Posts tagged ‘milanese’

gennaio 9, 2013

Campania, la carica degli impresentabili (e degli inquisiti) nelle liste Pdl.

Cosentino, Landolfi, Nespoli, Papa, Laboccetta, Stasi, Milanese. Sono alcuni dei nomi che affolleranno le liste del Popolo della Libertà in vista della prossima tornata elettorale. In comune, oltre all’appartenenza politica hanno i guai con la giustizia e la ricerca di una riconferma. Nella regione in cui il partito è commissariato dall’ex ministro della Giustizia Nitto Palma.

Rinviato a giudizio per camorra, o inquisito per bancarotta fraudolenta. Oppure in attesa di sentenza per reati contro la pubblica amministrazione. Nessuno di questi è un impedimento a un posto nelle liste del Pdl in Campania (o dentro il centrodestra in generale, per esempio con Grande Sud). Tra Camera e Senato, c’è spazio. E’ il partito in cui l’unico criterio di incandidabilità pare essere quello dell’età e della lunghezza del mandato: rischi di stare fuori solo se hai più di 65 anni o sei hai collezionato più di 15 anni di esperienza parlamentare. Deroghe a parte.

Insomma, l’unico indagato campano che quasi certamente non tornerà in Parlamento dovrebbe essere il corpulento senatore-giornalista napoletano Sergio De Gregorio: in qualità di ex socio del faccendiere Valter Lavitola ha sul groppone una richiesta di arresto per i 23 milioni di euro di finanziamenti illeciti al quotidiano ‘L’Avanti’. Il suo nome non ricorre nelle trattative per la composizione delle liste, il suo movimento personale ‘Italiani nel mondo’ pare dissolto tra le disavventure economiche e le inchieste. Sarebbe l’eccezione che conferma la regola.

febbraio 22, 2012

Milanese a processo.

Tremonti e Milanese

Si è aperto con tre richieste di patteggiamento il processo sugli appalti ENAV (Ente nazionale assistenza al Volo poi trasformata in spa) che vede imputato tra gli altri il deputato PDL Marco Milanese, ex potentissimo braccio destro di Tremonti al ministero del Tesoro. Al centro dell’inchiesta anche la vendita dell Yacht di Milanese con una cresta di 250mila euro realizzata in pochi mesi dall’acquisto. Secondo gli inquirenti la vendita è stata semplicemente un mezzo per “gratificare” Milanese da parte di Fabrizio Franco Testa, l’ex manager silurato dal consiglio di amministrazione di Enav e che grazie al potente appoggio del politico è riuscito a paracadutarsi alla Presidenza della società Techno Sky.
A destare curiosità è proprio l’acquirente finale della lussuosa imbarcazione. A comprare il Mochi Craft, modello Mochi Dolphin 64, a prezzi esorbitanti, circa 1 milione e 800 mila euro, la Eurotec Impianti e Costruzioni Srl, una società edilizia con base a Roma. L’azienda è risultata essere il paravento della Print Sistem, che di fatto aveva l’esclusiva per la realizzazione dei lavori che Enav, l’Ente nazionale di assistenza al volo, conferiva a Selex, la controllata di Finmeccanica che realizza e commercializza sistemi e radar per la difesa aerea. Presto potrebbero arrivare le richieste di pena del pubblico ministero proprio per Testa e Milanese.

settembre 23, 2011

Oggi come nel ’93