Posts tagged ‘Moody’s’

agosto 23, 2012

Pensieri nascosti.

L'aperitivo con Cavezzali

Etichette:

agosto 23, 2012

Italia salva nel 2013.

 

luglio 25, 2012

Declassata anche la Germania.

Anche la Germania cade sotto la scure
delle malfamate agenzie di rating.
Ma questa volta se ne comprendono le ragioni:
le proverbiali giacche della Merkel !!
luglio 13, 2012

BOcciati, malgrado Monti.

Arriva l’ennesima tegola di Moody’s sull’Italia. L’agenzia ha infatti tagliato di ben due scalini il rating dei titoli di Stato, portandolo da A3 a Baa2 e mantenendo un outlook negativo.

La notizia e’ arrivata proprio mentre il premier Mario Monti atterrava in Idaho, Stati Uniti, per recarsi alla Allen Conference di Sun Valley, dove e’ riunito il gotha della finanza e del mondo dei media ‘made in Usa’. Li’ il Professore – che interverra’ nelle prossime ore intervistato (a porte chiuse) dal noto anchorman della Cbs, Charlie Rose, ha come obiettivo principale quello di convincere ad investire in Italia.

Non a caso Moody’s, spiegando la sua decisione, sottolinea come tra i fattori che probabilmente porteranno ad ”un ulteriore netto aumento dei costi di finanziamento” dell’Italia ci sono anche ”segnali di erosione” sul fronte degli investeminte esteri, oltre al rischio contagio da Grecia e Spagna, con i rischi di un’uscita di Atene dall’euro ”che sono saliti” e il sistema bancario spagnolo sempre piu’ in difficolta’.

febbraio 15, 2012

Moody’s declassa ancora il debito italiano: ci stanno preparando un percorso come la Grecia!!?

Moody’s declassa ancora il rating del debito italiano: da A2 ad A3!
E lo spettro di un “percorso greco” si fa sempre più inquietante: “sacrifici” che dopo il primo “programmatico” apprezzamento dei mercati vengono poi declassficati e se ne chiedono altri. Stringendo il cappio al collo dell’economia e della società.
Per non parlare di tutti i dubbi sull’indipendenza, sull’autonomia e sul carattere disinteressato delle “tre sorelle del rating” (che “disinteressate” non lo sono per niente..).
Le motivazioni addotte da Moody’s sono tre: “L’incertezza sulle prospettive delle riforme istituzionali nell’area dell’Euro e le deboli prospettive macroeconomiche nella regione che continueranno a pesare sulla già fragile fiducia del mercato; le sfide che devono affrontare le finanze pubbliche italiane, in particolare il suo grande stock di debito e l’alto costo del finanziamento, così come il deterioramento della situazione macroeconomica del Paese; il significativo rischio che il governo italiano possa non riuscire a raggiungere i suoi obiettivi di risanamento e indirizzare il suo debito pubblico data la pronunciata debolezza strutturale economica del Paese”.
Cioè si chiedono tagli e sacrifici che deprimono l’economia e poi si dichiara che la debolezza dell’economia chiederà altri tagli e sacrifici… In quello che sembra sempre più un meccanismo a orologeria da parte dello strapotere finanziario.