Posts tagged ‘osservatorio permanente sulle morti in carcere’

giugno 4, 2011

Un altro detenuto suicida: è il 26° dall’inizio dell’anno

L’ultimo protagonista della strage è un detenuto del supercarcere di Maiano di Spoleto. Si è tolto la vita nella tarda mattinata di oggi. Lo ha reso noto l’Osservatorio permanente sulle morti in carcere. Con questo caso sale a 26 la lista dei suicidi nelle carceri italiane dall’inizio dell’anno e a 71 il totale dei detenuti morti. L’uomo, originario della provincia di Vibo Valentia, aveva 53 anni e stava scontando una pena all’ergastolo. L’allarme è scattato alle 12.15, ma per il detenuto non c’era più nulla da fare. Inutili i soccorsi degli agenti della penitenziaria che non hanno potuto far altro che constatare il decesso: l’uomo si è tolto la vita impiccandosi con un lenzuolo. La polizia sta eseguendo i primi rilievi per ricostruire la dinamica. Le cause dei suicidi in carcere sono molteplici, ma in primo luogo sembrano esserci le cattive condizioni di vita dei detenuti dovute al sovraffollamento.

marzo 7, 2010

Carceri: detenuto suicida a Padova

Ancora un suicidio nelle carceri italiane. Un detenuto trentenne si e’ suicidato oggi nel carcere di Padova. Era recluso nella sezione protetta perche’ aveva manifestato forte disagio. E’ il tredicesimo suicidio in carcere dall’inizio del 2010, riferisce l’Osservatorio permanente sulle morti in carcere. ‘Ormai e’ un bollettino di guerra, ogni giorno ci sono tentativi di suicidi, molte volte sventati dalla professionalita’ della polizia penitenziaria, e aggressioni’, dice Giovanni Battista Durante, Segretario generale aggiunto del Sappe.
dicembre 21, 2009

Morti 172 detenuti, mai così tanti in un anno.

Superato il record di nove anni fa. Ultima vittima un giovane nigeriano che ha perso la vita per un malore nell’istituto di pena di Teramo. Dubbi sul suo decesso: lo scorso 22 settembre il 31enne fu testimone di un pestaggio ai danni di un altro detenuto

Il 2009 sarà ricordato anche come l’anno record di detenuti che hanno perso la vita nelle carceri italiane. Con la morte di Uzoma Emeka, il giovane nigeriano recluso nel carcere di Castrogno (Teramo), al 21 dicembre il conto sale a quota 172 vittime, superando così il triste primato del 2001. A fornire i dati è l’Osservatorio permanente sulle morti in carcere, ricordando come negli ultimi dieci anni sono morte in totale 1.560 persone (tra cui 558 suicidi), per la maggior parte giovani, spesso tossicodipenti con problemi di salute fisica e psichica. Il decesso di Emeka è peraltro un decesso sospetto, perché il suicida è “il negro che ha visto tutto” del caso Cucchi a Roma. La Procura ha aperto un’inchiesta e la polizia ha già ascoltato alcuni testimoni.