Posts tagged ‘morti bianche’

dicembre 4, 2013

siamo tutti clandestini.

prato-il-manifesto

Il disastro annunciato di Prato.
Vignetta e vignetta, oggi su il manifesto.

ottobre 9, 2013

Morti che non fanno notizia.

Dall’inizio dell’anno sono 446 le morti per infortuni sui luoghi di lavoro. Oltre 910 se si aggiungono i lavoratori che hanno perso la vita sulle strade e in itinere. Sono i dati dell’Osservatorio Indipendente di Bologna sulle morti sul lavoro, che denuncia 
Un’autentica carneficina, che smentisce i numeri delle…Visualizza altro

Mag 1, 2013

381.

bangladesh-strage-lavoro-benetton-polis

Trecentottantuno lavoratori tessili morti a Dacca nel crollo di un palazzo di 8 piani.

Una Sinistra normale ed il M5S dovrebbero occuparsi anche di questo. Si ricomincia guardando oltre il proprio ombelico. Non è sensibilità, è egoismo a ben vedere. Aumentare i diritti conviene a tutti. Il diritto di avere diritti, appunto.

febbraio 28, 2013

Per tanti dubbi un’unica certezza.

ilva-thissen-elezioni13

Thyssen, non fu omicidio volontario. Pene ridotte.
Incidente all’Ilva, un morto e un ferito.

Mag 12, 2012

Due operai morti e uno gravemente ferito.

Due incidenti mortali

Un operaio bresciano di 56 anni e’ morto stamani dopo essere stato travolto da una lastra di cemento. Inutili i soccorsi del 118. E’ avvenuto a Sellero, in
Valle Camonica, nello stabilimento Riva Acciaio. Sembra che l’uomo, dipendente di una ditta esterna, stesse effettuando dei lavori nello scavo di un laminatoio dell’acciaieria quando e’ stato travolto dalla lastra di cemento. Sul posto anche Asl e carabinieri.

Il secondo morto a Catania dove un operaio ha perso la vita a causa della caduta da un ponteggio. L’uomo ha compiuto un volo di otto metri. L’incidente si e’ verificato in una azienda ubicata nella zona industriale del capoluogo etneo. E’ stato soccorso, ma si sono rivelate troppo gravi le ferite riportate. Sul posto sono intervenuti i medici e i carabinieri che indagano.

Un autotrasportatore di 57 anni dipendente di una ditta esterna e’ rimasto ferito stamani nel ribaltamento dell’automezzo, avvenuto all’interno delle Officine meccaniche Cimolai di Roveredo in Piano.

pagherete tutto prima o poi.

dicembre 25, 2011

Quello che Monti ha dimenticato.

Almeno 659 morti sul lavoro nel 2011, più 10,84 per cento rispetto all’intero 2010. A oggi 181 morti nelle carceri, di cui 62 per suicidio: ogni sei giorni un detenuto si è tolto la vita la vita. E ancora: 135 morti per malasanità nell’anno che sta finendo, 329 dal primo maggio 2009 al 30 settembre 2011.

Mag 21, 2011

‘Morti Bianche’, Siapa: 18 anni di silenzi e di ingiustizie

Ieri 20 maggio si è svolto a Roma, davanti al Tribunale Fallimentare, l’ennesimo sit-in dei congiunti dei 50 operai caduti sul lavoro, che avevano prestato la loro attività presso la Siapa oggi Agricap. Dopo diciotto anni ancora si trovano costretti a manifestare per ottenere il risarcimento dei danni negati dal liquidatore, l’avv. Michele Tamponi. Nonostante la Cassazione Sez. IV penale abbia dato loro pienamente ragione e condannato il Presidente della società a 4 anni di reclusione per omicidio plurimo aggravato, il liquidatore a tutt’oggi non intende ancora pagare i congiunti della vittime e i lavoratori ancora in vita colpiti da gravi patologie a causa delle sostanze tossiche utilizzate dalla società. Vittime che in base alle norme del nostro ordinamento dovevano essere risarcite ancor prima degli altri creditori quali banche, consulenti società estere che hanno ricevuto dall’Avv Tamboni decine e decine di miliardi.

L’Italia, nel decennio 1996-2005, è risultato il paese con il più alto numero di morti sul lavoro in Europa. Gli incidenti con danni permanenti che comportano mutilazioni, e danni alla salute non guaribili, negli ultimi 10 anni sono saliti ad oltre 30.000 infortuni all’anno in Italia. Gli infortuni meno gravi, solitamente guaribili in un periodo di tempo variabile da alcuni giorni ad alcuni mesi, sono stati circa 600.000 incidenti con danni temporanei all’anno. La statistica delle malattie temporanee è piuttosto aletoria, in quanto i criteri di controllo sanitario e di monitoraggio variano nel corso del tempo. Indicativamente in Italia si registrano oggi (dal 2000 al 2005) circa 25.000 malattie professionali di vario tipo registrate dall’INAIL.

Mag 17, 2010

Ancora morti bianche in Irpinia.

E’ morto dopo tre giorni di agonia: era precipitato in fabbrica da un’altezza di cinque metri mentre stava sistemando alcune balle di tabacco essiccato. Ennesima morte bianca in Irpinia. La vittima è Remigio Giovanni Meola, operaio di 52 anni di Montefredane. La tragedia in uno stabilimento che lavora tabacco a Montoro Inferiore. L’incidente è avvenuto giovedì scorso. Soccorso e trasportato prima all’ospedale Landolfi di Solofra e successivamente al Moscati di Avellino, le sue condizioni erano apparse da subito gravissime. I sanitari del reparto di Rianimazione del nosocomio cittadino hanno fatto di tutto per strapparlo alla morte. Meola lavorava nella fabbrica montorese da molti anni. Sull’accaduto ora indagano carabinieri e magistratura. Il 52enne lascia la moglie e due figli.

Tutta Italia, giustamente, oggi piange i due soldati morti in Afghanistan, ma chi si ricorda delle tante troppe morti bianche che ogni anno funestano il mondo operaio? Non sono anche essi eroi?

aprile 1, 2010

Mentre Bersani si domanda se ha vinto la gente continua a morire sul lavoro.

31.03.2010 – Mezzane: agricoltore muore schiacciato sotto un trattore
30.03.2010 – Giarre: bracciante gravemente ferito alle gambe da motozappa
30.03.2010 – Bolzano: grave operaio caduto da furgone
29.03.2010 – Roma: perde il lavoro e cade in depressione. Si suicida lanciandosi dal sesto piano
29.03.2010 – Taranto: morto operaio in una cava
29.03.2010 – Caronno Pertusella: morto l’operaio caduto dal camion dei rifiuti