Posts tagged ‘nevermind’

aprile 5, 2013

Nirvana: la storia segreta di “Nevermind”

Un giorno di aprile del 1990, Kurt Cobain, Krist Novoselic e il batterista Chad Channing arrivarono negli Smart Studios di Butch Vig a Madison, nel Wisconsin, dopo un viaggio di 3.000 chilometri da Seattle. “Sono saliti su un furgone e non si sono mai fermati”, ricorda Butch Vig. “Probabilmente non si sono neanche mai lavati per quattro giorni”. Da quelle canzoni registrate agli Smart Studios nacque Nevermind, l’album che ha santificato l’alt.rock degli anni ’90. Il secondo disco dei Nirvana fu una bomba lanciata dall’underground del Nord Ovest, e destinata a spazzar via l’hair metal, cancellare Michael Jackson dalle classifiche e trasformare la band in superstar. Il successo ha avuto un prezzo molto alto per Kurt Cobain, ma nessun altro album degli ultimi decenni ha potuto registrare un impatto così forte, trasformando di colpo una generazione di teenager in punk. Tuttavia, quando hanno iniziato a registrare, nessuno di loro – tantomeno Butch Vig – avevano idea di cosa sarebbe successo.

http://www.rollingstonemagazine.it/musica/news-musica/nirvana-nevermind-la-storia-segreta/

settembre 23, 2011

Vent’anni di ‘Nevermind’.

Nevermind è il secondo album in studio dei Nirvana, pubblicato il 24 settembre 1991 dalla Geffen Records.

Obiettivo dichiarato della casa discografica Geffen, alla pubblicazione dell’album, era quello di raggiungere le 250.000 copie vendute, per poter eguagliare Goo, l’album dei Sonic Youth pubblicato l’anno precedente, ma la storia fu diversa. Con più di 25 milioni di copie all’attivo Nevermind è il disco di maggiore successo commerciale del gruppo di Seattle. Unanimemente considerato l’apice della produzione artistica della band e di tutto il genere grunge, è annoverato tra i migliori album discografici di ogni epoca ed ebbe tra i suoi meriti quello di aumentare la popolarità dell’alternative rock.

marzo 19, 2011

Nirvana – Nevermind- Buonanotte compagni.

I Nirvana sono al loro secondo disco, dopo il promettente esordio di “Bleach” per l’etichetta indie Sub Pop. Sorretti dai già affermati colleghi Sonic Youth, entrano nell’orbita della Geffen, in piena era grunge. Dopo due anni da “Bleach”, Kurt Cobain, Krist Novoselic e Dave Grohl (diventato nel frattempo batterista fisso della band) danno alle stampe “Nevermind”. Un’ora di pezzi semplici tecnicamente, trasformati in capolavori del rock dalla voce tremolante, rauca e timorosa di Cobain. Non si può dire che i Nirvana siano degli ottimi musicisti, ma ciò rende ancora più difficile spiegare perché abbiano avuto tanto successo. Le sensazioni che questo disco offre all’ascoltatore che si immedesimi nella rabbia di Cobain sono impossibili da scrivere. Dicevamo, i quattro accordi di “Smells Like Teen Spirit”. Quattro accordi, appunto, ma vomitati in uno sfogo turbolento che le rullate di Grohl sorreggono in modo perfetto. L’alternarsi della strofa, melodica, a un ritornello simbolo del calvario generazionale dei primi anni 90 (“With the lights out it’s less dangerous/ Here we are now, entertain us/ I feel stupid and contagious/ Here we are now, entertain us/ A mulatto/ An albino/ A mosquito/ My Libido”) costituisce uno dei punti più commoventi dell’album. Il testo è quasi non-sense, ma ormai non importa cosa dice Cobain, importa come lo dice. Infine, l’assolo, che ricama la linea melodica della voce, suonato davvero con cuore.

agosto 4, 2010

Nevermind.

I Nirvana nascono quasi per cas. Kurt Cobain e Krist Novoselic sono di Aberdeen una cittadina persa nel nulla. con dave Grohl registrano Nevermind: chitarra, basso e batteria. A tre mesi dall’uscita Nevemindi spodesta Michael Jackson dal numero unoin classifica. E’ una tempesta perfetta che annulla l’haevy metal commerciale dalle classifiche USA, ridimensiona il pop, da voce alla generazione nata negli anni ’60. Con il suo suono duro e nello steso tempo levigato, con le sue melodie beatlesiane e i contratsi di suono alla Pixies, Nevermind èla vetta artisitica toccata dal grounge, la musica di quella generazione.