolverebbe il problema dello smaltimento a fine vita, riducendo ulteriormente l’impatto dei moduli fotovoltaici. Ad annunciarne la realizzazione è il Centro di Ricerca e Sviluppo P.Energy che ha sviluppato il pannello solare 100% riciclabile in collaborazione con l’azienda svedese Midsummer AB. Le materie prime utilizzate sono tutte riciclabili: dal vetro alle celle CIGS, dal film termoplastico alle cornici in alluminio, dalle scatole di giunzione ai pannelli BIPV vetro/vetro. La tecnologia utilizzata, ideata come anticipavamo dalla svedese Midsummer AB, si avvale del CIGS, Copper indium gallium selenide. In sostituzione dell’EVA che oggi viene bruciata con un alto impatto ambientale c’è un film termoplastico che garantisce un miglior isolamento elettrico ed è resistente all’umidità.

gennaio 5, 2012

Il decollo del solare fotovoltaico all’aeroporto di Düsseldorf.

impianto solare aeroporto Düsseldorf

Una svolta sostenibile per l’aeroporto di Düsseldorf, in Germania, grazie all’installazione di ben 8.400 pannelli solari su una superficie grande quanto sei campi da calcio.

Si tratta di uno dei parchi fotovoltaici più grandi della Germania e dovrebbe diventare operativo entro la fine del 2012.

L’impianto con una potenza installata di due megawatt fornirà energia sufficiente a soddisfare i consumi medi di 600 famiglie (nuclei familiari di quattro membri) di Düsseldorf.

Continua a leggere: Il decollo del solare fotovoltaico all’aeroporto di Düsseldorf