Posts tagged ‘mirtilli’

aprile 30, 2011

I mirtilli più antiossidanti sono in Ecuador.

I mirtilli tropicali sono 11 volte più antiossidanti di quelli coltivati più a Nord. In Ecuador, Messico e in altre zone del Centro e Sud America c’è una varietà di frutti di bosco selvatici che supera tutte le altre. Lo sostengono i ricercatori del Giardino Botanico di New York che hanno pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry uno studio per evidenziare le virtù benefiche delle antocianine, composti naturali che oltre a colorare le preziose bacche hanno proprietà anticancerogene e salva-cuore. Secondo il Dipartimento Usa dell’Agricoltura i mirtilli sono al primo posto in una lista che contiene 40 alimenti vegetali tra frutta e verdura ritenuti quelli con più proprietà benefiche per la circolazione e il metabolismo. Le antocianine, come altri flavonoidi, sono in grado di sopprimere la produzione dei radicali liberi, molecole instabili che causano stress ossidativo e il rilascio di fattori proinfiammatori nel sangue, causando danni alle pareti interne dei vasi sanguigni. Per Pedraza-Penalosa, ricercatore che ha partecipato allo studio, la presenza di questi “gioielli” naturali sul mercato è ancora “davvero rara”, vista la scarsa produzione.

marzo 5, 2011

Una mela al giorno allunga la vita.

Le mele non solo tolgono i medici di torno, come recita un famoso proverbio popolare, ma allunga anche la vita. Di un buon 10%: tutto merito dei polifenoli in essa contenuti, in grado di invertire i livelli dei marker dell’invecchiamento. La scoperta arriva da uno studio condotto sui moscerini della frutta della specie Drosophila melanogaster – apparentemente molto diversi dagli uomini, ma utilizzati per gli esperimenti grazie al loro Dna, con caratteristiche simili a quello umano – da cui emerge che i piccoli animaletti, grazie alla somministrazione dei polifenoli della mela, oltre a vedersi allungata la durata della vita si vedono preservate le capacità di camminare, arrampicarsi e muoversi.

I ricercatori della Chinese University of Hong Kong guidati da Zhen-Yu Chen nello studio pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry spiegano che alcune sostanze nocive generate nel corpo, chiamate radicali liberi, causano cambiamenti indesiderati nell’organismo e sono coinvolte nel processo di invecchiamento e nell’origine di alcune malattie. E per contrastarli si deve partire dall’alimentazione: la frutta e la verdura, e soprattutto le tipologie dai colori vivaci come pomodori, broccoli, mirtilli e mele sono ottime fonti di antiossidanti.

Chen e colleghi spiegano inoltre che i loro risultati confermano quelli di altri studi, tra cui uno in cui le donne grandi consumatrici di mele hanno fatto registrare una diminuzione del 13-22% del rischio di malattie cardiache. (ASCA)

gennaio 15, 2011

Fragole e mirtilli per la pressione sanguigna, indicatissimi negli over 60.

Che molti alimenti – i cosiddetti nutraceutici – abbiano un effetto benefico sulla salute è un fatto noto; altrettanto noto è che tra le sostanze con un maggior impatto sull’organismo vi siano i flavonoidi, contenuti in diversi vegetali e negli alimenti da essi derivati (dalla frutta fresca al tè e al vino rosso), e la sottoclasse delle antocianine, tipiche di fragole e mirtilli.

   

Ora però uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition mette in correlazione il consumo di almeno una porzione alla settimana di fragole e mirtilli, con la diminuzione fino al 10 per cento del rischio di sviluppare ipertensione arteriosa rispetto a chi non ne consuma.

Il gruppo di ricercatori dell’Università dell’East Anglia (UEA) e di quella di Harvard autori della ricerca hanno studiato per 14 anni 134.000 donne e 47.000 uomini arruolati nell’ambito di due programmi di salute pubblica statunitensi, il Nurses’ Health Study e l’Health Professionals Follow-up Study.

agosto 27, 2010

Cibi contro la vecchiaia: il riso nero.

Smacco per i mirtilli neri, frutto antiossidante per eccellenza, superati nella classifica dei cibi anti-age dal riso nero. Il sorpasso e’ certificato da uno studio della Louisiana State University presentato al 240* Congresso dell’American Chemical Society (Acs), in corso a Boston, Usa. Anche chiamato ”riso proibito”, perche’ nell’antica Cina i nobili, gran consumatori, ne avevano precluso l’uso al popolo, questa varieta’ bruna e’ in realta’ una fonte di benessere piu’ economica dei costosi frutti di bosco, mirtilli e more in testa. ”Solo un cucchiaio del suo involucro – spiega il capo-ricercatore Zhimin Xu – contiene l’equivalente in antociani di un cucchiaio di mirtilli, ma con meno zuccheri, piu’ fibra e vitamina E”. Gli antociani sono le sostanze naturali anti-invecchiamento che conferiscono il tipico colore scuro alla frutta e, in questo caso, alla crusca dei cereali cinesi. A far bene, infatti, e’ pericarpo, il guscio colorato che ricopre il chicco, gradito anche agli occhi dei giapponesi che lo usano per guarnire il sushi. (ASCA)

giugno 3, 2010

Le qualità antiobesità dei mirtilli

mirtilloIl mirtillo è un frutto benefico per curare diabete e obesità. La scoperta è stata riportata sull’International Journal of Obesity e secondo gli studiosi, il componente di antiobesità e antidiabete, proviene da un batterio biotrasformato estratto dalla buccia del frutto di mirtillo.

Non solo questo, il frutto del mirtillo contiene molti acidi organici (malico-citrico), tannini, pectina, mirtillina, antocianine e vitamine A, C e B.

Grazie a questi fitonutrienti il mirtillo è consigliato per prevenire i disturbi della retina e proteggere la vista; nele diarree dovute ad alterazione della flora batterica intestinale, ma soprattuttto nelle donne in caso di alterazioni cricolatorie del sistema venoso, come pesantezza delle gambe, varici, flebiti.

Le antocianine del mirtillo rinfozano e proteggono le pareti dei vasi capillari e venosi e favoriscono la riduzione dei gonfiori. Inoltre aiutano la funzonalità del cuore. E’ un frutto indicato nelle diete ipocaloriche: 100 g apportano solo 30 calorie.(takecareblog)

marzo 13, 2010

non è vero Che le barrette dietetiche fanno dimagrire.

ciboIl Daily Mail sfata alcuni falsi miti sull’alimentazione.

Eccone alcuni:

1. I mirtilli sono ottimi perché ricchi di antiossidanti:
In realtà i mirtilli e gli altri frutti di bosco sono ricchi solo di un tipo specifico di antiossidanti, che si trova anche nell’uva. Ma l’alimento che ne ha di più in assoluto, combattendo cosi’ l’invecchiamento delle cellule, è il cioccolato fondente.

2. Cereali e barrette dietetiche fanno dimagrire:
Non è così, anzi fanno ingrassare quanto e più delle normali merendine. Infatti sono ricchi di zuccheri, carboidrati e dolcificanti sintetici, e alla fine possono avere almeno altrettante calorie dei cibi “normali”. Meglio una piccola porzione di dolce standard piuttosto che un piatto di dolce a basso contenuto di grasso.

3. Mangiare di notte fa ingrassare:
Le calorie sono calorie, sia di mattina che di sera. Studi sulle scimmie dimostrano che il peso non cambia se assumono il 6% del loro cibo quotidiano di notte o se arrivano al 65%. L’organismo brucia i grassi con la stessa velocità durante il sonno.