Posts tagged ‘organo’

agosto 1, 2012

I segreti del sesso dietro i messaggeri ormonali.

Scienza

novembre 4, 2010

Primo trapianto di pancreas con chirurgia robotica: intervento a Pisa.

Intervento senza precedenti di sostituzione dell’organo con la tecnica robotica mini-invasiva: tre fori e un’incisione di appena 7 centimetri. La paziente, una donna malata di diabete di tipo 1, è stata dimessa dopo un mese di decorso regolare.
E’ stato eseguito in Italia il primo trapianto di pancreas al mondo con la tecnica robotica mini invasiva.
L’intervento è stato eseguito il 27 settembre scorso e la notizia è stata data oggi a pochi giorni dalle dimissioni della paziente, conclusa la fase di osservazione del decorso post operatorio. A operare è stata un’equipe formata da decine di medici e infermieri e guidata da Ugo Boggi, direttore della chirurgia generale e dei trapianti nell’Uremico dell’Azienda ospedaliera universitaria di Pisa.

L’intervento è durato 3 ore ed è consistito nel trapiantare un pancreas da donatore cadavere a una donna di 43 anni, madre di due figli, residente in Abruzzo, affetta dall’età di 24 anni da diabete e già sottoposta in passato a trapianto di rene. Il trapianto di pancreas è una terapia riservata ai pazienti affetti da diabete 1, quella forma della malattia che insorge in età giovanile, richiede continua somministrazione di insulina, e costituisce il 10% dei casi di diabete.

marzo 15, 2010

Il sole: il piu’ grande stimolatore del sistema immunitario

Le cellule T (timo) sono la difesa dell’organismo umano contro le infezioni. Individuando e distruggendo i patogeni esterni, queste cellule ci aiutano a rimanere sani. Una nuova ricerca svolta in Danimarca rivela che le cellule T necessitano di dosi fisiologiche di vitamina D nel sangue per poter essere attive e compiere il proprio ruolo di difesa in modo adeguato. Le cellule T sono un tipo di leucociti che rivestono un ruolo centrale nel sistema immunitario. Per poter trovare, reagire e combattere le varie infezioni dell’organismo, le cellule T devono trasformarsi, da dormienti e innocue, in cellule attive in grado di uccidere virus e batteri spesso anche pericolosi.

Gli  scienziati dell’Università di Copenaghen, in Danimarca, hanno scoperto che la vitamina D è fondamentale per la funzionalità delle cellule T. In assenza di fonti sufficienti di questa vitamina nel sangue – dicono i ricercatori – le cellule rimangono dormienti e sono quindi incapaci di “attivarsi” per combattere gli agenti patogeni esterni.

La luce del sole è una fonte di vitamina D naturale (e anche la più ovvia), spesso presente come sottoprodotto naturale dell’esposizione della pelle al sole. Pochissimi alimenti contengono quantità elevate di questa vitamina. Tra le fonti migliori ci sono i pesci grassi, come ad esempio il salmone, il tonno e lo sgombro, mentre piccole quantità di vitamina D si possono trovare nel formaggio, nel latte e nel tuorlo d’uovo. Sebbene gli esperti raccomandino una dose giornaliera compresa tra i 25 e i 50 microgrammi di vitamina D, non esistono studi esaustivi per determinarne la quantità ottimale.

Per maggiori informazioni, visitare:

Nature Immunology:
http://www.nature.com/ni/index.html

Università di Copenaghen:
http://www.ku.dk/