Posts tagged ‘mobilità sostenibile’

luglio 10, 2013

Come andare al lavoro? Stavolta te lo dice l’App.

Milano, insieme a Barcellona ed Helsinki parteciperà a SuperHub project, il progetto europeo sulla mobilità sostenibile che, attraverso un’applicazione, proporrà ai viaggiatori urbani le migliori opzioni di spostamento in un determinato momento

Si chiama SuperHub il progetto europeo di mobilità urbana che fra lunedì 9 e domenica 29 settembre compirà un monitoraggio sugli spostamenti “guidati” dei 200 milanesi che aderiranno all’iniziativa facendosi consigliare da una centrale operativa sui mezzi più efficienti per coprire i percorsi urbani.

Meglio in auto o in bicicletta? Più veloce a piedi o con i mezzi pubblici? I viaggiatori urbani che daranno le loro disponibilità dovranno avere uno smartphone Android e con questo testeranno la nuova applicazione per i loro spostamenti abituali.

Non occorreranno competenze particolari e saranno sufficienti 10 minuti alla settimana per eseguire il test che si svolgerà, contemporaneamente, in altre due città europee: Barcellona ed Helsinki.

L’impegno dei viaggiatori urbani sarà ricompensato con premi a scelta fra buoni spesa, abbonamenti al car o al bike sharing e altro ancora.

L’App di SuperHub, pur essendo in una fase sperimentale, può già essere testata nelle sue principali funzionalità: per pianificare spostamenti, valutando quelle che sono le migliori opzioni di percorso e di mezzi di trasporto, nonché la Co2 prodotta a seconda delle varie opzioni di viaggio.

SuperHub coinvolge un network di 20 partner di sei differenti Paesi europei. In Italia ha ottenuto il sostegno di Atm, Autoguidovie, Create-Net, Imaginary, Legambiente e Vodafone.

Per partecipare in qualità di tester è sufficiente compilare il form di iscrizione presente sulla pagina web di SuperHub e, naturalmente, risiedere a Milano o nell’hinterland del capoluogo lombardo. Per ulteriori informazioni si può scrivere a info@superhubmilano.org

marzo 2, 2013

La bicicletta rende allegri e fa star bene.

Avevano ragione gli antichi Romani che in bici non ci andavano nemmeno: mens sana in corpore sano sembra essere una legge fisio-psicologica sempreverde. Negi States alcune compagnie assicurative particolarmente lungimiranti, oltre dieci anni fa, proponevano sconti sulle assicurazioni sanitarie a chi raggiungeva il luogo di lavoro in bicicletta. Dai benefici sul corpo a quelli sulla mente il passo è breve ed ecco che una ricerca dell’Oregon Transportation Research and Education Consortium va oltre, spiegando come i “pendolari” in bicicletta siano i più felici.

Oliver Smith, dottorando della State University di Portland, ha condotto l’indagine su 828 persone (intervistate fra il gennaio e il febbraio del 2012) tenendo conto di diversi parametri di misurazione: 1) grado di stress, 2) la fiducia sull’orario di arrivo, 3) l’entusiasmo, 4) il paragone con gli altri pendolari, 5) eccitazione, 6) piacere, 7) facilità del viaggio.

Continua a leggere: Andare al lavoro in bicicletta mette di buon umore: i ciclisti sono i pendolari più felici

dicembre 14, 2012

Dal Nord Europa a Modena in bicicletta.(per chi ce la fa.)

Dal Nord Europa a Modena in bicicletta Dal Nord Europa a Modena in bicicletta

Dal Nord Europa a Modena in bicicletta, valorizzando non solo il turismo ma anche una mobilità sostenibile attraverso i luoghi italiani di recente colpiti dal sisma: è l’obiettivo di “Biciclette a fiumi”, iniziativa promossa dalla Federazione Italiana Amici della Bicicletta (Fiab) insieme al Circuito delle Città d’arte della Pianura Padana.

Il progetto è ai nastri di partenza e punta a collegare i percorsi ciclabili EuroVelo del nord Europa con il centro Italia passando dal territorio modenese, grazie al completamento di un anello ciclabile che si svilupperà tra Modena e i territori colpiti dal sisma. Il nome del progetto, “Biciclette a fiumi”, deriva dal fatto che questo nuovo percorso, circa 90 chilometri, si snoda lungo gli argini dei fiumi Panaro e Secchia, per collegarsi, partendo da Concordia e passando per Mirandola, alla pista ciclabile sulla ex ferrovia che conduce a Finale Emilia, utilizzando anche tratti di viabilità minore di campagna.

L’iniziativa lega il turismo alla mobilità sostenibile. ”Oltre all’aspetto cicloturistico – sottolinea Antonio Dalla Venezia, presidente Fiab -, questo ‘anello’ ciclabile favorirà anche gli spostamenti in bici di tutti i giorni dei residenti dei comuni mod

luglio 17, 2012

Vacanze in Lombardia all’insegna della mobilità sostenibile con i pacchetti Trenord.

Vacanze in Lombardia all’insegna della mobilità sostenibile grazie ai pacchetti turistici offerti da Trenord per viaggiare in treno e in battello a tariffe agevolate e con tante convenzioni, alla scoperta di città d’arte, laghi, parchi, percorsi enogastronomici e campagne lombarde. L’ideale per chi non può allontanarsi dalla Lombardia ad agosto ed è alla ricerca di una vacanza breve, low cost e slow, senza preoccuparsi dei costi della benzina, in continuo aumnento, e delle code in autostrada e con tutto il tempo per ammirare il paesaggio.

Con 29 euro, ad esempio, si può acquistare il pacchetto I Tesori del FAI alla scoperta di Villa Menafoglio Litta Panzadi Piumo (Varese) o di Villa Necchi Campiglio (Milano). L’offerta include il viaggio in treno, la visita turistica ed il pranzo.

Continua a leggere: Vacanze in Lombardia all’insegna della mobilità sostenibile con i pacchetti Trenord

gennaio 27, 2012

Auto elettrica alimentata dai pannelli solari.

 

In un commento al post di ieri sul traffico inutile, provvisoriamente spazzato via dal blocco dei tir e del timore collettivo di restare senza benzina, Luigi auspica: “Pannelli solari che caricano batterie per auto. Niente più puzza di gasolio in giro, aria pulita e soddisfazione personale!”

Sì, ma quale superficie di pannelli solari è necessaria per alimentare un’auto elettrica? Ho provato a cercare un po’, e la risposta è arrivata. Continua a leggere→

gennaio 15, 2012

Incentivi all’acquisto di bici elettriche nel Comune di Grosseto.

bici elettrica

Incentivi all’acquisto di bici elettriche a Grosseto, voluti dall’amministrazione comunale per decongestionare il traffico nelle vie adiacenti il centro storico. Potranno accedere al contributo, con un massimale di 180 euro, i cittadini maggiorenni che per motivi di lavoro devono recarsi ogni giorno nella ZTL del centro storico.

Il contributo per le biciclette a pedalata assistita è a fondo perduto e coprirà il 30% della spesa. Non è molto visti i costi delle bici elettriche, ma è pur sempre un incentivo alla mobilità sostenibile e sicuramente, con i venti di crisi che corrono, acquista ancora più valore. Trovate ulteriori informazioni nel bando.

dicembre 11, 2011

Auto elettriche, talmente vecchie e di nuovo nuove. Le foto di cent’anni fa

Altro che toccare il futuro con un dito: in realtà facciamo un salto all’indietro di un secolo quando, per via dell’ecologia e dei rincari della benzina, tessiamo gli elogi dell’auto elettrica.

Il “pieno” delle auto elettriche costa pochi euro. Non lasciano inquinamento dietro di sè e sono più efficienti dal punto di vista energetico rispetto a quelle con motore a scoppio.

Le emissioni per produrre l’energia elettrica necessaria ad alimentarle sono inferiori (salvo nel caso delle centrali a carbone) rispetto a quelle che escono da un motore a benzina o diesel.

(Ri) scoprire l’auto elettrica è scoprire l’acqua calda. Molte delle primissime auto in circolazione, fra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento, erano elettriche e l’auto a benzina si impose faticosamente solo nel periodo fra le due guerre.

Vi faccio vedere una carrellata di auto elettriche d’epoca – quella della foto a lato è datata 1904 – e vi rimando (il link in fondo) ad un bel servizio di Npr pubblicato una ventina di giorni fa che ricostruisce la storia dell’auto elettrica. Continua a leggere→

dicembre 8, 2011

Tu scendi dalle scale.

 

Il petraio

Il progetto ha il suggestivo nome di Tu scendi dalle scale e prende il via domani e fino all’8 gennaio. In sostanza il Comune di Napoli invita i suoi cittadini a camminare a piedi sfruttando quelle incredibili corsie preferenziali che sono le scale. A Napoli ce ne sono 200, esattamente 138 linee di scale e 64 linee di gradinate che raggiungono tutti i punti della città.

In questa occasione sono state ripulite (grazie a Legambiente e ai suoi volontari) e ripristinate quattro quelle del Petraio (foto a sinistra) , Pedamentina, Moiariello e Principessa Iolanda.

L’iniziativa vede la tenace volontà del Coordinamento del Recupero delle scale di Napoli che si batte oramai dal 1995 per far ritornare le scale ad essere percorsi urbani sfruttati. E per invogliare i cittadini a riscoprirne vantaggi che superando traffico e autovetture consentono di dimezzare i tempi di percorrenza, da un capo all’altro della città (le scale del Petraio portano da Spaccanapoli a San Martino-Vomero NdR) sono stati predisposti eventi lungo le scale.

novembre 30, 2011

Mobilità sostenibile, Venezia inaugura il primo motoscafo elettrico pubblico

La città di Venezia già da tempo aveva annunciato interventi per la mobilità sostenibile volti alla riduzione dell’inquinamento e del traffico nella splendida Laguna, ed oggi si cominciano a vedere i primi risultati concreti degli impegni presi dai 25 Comuni della provincia di Venezia con l’inaugurazione del primo motoscafo a propulsione totalmente elettrica finanziato, come si vuole sottolineare, da un unico soggetto pubblico. L’obiettivo, ha dichiarato con orgoglio la presidente della Provincia Francesca Zaccariotto

è consegnare alle future generazioni un ambiente più sano. La barca elettrica che variamo oggi vuole essere uno dei segni tangibili di questo impegno.

settembre 26, 2011

Parigi, uno scooter elettrico se viaggi sul TGV

mobilit�  integrata: scoolter elettrico + treno in Francia

SNCF, le ferrovie francesi stanno sperimentando un sevizio di mobilità integrata a basso impatto ambientale con treno e scooter elettrico. In sostanza i clienti del TGV, il treno a alta velocità, possono prenotare contestualmente all’acquisto del biglietto, uno scooter elettrico, grazie all’accordo con Peugeot.

Lo scooter è e-Vivacity e costa di 28 euro al giorno per 60 Km e include il casco e l’assicurazione contro il furto. I parcheggi sono i Mu by Peugeot e per ora l’esperimento è stato attivato alla Gare Montparnasse dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20.