Posts tagged ‘Neonazisti’

dicembre 15, 2011

IL CAMMINO DELLA VITA.

Le nostre tradizioni religiose e culturali assai diverse tra loro non possono impedirci di impegnarci insieme attivamente contro tutte le forme di disumanità e in favore di una maggiore umanità. I principi enunciati in questa dichiarazione possono essere condivisi da tutti gli uomini che hanno convizioni etiche, motivate religiosamente o meno.(Dichiarazione per un’etica mondiale, Chicago 4 settembre 1993, cap.1)

settembre 27, 2011

Scilipoti e i neonazisti.

 Domenico Scilipoti e Gaetano Saya. Foto internet Domenico Scilipoti è certamente il parlamentare più ondivago nel Parlamento di nominati che caratterizza questa legislatura. Dopo essere stato eletto nelle file dell’Idv, ha pensato bene di sedersi fra le fila dei cosiddetti Responsabili che tengono a galla il Governo dopo la dipartita di Fini e dei suoi. Ora, non contento della già eccessiva visibilità goduta dal nostro per i continui cambi di casacca e le uscite ad minchiam che caratterizzano la sua folle comunicazione polica, ha pensato bene di endorsare l’ingresso nella futura coalizione di centrodestra del nuovo Msi di Gaetano Saya con un messaggio durante un convegno a Genova del partito dalle posizioni dichiaratamente razziste e xenofobe. Al termine del convegno, riporta il Post, è stato annunciata una prossima conferenza stampa a cui parteciperanno Saya e Scilipoti per annunciare future possibili collaborazioni. Scilipoti

novembre 1, 2010

Repubblica Ceca. Nessuna pietà per i neonazisti.

 Che la transizione dal comunismo alla democrazia sarebbe stata una grande impresa lo si intuiva già durante la rivoluzione di velluto del 1989, ma pochi si aspettavano che questa impresa sarebbe durata più di 20 anni, trascinandosi fino a oggi. Ma così è stato, e ne è un esempio la faccenda dei neonazisti cechi, meglio noti sotto l’eufemismo di “incendiari di Vítkov”. 

Non si può rimproverare granché a chi ha condannato i quattro neonazisti: il tribunale si è dimostrato inflessibile e giusto. Nei paesi occidentali, quando nell’anniversario della nascita di Adolf Hitler (come è accaduto nell’aprile 2009) dei neonazisti lanciano  in piena notte una molotov in una casa rom dandola alle fiamme, il reato è aggravato dalla matrice razzista (in ogni caso si tratta di un tentato omicidio) e punito con grande severità.

Se poi le vittime di questo attentato sono bambini inermi è doveroso comminare una pena esemplare. È quindi rassicurante che il magistrato ceco ne abbia tenuto conto. Con le sentenze emesse nei confronti dei colpevoli (22 anni di carcere per tre di loro, 20 per il quarto), lo stato ceco ha dimostrato che non tollererà altri episodi del genere. Ed è questo che conta.

settembre 28, 2010

Neonazisti ebrei.

Una coppia neonazista di Varsavia scopre di essere di origine ebraica. Il marito racconta: “E’ stato uno shock”.

Immaginate quando scopriranno di essere negri!

settembre 26, 2010

Una coppia polacca di skinheads vittima dell’ironia del destino.

Pawel e Ola, questo il nome con cui li chiama la Cnn, sono una coppietta polacca. Innamorati da quando erano bambini, appena dodici anni, sono cresciuti diventando skinheads. Per scoprire di essere di origine ebraica. Parecchi cittadini polacchi in questi anni riscoprono le loro radici ebraiche che i loro bisnonni nascondevano  per sfuggire alle persecuzioni durante la Seconda Guerra Mondiale.

UNA VERITA’ SCIOCCANTE – Alcuni anni fa, Ola scoprì grazie all’Istituto di Storia Ebraica di Varsavia che sia lei e suo marito sono tecnicamente ebrei. “E ’stato incredibile. – Quando ho scoperto che abbiamo origini ebraiche è stato uno shock,” ha detto. Ed era il minimo visto che in quel periodo lei e Pawel erano attivisti nel movimento neo-nazista di Varsavia. Ola si è sentita veramente piccola piccola a dover confessare al suo Pawel quelle origini così piene di vergogna secondo la loro ideologia. E nonostante tutto però l’amore di lui si è dimostrato più forte. Tanto da affrontare la sua famiglia per raccontare loro tutto. E ricevere un secondo shock, perché a quel punto i genitori hanno a loro volta confessato “il segreto di famiglia”. “Ero al 100% nazionalista. Allora, quando eravamo skinheads credevamo al white power  … e anche  che gli ebrei sono stati la  piaga maggiore e il male peggiore di questo mondo”, ha detto Pawel.

novembre 11, 2009

La polizia smaschera un’organizzazione neonazista in provincia di Bolzano

La polizia italiana ha arrestato un giovane e ne ha denunciati altri sedici, tra cui nove minorenni, accusandoli di aver fondato nel Meranese un gruppo della Gioventù hitleriana. Le indagini, cominciate nell’ottobre del 2008, in seguito al ritrovamento di una tessera di un socio dell’organizzazione, hanno portato a numerose perquisizioni domiciliari nella cittadina di Naturno, provincia di Bolzano. La Digos di Bolzano ha accertato che i membri del gruppo erano riusciti a creare una comunità virtuale sotto la sigla 88N.H.J.88 all’interno del portale internet “de.netlog.com”. I soci di 88N.H.J.88, oltre a fare proselitismo e a divulgare idee razziste, si scambiavano anche materiale neonazista.
I militanti neonazisti avevano inoltre realizzato un video in cui mostravano alcuni indagati intenti a fabbricare e ad esercitarsi nel lancio delle molotov. L’operazione, denominata “Macchia Nera”, ha anche permesso di scoprire che alcune delle persone denunciatei avevano preso parte all’aggressione di tre coetanei, considerati “diversi” per ideologia ed estrazione sociale.